photo4u.it

Iniziative in corso che potrebbero interessarti:
Le interviste di photo4u.it! - 5 min. con Arnaldo
HoS - Hall of SelfPortraits - by photo4u.it
photo4ustory una foto dal passato ...
Votazione - minimal in formato quadrato
Contest - Free4U
Sfogliando le photogallery: Enzo Penna

Quale macchina per i vecchi obiettivi del nonno?
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Intervieni in questo argomento    Indice del forum -> Obiettivi
Mostra argomento precedente :: Mostra argomento successivo  
Autore Messaggio
Pasi
moderatore


Iscritto: 15 Dic 2007
Messaggi: 10977
Località: Romagna

MessaggioInviato: Ven 17 Dic, 2010 11:47 pm    Oggetto: Quale macchina per i vecchi obiettivi del nonno? Rispondi con citazione

Ecco qua una piccola guida per chi trova in soffitta uno scatolone pieno di vecchi obiettivi, e si chiede se possano essere usati anche su moderni sistemi digitali. Ma anche una discussione utile per chi vuole divertirsi con vecchi obiettivi comprati a poco prezzo su internet o in qualche mercatino...
Nella prima parte sono elencate le baionette per i sistemi reflex, con piccoli cenni storici e indicazioni sull'adattabilità con altri sistemi. Sono poi elencate le baionette per le nuove mirrorless, infine gli esperti di photo4u hanno riassunto un po' di teoria per chi desideri approfondire l'argomento. Buona lettura!


--- Baionette Reflex e Telemetro ---

Canon

FD: Baionetta in uso tra il 1971 e il 1987, non è possibile adattarla in modo "indolore" alle moderne reflex Canon a causa del tiraggio inferiore. Per maggiori informazioni: Vecchi obiettivi FD su Canon EOS
E' invece possibile montarli - con adattatori - alle macchine 4/3 e alle mirrorless in commercio: Sony NEX, micro 4/3, Samsung NX.

EF: Baionetta realizzata nel 1987, in uso ancora oggi sulle reflex Canon. Non ci sono problemi di compatibilità con le moderne reflex della casa, che mantengono tutti gli automatismi (messa a fuoco, esposizione, uso del diaframma).
EF-S Gli obiettivi della linea EF-S sono progettati per il formato ridotto e non si possono montare su corpi con baionetta EF, a meno di non modificarli. Ottiche EF possono essere montate sia su corpi con baionetta EF che EF-S.
EF-M Linea introdotta nel 2012, insieme alla prima mirrorless di Canon. Non possono essere montati sulle tradizionali reflex Canon, sia a baionetta EF che EF-S. La Canon ha realizzato un adattatore per utilizzare ottiche EF / EF-S su corpi con attacco EF-M.

Su Canon EF si possono adattare ottiche con attacco Contax/Yashica, Pentax K, M42, Olympus OM, Nikon. Alcune ottiche Contax e Takumar rischiano di danneggiare lo specchio di 5D e 5D mkII. Un elenco si trova in questa pagina oppure a questa pagina. Si possono adattare anche lenti Leica R, non tutte però, sempre per problemi allo specchio. Un elenco lo potete trovare in questa pagina. Per i più pigri qui sotto potete trovare la trascrizione degli obiettivi che non è possibile montare.


Contax

E' una baionetta oggi non più un uso.
Si possono utilizzare, tramite adattatore, su Minolta/Sony e Canon. Alcuni obiettivi possono urtare lo specchio se montati su Canon 5D o 5D mark II: una lista la potete trovare a questa pagina oppure a questa pagina. Per l'adattamento su corpi Sony A/Minolta rimando a questa pagina.
Si possono montare senza problemi su reflex 4/3, e tu tutti i sistemi mirrorless.


Konica AR

Baionetta prodotta dal 1965 al 1987 il cui tiraggio è 40.5 mm. A causa del tiraggio così corto gli obiettivi possono essere adattati (senza lenti e senza perdita del fuoco all'infinito) solo su baionetta 4/3 tramite una piccola modifica (per esempio descritta qui e/o qui) oppure sulle baionette delle mirrorless (vedi sotto) tramite anelli adattatori.


Leica

Leica M: Per il ridotto tiraggio queste ottiche sono adattabili solo sulle mirroless. Sulla baionetta Samsung NX non sono adattabili a causa del diametro troppo piccolo del bocchettone.

Leica R: teoricamente è possibile adattarle ad ogni macchina in commercio dato il maggior tiraggio. Tuttavia non è sempre possibile, spesso c'è il rischio di danneggiare lo specchio. Un elenco di compatibilità con corpi Canon si trova a questa pagina; in alcuni casi possono essere adattate ma solo modificando lo specchio della macchina, limandolo di pochi mm. Possono essere montate su corpi Nikon e Pentax tramite sostituzione della baionetta (una modifica reversibile).


M42 - a vite

E' uno standard utilizzato a partire dalla fine della seconda guerra mondiale. E' una "baionetta" a filettatura metrica con diametro 42mm e passo 1mm. Il nome completo sarebbe M42x1. E' stata utilizzata da costruttori tedeschi, russi e giapponesi (Zeiss-Contax, Praktica, Pentacon...). Prima di passare alla baionetta K anche Pentax adottava questo standard.
Questi obiettivi si possono utilizzare, tramite adattatore, su Canon, Pentax, Sony/Minolta, 4/3, micro 4/3, Samsung NX e Sony NEX.


Minolta / Sony A

Minolta MC/MD Rokkor: sono solo manuali e incompatibili con il sistema AF, ma anche con tutti gli altri sistemi reflex escluso il Konica AR. Gli unici sistemi che accettano queste lenti senza compromessi meccanici/ottici sono le m4/3, Samsung NX e Sony NEX.

Minolta AF: sono compatibili con tutto il parco reflex digitali esistente Minolta e Sony senza limitazioni di sorta. Nel calderone dei Minolta AF esistono varie serie: Classic, Xi, RS, G, SSM, SAM, ZA. Sono solo sigle: ai fini della compatibilità non ci sono problemi: tutto funziona con tutto.

Molte informazioni sono presenti anche in questa discussione.


Nikon

La baionetta F è in adozione dal 1959 ad oggi, con alcune varianti:
Pre-AI - dal 1959 al 1977 - Si possono meccanicamente montare sulle reflex digitali Nikon prive di motore interno (D40, D60, D3000, D3100 e D5000). Senza l'uso dell'esposimetro e ovviamente senza autofocus. Possono produrre dei danni alla levetta di accoppiamento esposimetrico delle reflex avanzate (D1, D2, D3, D200, D300, D700 e D7000, F3, F4, F5, F6, F100) e allo switch posto ad ore 8 sulle baionette delle altre reflex digitali (D50, D70, D80, D90, D100 e F80).
AI e AIS (differenze oggi irrilevanti) - dal 1977 ad oggi (esistono pochi obiettivi AIS ancora in catalogo) - Utilizzabili meccanicamente su tutte le reflex Nikon moderne, ovviamente senza autofocus. L'esposimetro funzionerà esclusivamente sulle reflex dotate di accoppiamento esposimetrico (le varie D1, D2, D3, D200, D300, D700 e D7000, F3, F4, F5, F6, F100).
AF e AFD - dal 1986 ad oggi - E' sostanzialmente una baionetta AIS a cui è stata aggiunta una presa di forza per trasmettere dal corpo alle ottiche il movimento del motore di messa a fuoco. Meccanicamente ed elettricamente compatibili con tutte le reflex digitali Nikon, su quelle prive di motore interno non funzionerà l'autofocus: D40, D60, D3000, D3100, D5000.
AFI e AFS - Scompare la presa di forza perché questi obiettivi possiedono un motore di messa a fuoco interno. Utilizzabili su tutte le reflex Nikon moderne senza limitazioni. I più recenti obiettivi AFS (e pochi AFD) sono caratterizzati dall'assenza della ghiera dei diaframmi e denominati G e possono essere utilizzati solo sulle reflex che consentono la regolazione del diaframma dal corpo macchina (tutte quelle citate).

Tra le reflex analogiche sono citate solo quelle professionali più recenti. A queste si aggiungono anche le meccaniche moderne post 1977 (FM, FM2, FM3A, FE e FE2; ok, le FE non sono puramente meccaniche ma sono a controllo elettronico, comunque avete capito cosa intendiamo) che sono in grado di accettare tutte le lenti da quelle AI in avanti ad eccezione delle lenti G con le quali sarebbe impossibile regolare il diaframma.

Per le differenze tra baionette Pre-AI, AI e AIS vedasi questa discussione dove sono anche illustrati i bocchettoni delle tre categorie di reflex digitali Nikon.

Tutte le varianti della baionetta Nikon hanno ovviamente lo stesso tiraggio (46.5mm) che è anche il più lungo tra le reflex attuali più diffuse (escluso le Leica R). E' quindi possibile, in linea di principio, adattare tutti gli obiettivi Nikon su tutte le reflex e le mirrorless, senza lenti aggiuntive e senza perdita del fuoco all'infinito. Nel caso degli obiettivi G sarà necessario un adattatore che consenta la regolazione dei diaframmi, pena l'impossibilità di aprire il diaframma.


Olympus OM

Il sistema Om è stato presentato da Olympus nel 1971, ed abbandonato nel 2002. Le ottiche possono essere utilizzate, tramite adattatori, su corpi Canon, 4/3, micro 4/3, Sony NEX, Samsung NX. Su Minolta/Sony A sono necessari adattatori con lente di correzione (sconsigliabile), oppure si può cercare di sostituire la baionetta.


Pentax K

Per quanto riguarda Pentax, da quando è stato abbandonato l'M42 per la baionetta K, l'innesto non è mai cambiato. Questo significa che tutti gli obiettivi K prodotti possono essere utilizzati sulle reflex attuali, con alcune limitazioni. Più nello specifico:

K, manuali senza la posizione A (auto) sul diaframma;
M, come sopra, ma appartenenti ad una serie di dimensioni compatte (sempre di baionetta K si tratta):

Possono essere usati, ma per cambiare il diaframma bisogna sbloccare la funzione "uso ghiera apertura". Si imposta il diaframma intervenendo sull'apposito anello posto sull'obiettivo, poi si preme il tastino verde o il tastino AL (a seconda dei modelli, fare riferimento al manuale) sulla reflex e la fotocamera calcola la corretta esposizione. Usando tali obiettivi il PTTL flash non funziona, e quindi il flash spara a tutta potenza.
Ovviamente, trattandosi di obiettivi manual focus, bisogna anche mettere a fuoco manualmente. Però funziona il segnale di messa a fuoco nel mirino (pallino verde), e c'è anche la funzione catch-and-focus, in pratica si lascia la fotocamera su AF, si ruota la ghiera di messa a fuoco sull'obiettivo e, nel momento in cui la macchina percepisce la corretta messa a fuoco, essa scatta automaticamente.
Bisogna impostare il valore della focale in manuale se si utilizza lo stabilizzatore.
--- --- ---

KA, manuali provvisti di posizione A:

Essendo la ghiera dei diaframmi provvista di posizione A, ed essendo presenti in questi obiettivi i contatti elettrici necessari, la macchina riconosce automaticamente il diaframma. Quindi l'unica sensibile limitazione usando i KA, è la ovvia perdita dell'autofocus, trattandosi di obiettivi manuali.
Il PTTL funziona.
Con alcuni modelli di reflex l'esposizione viene calcolata solo in "media ponderata" (si perdono la spot e la matrix).
Bisogna impostare il valore della focale in manuale se si utilizza lo stabilizzatore.
--- --- ---

F, autofocus prima serie;
FA, autofocus seconda serie (qualche contatto in più nella baionetta)
FAJ, autofocus, privi di anello dei diaframmi, compatibili quindi solo con alcune reflex analogiche e con tutte le digitali;
FDA, autofocus ottimizzati per il digitale, con ghiera dei diaframmi;
DA, autofocus per il digitale, privi della ghiera dei diaframmi:

Sono tutti obiettivi AF con cui non si perde alcuna funzione, sono quindi perfettamente compatibili.

Alcuni obiettivi, come il DA 17-70 e il DA*55 sono dotati solo di motore interno e non hanno la vite di collegamento con il corpo macchina. Questo significa che con le analogiche, e con le digitali più vecchie, quelle della serie *IST (*ist D, *ist DS, *ist DL), l'autofocus non funziona.
--- --- ---

Gli obiettivi a vite M42 possono essere utilizzati con un adattatore. In tal caso si comportano come gli obiettivi K.


Quattroterzi (4/3)

Il sistema Quattro Terzi (Four Thirds) è stato presentato nel 2002 e sviluppato da Olympus e Kodak. Nel tempo vi hanno aderito anche Panasonic e Leica.
Con adattatori si possono montare praticamente tutti gli obiettivi prodotti per reflex, a motivo del tiraggio ridotto.


--- Baionette "MIRRORLESS" ---


Canon EOS-M
Questa baionetta è stata introdotta da Canon nel 2012 con l'avvento delle sue fotocamere senza specchio. Dato il tiraggio ridottissimo è possibile utilizzare adattati praticamente tutti gli obiettivi prodotti nei decenni scorsi per reflex. E' possibile utilizzare obiettivi EF ed EF-S mantenendo tutti gli automatismi mediante adattatore prodotto da Canon. Il fattore di crop è il classico 1.6x adottato ance dalle reflex Canon con sensore di formato APS-C.

Fuji X
Baionetta introdotta nel 2012 da Fujifilm con la X-Pro1, ha un tiraggio addirittura inferiore a quello della Sony NEX. Come quest'ultima mediante i vari adattatori in commercio permette di utilizzare ogni ottica per reflex e telemetro.
Va segnalato un adattatore proprietario per l'utilizzo delle ottiche per il sistema Leica M, che non si limita a collegare meccanicamenta macchina e obiettivo ma presenta dei contatti elettronici che permettono funzioni aggiuntive, come l'adattamento delle cornicette e dell'errore di parallasse.

Micro 4/3

Introdotto nel 2008 da Olympus e Panasonic, mediante adattatore consente l'utilizzo anche degli obiettivi 4/3 e degli altri obiettivi manuali, dato il tiraggio ridotto. Sono in commercio anche adattatori per le ottiche da cineprese 16mm e gli obiettivi per telemetro Leica M.


Nikon 1
E' una baionetta completamente nuova ed introdotta da Nikon nel 2011. Anche qui è possibile in linea teorica adattare praticamente tutto; tuttavia le piccole dimensioni del sensore snaturano il campo inquadrato dalle ottiche: il fattore di crop è pari a 2,7.
E' disponibile un adattatore proprietario per montare ottiche Nikon G mantenendo i vari automatismi.


Samsung NX

E' un sistema nato nel 2009. Stanno comparendo in commercio adattatori per molti sistemi reflex. Non è possibile adattare gli obiettivi Leica M per questioni di diametro del bocchettone.


Sony E (NEX)

La baionetta Sony E è stata introdotta nel 2010 con il sistema senza specchio NEX. Per il suo tiraggio ridottissimo, è possibile adattarvi praticamente tutti gli obiettivi per reflex e telemetro mai prodotti, anche alcuni obiettivi per cineprese e gli obiettivi per telemetro Leica M.



Un po' di teoria...


L'adattamento è sempre un compromesso. Anche con le reflex Canon, il sistema moderno teoricamente più compatibile con vecchie baionette, rimane il problema delle collisioni con lo specchio che impediscono l'uso corretto di molte lenti... Ad esempio alcuni Contax, Takumar e Leica.
La messa a fuoco è sempre manuale, e può risultare difficoltosa nei mirini di molte reflex moderne, specialmente quelle entry level, molto più piccoli delle macchine con cui queste ottiche lavoravano. In alcuni casi è possibile trovare adattatori con microchip, per cui la macchina dà comunque l'indicazione di corretta messa a fuoco.
Oltretutto la maggior parte delle volte il diaframma non è trasmesso, ed occorre scattare con la tecnica dello stop-down (vedi sotto).
Questo non per spaventare, ma per avvertire che volendo scattare con questi obiettivi bisogna rinunciare a un po' delle comodità a cui si è abituati, per una fotografia meno immediata, almeno nei primi tempi.

Sulla qualità: Mentre i vecchi obiettivi fissi sono spesso ricercati, per molte delle loro doti di piacevolezza dello sfocato, resa dei colori, plasticità, microcontrasto, non si può dire altrettanto degli zoom. Pochi zoom di oltre vent'anni fa sono ancora competitivi rispetto a quelli moderni, questo per il grande sviluppo tecnologico in questo campo.

Ricordo infine che, a parte le reflex "fullframe", l'angolo di campo effettivo di questi obiettivi si riduce utilizzato su moderni corpi con sensore aps-c o 4/3. Per informazioni più dettagliate, rimando ai link in fondo a questa pagina.



Il tiraggio

Il tiraggio e' la distanza che intercorre tra il piano della pellicola ed il bocchettone di innesto dell'obiettivo. E' forse il parametro più importante da considerare quando vogliamo adattare alla nostra macchina ottiche con attacchi non costruiti specificatamente per quest'ultima. Il tiraggio corretto permette infatti di mantenere il fuoco all'infinito senza lenti aggiuntive.

L'M42, attacco a vite diffusissimo negli anni 70 e standard per Pentax Spotmatic, Praktica e Fuji STXXX, ha un tiraggio di 45,46mm. Esiste un parco ottiche estesissimo e la qualità media è molto buona.

Questo significa che tutti i corpi delle marche con un tiraggio inferiore a 45,46mm possono sfruttare quei millimetri di tolleranza per l'adattatore senza perdere il famigerato fuoco all'infinito.
Minolta AF ha un tiraggio di 44.7mm l'adattatore M42 quindi tollera uno spessore massimo minore di 1mm.
Si deduce facilmente che la qualità costruttiva e la precisione di lavorazione dell'adattatore sono fondamentali per non avere problemi.
Non è possibile fare il contrario in maniera indolore, adattare ottiche con minor tiraggio su corpi con tiraggio maggiore, come i Canon FD (42mm) su Canon EOS (44mm) oppure obiettivi Konica AR (40.5mm) su corpi Nikon (46.5mm).
Nel caso dell'utilizzo di un adattatore senza lenti si perde la messa a fuoco all'infinito: la differenza dei tiraggi equivale all'aggiunta di un tubo di prolunga. Per alcune accoppiate si possono trovare adattatori con una lente correttiva, ma la lente interna di questi adattatori (spesso un vetraccio salvo rarissimi e costosissimi casi) deteriora l'immagine e il gioco non vale la candela.

I tiraggi di alcuni sistemi:



Considerazioni ulteriori

Come emerge dalla digressione sul tiraggio, la compatibilità della distanza è condizione necessaria ma non sufficiente per garantire il mantenimento dell'infinito. Facciamo un esempio:
Tiraggio Baionetta A = 44.7mm (Minolta/Sony)
Tiraggio Baionetta B = 45.5mm (Contax/Pentax)



Voglio adattare la lente B per funzionare su A:
TA < TB Condizione necessaria -> Ok, è soddisfatta
TB - TA = 0,8mm --> Ingombro massimo a disposizione per costruire il mio adattatore.

In questo caso la tecnologia consente di ottenere anelli di questo spessore, ma le interferenze meccaniche delle baionette non garantiscono il risultato. Rimane comunque la compatibilità. Pertanto la sostituzione della baionetta potrebbe risolvere la situazione.

Vanno però verificate successivamente altre interferenze, come la collisione dello specchio con gli elementi posteriori di alcune lenti, in particolare i grandangoli.
Grossomodo si può affermare che con le reflex APS-C non ci sono problemi in questo senso. Con le reflex FF, dove lo specchio è molto più grande non è possibile escludere collisioni a priori. Naturalmente le mirrorless, non avendo lo specchio, sono esenti da questo problema.


Tecnica dello Stop-down

La tecnica è facilissima, basta rifare sostanzialmente quello che autofocus e leveraggi vari fanno in automatico.
Questi sono i passaggi:

1-Mettere a fuoco a tutta apertura, per facilitare l'operazione.
2-Stoppare al diaframma voluto (il mirino scurisce)
3-Scattare!


Iperfocale e tacche sull'obiettivo
Su reflex aps-c e 4/3, non è valido utilizzare le tacche dei vecchi fissi per la visualizzazione della profondità di campo e quindi dell'iperfocale.
Da prove empiriche, si perde circa uno stop di PdC nel caso di reflex aps-c, ma è una valore da prendere con le pinze.
Per il concetto di Iperfocale, rimando ai link a fondo pagina.

Altri link utili:
List of Lens Mounts - Wikipedia (in inglese)
Vademecum anelli adattatori Sony/Minolta di Cejes
Using manual lenses and telescopes with EOS cameras. in inglese, una guida all'uso di lenti manuali su fotocamere EOS. Molto completa.
Tiraggio - Wikipedia
Il tiraggio di una fotocamera di Paolo Bonavoglia
Diaframma, sensori APS, luminosità, equivalenza focale
Equivalenza focale degli obiettivi nelle Reflex Digitali
Iperfocale
Iperfocale e Profondità di Campo da Nadir
Adriano Lolli Sito di un costruttore italiano di adattatori
Leitax Non forniscono adattatori ma baionette sostitutive (es Leica R -> Nikon)

Guida realizzata grazie ai contributi di: Cejes, lamb, LupoBianco, Max Stirner, Pasi, Tomash
Per ulteriori contributi, mandate pure un MP, non rispondete a questa discussione! Wink

_________________
Marcello Absit iniuria verbis!
Tubi Kenko: una recensione - Che manuale prendo? - Adattare vecchi obiettivi su corpi nuovi


Ultima modifica effettuata da Pasi il Dom 28 Mgg, 2017 8:36 am, modificato 6 volte in totale
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
Pasi
moderatore


Iscritto: 15 Dic 2007
Messaggi: 10977
Località: Romagna

MessaggioInviato: Ven 17 Dic, 2010 11:48 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Lista di obiettivi NON compatibili con reflex Canon

Ecco elencati gli obiettivi che, montati su reflex Canon 5D (mkI e mkII), urtano lo specchio con le lenti posteriori. Lista tratta da qui, qui, e qui. Per alcuni obiettivi è indicato "forse": ci sono esperienze contrastanti. Nel dubbio ho posto tutti i "forse" come "non possibile", a vantaggio di sicurezza.


Carl Zeiss Jena CZJ
Carl Zeiss Jena Flektogon 2.8 / 35 mm "Zebra"
Carl Zeiss Jena Flektogon ALU preset 2.8 / 35 mm
Carl Zeiss Jena Flektogon leather ring 2.8 / 35 mm
CZJ Pancolar Zebra "Aus Jena" 1.8 / 50 mm first version #8541999 (jaundice)
CZJ Pancolar "aus Jena" 1.8 / 50 mm "zebra" second version #8892978
CZJ Pancolar auto 1.8 / 50 mm MC # 14255
CZJ Tessar 4.5 / 40 mm Alu
CZJ Tessar 2.8 / 50 mm Alu preset # 4319834
CZJ Tessar 3.5 / 50 mm Alu preset # 3526210
Carl Zeiss Jena Biotar Alu 2 / 58 mm preset #347613, #3398522, #3865158
Carl Zeiss Jena Biotar Alu 1.5 / 75 mm CZJ preset
Carl Zeiss Jena 2.7-3.5 / 35-70 Vario-Pancolar

Nota: i numeri dopo il cancelletto (#) indicano il numero di catalogo Zeiss dell'obiettivo, in caso di più versioni dello stesso.


Zeiss Contax:
AE 15mm F3.5 Distagon
AE 18mm F4.0 Distagon
MM 21mm F2.8 Distagon
AE/MM 28mm F2.0 Distagon
AE/MM 28mm F2.8 Distagon
AE/MM 35mm F1.4 Distagon
AE/MM 35mm F2.8 Distagon
MM 45mm F2.8 Tessar Anniversary
AE 45mm F2.8 Tessar
AE/MM 50mm F1.4 Planar
AE/MM 50mm F1.7 Planar
MM 100mm F3.5 Sonnar

Nota: Questi obiettivi sono utilizzabili tuttavia su corpi APS-C (xxxxD, xxxD, xxD), APS-H (1D) e anche sulle fullframe della fascia professionale (1Ds) senza problemi. Il rischio di toccare con lo specchio si ha solamente con i modelli di 5D e 5D mark II.


Leica R:
15mm F2.8 ASPH Super-Elmarit-R (2)
15mm F3.5 Super-Elmar-R (4)
16mm F2.8 Fisheye-Elmarit-R (3)
19mm F2.8 Elmarit-R (2nd Version, ROM) (3)
19mm F2.8 Elmarit-R #11258 (3)
21-35mm F3.5-4.0 ASPH Vario-Elmar-R (3)
21mm F3.4 Super-Angulon-R (1)
24mm F2.8 Elmarit-R (3)
28mm F2.8 Elmarit-R #11333 e #11259 (4)
28-90mm F2.8-4.5 ASPH Vario-Elmarit-R (2)
28-70mm F3.5-4.5 Vario-Elmar-R (4)
35mm F1.4 Summilux-R (3)
35-70mm F2.8 ASPH Vario-Elmar-R (2)
50mm F1.4 Summilux-R #11344 (3)

Nota: i numeri dopo il cancelletto (#) indicano il numero di catalogo Leica dell'obiettivo, in caso di più versioni dello stesso.
(1): non si possono montare su nessun corpo Canon;
(2): non si possono montare su APS-H e fullframe, si possono montare su APS-C;
(3): Non si possono montare su fullframe, si possono montare su APS-H e APS-C;
(4): Non si possono montare solamente su 5D e 5D mk II. Si possono montare su 1Ds, APS-H, APS-C.
In alcuni casi, limando di 1,5mm lo specchio della macchina, è possibile utilizzare questi obiettivi. Qui alcune foto di chi ci ha provato. Naturalmente, è una modifica che è vivamente sconsigliata!



Pentacon
Pentacon 3.5 / 30 mm Preset
Pentacon 1.8 / 50 mm MC Auto
Pentacon 1.8 / 50 mm Auto
Pentacon 2.8 / 50 mm Domiplan Auto


Pentax AsahiTakumar
Pentax Super Takumar 3.5 / 24 mm
Pentax Super Takumar 3.5 / 28 mm
Pentax S-M-C Takumar 3.5 / 35 mm
Pentax Super Takumar 2 / 35 mm
Pentax Super Takumar 1.4 / 50 mm
Pentax S-M-C 1.4 / 50 mm # 5677198


Zenit M42
MIR 1A 2.8 / 37 mm M39 thread (Zenit 3M)
MIR 1B 2.8 / 37 mm (Vologda)
Helios 44 2 / 58 mm M39 thread, preset zebra (MMZ, Zenit 3M kitlens)
Helios 44-2 2 / 58 mm preset black (Valdai)
Helios 44M-2 2 / 58 mm
Helios 44M-3 2 / 58 mm MC (MMZ)
Helios 44M-4 2 / 58 mm (KMZ)
Helios 44M-4 2 / 58 mm MC (Valdai)
Helios 44M-6 2 / 58 mm (Vologda, 49mm front thread)

_________________
Marcello Absit iniuria verbis!
Tubi Kenko: una recensione - Che manuale prendo? - Adattare vecchi obiettivi su corpi nuovi
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
lamb
utente attivo


Iscritto: 26 Ott 2006
Messaggi: 2851
Località: Bari, Torino, Uppsala, Amburgo, Londra, poi di nuovo Torino, sigh...

MessaggioInviato: Mar 04 Gen, 2011 1:36 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Ho fatto una piccola modifica alla descrizione dei corpi Nikon...
_________________
Ascolta, una volta un giudice come me giudicò chi gli aveva dettato la legge: prima cambiarono il giudice e subito dopo la legge.
Konica AutoReflex, Hexanon 21/4, 28/3.5, 40/1.8, 57/1.2, 85/1.8, 135/2.5 e altri vetri tra il 1968 e il 1985.
Nikon D300, D70IR, 1 Nikkor AI, 2 Nikkor AIS, 1 Nikkor AF, 2 Nikkor AFD, 1 Nikkor AFS, 1 Tokina , 1 Sigma, 2 Metz.
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Bacheca utente
elerum
utente


Iscritto: 13 Gen 2011
Messaggi: 110
Località: meneghino d'importazione

MessaggioInviato: Ven 14 Gen, 2011 10:59 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Scusate che mi sono permesso, aggiungo il link con i tiraggi di quasi tutte le macchine:
http://www.graphics.cornell.edu/~westin/misc/mounts-by-register.html
Saluti, Michele

_________________
Michele
un pensiero diventa parola, una parola diventa azione, un azione diventa abitudine, un abitudine diventa carattere, eh beh, il carattere diventa destino; perciò pensiamo bene e scegliamo noi la strada da prendere.
Quattro ruote muovono il corpo invece le due ruote muovono l'anima , facciamoci un girò!!!
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Bacheca utente
MisterG
moderatore


Iscritto: 19 Dic 2003
Messaggi: 13978
Località: Monza

MessaggioInviato: Mar 22 Feb, 2011 9:07 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

bel lavoro Smile
_________________
Vendo Canon 2XII, SD 32e64GB. My flickr
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
Pasi
moderatore


Iscritto: 15 Dic 2007
Messaggi: 10977
Località: Romagna

MessaggioInviato: Lun 12 Set, 2011 12:27 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Adattatori con chip programmabile "EMF"

Da un mesetto utilizzo un adattatore M42->EF con chip programmabile, chiamati EMF.
L'ho comprato su ebay dall'oriente a poco più di 10€, ecco alcune impressioni d'uso.

La programmazione, una volta capito il meccanismo, è facile. In un paio di minuti si inseriscono lunghezza focale e diaframma massimo dell'ottica.

L'adattatore offre anche la possibilità di tarare/aggiustare la messa a fuoco. Si tratta di inserire un valore compreso tra 0 e 31, e in base a quello l'informazione dell'AF viene corretta. Questo è un processo fattibile anche se un po' più lungo, perché si tratta di andare “a tentativi”, mettendo la macchina su cavalletto, con una focus chart (o qualcosa di simile), e fare un po' di prove. Ci sono un po' di inconvenienti: non si sa da che valore parta l'adattatore, né come vada la correzione, se aumentando aumenta il front o il back focus. Insomma non sono “due foto e via”, una mezz'oretta ci vuole. L'altro inconveniente è che l'indicazione di messa a fuoco varia se vi si arriva ruotando la ghiera a partire dall'infinito o dalla minima distanza di messa a fuoco. Non chiedetemi perché, ma è un “giochetto” che accade anche con gli adattatori con chip non programmabile. Il risultato è che se magari per un verso è perfetto, per l'altro presenta un leggero F/B focus.
Sinceramente lo ritengo tollerabile, specie lavorando a diaframmi più chiusi.

L'esposimetro della macchina viene ingannato se si vuole registrare il valore di apertura negli exif. Ma è insito nel suo modo di lavorare: lui è convinto sempre di misurare la luce alla massima apertura, e si regola di conseguenza, sapendo che il diaframma verrà chiuso al valore impostato solo al momento dello scatto. Lavorando in stop-down non è così, il diaframma lo si chiude manualmente prima e questo lo trae in inganno.
Un esempio: Voglio scattare una foto ad f/4. Imposto manualmente pertanto f/4 sull'ottica, che si chiude a quel valore. Grazie all'adattatore posso impostare anche sulla macchina f/4, in modo che venga registrato nei dati exif. Naturalmente è una cosa fittizia, l'adattatore comunica alla macchina f/4 ma non lo imposta sull'ottica, siamo noi!
La macchina si trova quindi in questa situazione: fisicamente ha davanti a sé la lente chiusa ad f/4, e misura quella luce lì. Però è convinta (perché gli obiettivi oggi fanno così) che questa sia ancora alla massima apertura, f/2, f/2,8, quella registrata nel chip, e che al momento dello scatto si chiuderà ad f/4. Pertanto espone di conseguenza, sovraesponendo di uno-due stop...
I rimedi sono tanti, e semplici...
Si può scattare completamente in manuale; lavorare in priorità apertura sottoesponendo; rinunciare al dato corretto negli exif sul diaframma, impostando nella macchina sempre l'apertura massima, sfruttare il blocco dell'esposizione...
Comunque è una cosa più facile a farsi che a dirsi.
Allego una traduzione in italiano delle istruzioni, prese da qui.

--- Manuale utente del chip EMF ---

Preparazione:
1) Accendere e collegare l'adattatore con chip alla macchina fotografica, che mostrerà come diaframma f/1.4.
2) Impostare la modalità Manuale.
3) Impostare la velocità dell'otturatore a 1/60 di secondo.
4) Impostare l'incremento dell'esposizione a passi di 1/3 EV. (È l'impostazione di default nelle macchine digitali Canon).



Accedere alla modalità di programmazione:
Impostare il valore di apertura a f/64 e premere una volta il pulsante di scatto.
Impostare il valore di apertura a f/57 e premere il pulsante di scatto una volta.
Iimpostare il valore di apertura a f/64 e premere una volta il pulsante di scatto.
Ruotare la manopola di apertura, impostare l'apertura massima di F1.0 e scattare.

Per passare alla modalità di impostazione della lunghezza focale: impostare l'apertura F2.2, scattare una volta
Per passare alla modalità di impostazione della massima apertura: impostare F2.0, scattare una volta
Per passare alla modalità di impostazione dell'aggiustamento della messa a fuoco: impostare F2.5, scattare una volta


Assegnare un valore
Quando si imposta l'anello, sarà necessario inserire alcuni valori. In modalità di impostazione, l'anello interpreta i valori di apertura indicati come numeri. La regola di conversione è indicata nella tabella sottostante:



Assegnare il valore di apertura:
Dopo aver inserito la modalità di impostazione della massima apertura, ruotare la manopola e impostare il diaframma alla massima apertura effettiva del vostro obiettivo e premere il pulsante di scatto.

Assegnare il valore lunghezza focale:
La lunghezza focale può essere impostata da 1 mm a 65535 millimetri. L'anello utilizza cinque numeri per memorizzare i dati di lunghezza focale. Se la lunghezza focale del vostro obiettivo è più piccola di cinque cifre, è necessario inserire degli zeri davanti ai numeri reali. Ogni volta che si sceglie un numero, premete il pulsante di scatto per inviarlo.

Assegnare il valore della micro regolazione:
Il chip emf accetta valori di regolazione dell'autofocus, che vanno da 0 a 31. Il valore è definito da due numeri. Se il valore di regolazione del vostro obiettivo è più piccolo di 10, si deve inserire uno zero davanti al numero effettivo. Scegliete il numero desiderato (con la tabella di conversione) e premere il pulsante di scatto per assegnare i valori uno ad uno.

Salvataggio nel chip
Impostare il valore dell'apertura alla F57, premere una volta il pulsante di scatto.
Impostare il valore dell'apertura alla F64, premere una volta il pulsante di scatto.
Impostare il valore dell'apertura alla F57, premere una volta il pulsante di scatto.
Memorizzare nel chip solamente un parametro per volta. È necessario progrmammare apertura, lunghezza focale, microregolazione in differenti volte.

Esempio
Per esempio: 100mm f2.8 regolazione AF 25
Entrare in modalità programmazione: F64, scatto, F57, scatto, F64, scatto.
Entrare nella modalità di inserimento della lunghezza focale: F2.2, scatto.
Inserire il valore lunghezza focale: F2.0, scatto F2.0,scatto, f/2.2, scatto, f/2.0, scatto, F2.0, scatto. (00100)
Salvare il parametro nel chip: f/57,scatto, f/64, scatto, f/57, scatto.
Impostazione della lunghezza focale: fatta a 100mm.
Entrare in modalità programmazione: F64, scatto, F57, scatto, F64, scatto.
Impostazione della modalità di inserimento della max apertura: F2.0, scatto.
Inserire il massimo valore di apertura: f/2.8, scatto.
Salvare il parametro nel chip: f/57,scatto, f/64, scatto, f/57, scatto.
Impostazione dell'apertura massima fatta ad f/2,8.
Entrare in modalità programmazione: f/64, scatto, f/57, scatto, f/64, scatto.
Entrare nella modalità di regolazione della messa a fuoco: f/2.5, scatto.
Inserire il valore della micro regolazione: f/2.5, scatto. f/3.5 scatto.
Salvare il parametro nel chip: f/57,scatto, f/64, scatto, f/57, scatto.
Impostazione della regolazione AF fatto come 25.

Scattare con l'adattatore intelligente
Scattare registrando i dati di apertura del diaframma.
Attenzione: si prega di configurare l'adattatore prima dell'uso. [Vedi sopra]

* Modo A:
1. Impostare l'apertura massima sulla lente
2. Impostare l'apertura desiderata sulla fotocamera
3. Mettere a fuoco ed esporre il soggetto, quando si raggiunge la messa a fuoco, impostare il blocco dell'esposizione.
4. Impostare l'apertura dell'obiettivo per la stessa apertura come impostato sulla fotocamera
5. Premere il pulsante dell'otturatore e scattare la foto.

* Modo B:
1. Impostare l'apertura massima sulla lente
2. Impostare il valore di apertura alla telecamera per la massima apertura del diaframma
3. Mettere a fuoco ed esporre il soggetto, quando si raggiunge la messa a fuoco, impostare il blocco dell'esposizione.
4. Impostare l'apertura sull'obiettivo e l'apertura sulla fotocamera secondo l'apertura desiderata.
5. Premere il pulsante dell'otturatore e scattare la foto

Scattare senza registrare negli EXIF il valore dell'apertura
1. Impostare il valore di apertura alla telecamera per l'apertura massima della lente '
2. Impostare la fotocamera in modalità AV
3. Impostare l'apertura desiderata sulla lente
4. Mettere a fuoco ed esporre il soggetto e scattare la foto.
Nei dati EXIF come apertura verrà registrata quella massima della lente.

Se si desidera registrare i dati reali del diagramma negli EXIF, occorre seguire strettamente le istruzioni di funzionamento del Modo A o Modo B, altrimenti l'adattatore invierà dati errati sull'apertura alla macchina fotografica e l'esposimetro non funzionerà correttamente, risultato: esposizione sbagliata.

Se si desidera solo scattare con facilità, per prima cosa impostare l'apertura massima della lente sulla fotocamera e mantenere quest'impostazione. L'esposizione deve essere controllata regolando l'apertura sulla lente.

Per esempio, se si utilizza un obiettivo 80 millimetri f/2.8, impostare il diaframma massimo f/2.8 e la lunghezza focale di 80mm. Mantenere il diaframma f/2.8 come impostazione sulla fotocamera per tutti gli scatti, pur se si varia l'apertura reale sull'obiettivo. La fotocamera memorizzerà il valore di f/2,8 nei dati EXIF, ma l'esposimetro funzionerà correttamente.
--- * ---

_________________
Marcello Absit iniuria verbis!
Tubi Kenko: una recensione - Che manuale prendo? - Adattare vecchi obiettivi su corpi nuovi
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
GattoQ
utente


Iscritto: 17 Dic 2011
Messaggi: 90
Località: cesenatico

MessaggioInviato: Lun 02 Gen, 2012 6:44 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Citazione:
L'adattatore offre anche la possibilità di tarare/aggiustare la messa a fuoco.

Perchè la messa a fuoco non è quella manuale e quella visibile nel mirino?

Con un'ottica 42x1 la lettura dell'esposimetro è falsata?
Domande per me purtroppo per nulla scontate.
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Invia email Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
lamb
utente attivo


Iscritto: 26 Ott 2006
Messaggi: 2851
Località: Bari, Torino, Uppsala, Amburgo, Londra, poi di nuovo Torino, sigh...

MessaggioInviato: Lun 02 Gen, 2012 9:36 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

GattoQ ha scritto:
Perchè la messa a fuoco non è quella manuale e quella visibile nel mirino?

Non conosco quell'adattatore per cui rispondo a senso. La messa a fuoco con il mirino ottico è corretta nei limiti e nelle possibilità dei poveri mirini delle reflex moderne. Se però si vuole un ausilio elettronico come può essere la conferma della messa a fuoco presente non solo sulle Nikon (che io conosco), allora ci si affida anche all'elettronica e questa deve essere tarata correttamente...

GattoQ ha scritto:
Con un'ottica 42x1 la lettura dell'esposimetro è falsata?

Così su due piedi direi di no finchè le lettura è TTL... La quantità di luce che raggiunge l'esposimetro è proporzionale a quella che raggiunge il sensore indipendentemente se davanti c'è un obiettivo dedicato oppure uno adattato... Se la lettura è TTL...

_________________
Ascolta, una volta un giudice come me giudicò chi gli aveva dettato la legge: prima cambiarono il giudice e subito dopo la legge.
Konica AutoReflex, Hexanon 21/4, 28/3.5, 40/1.8, 57/1.2, 85/1.8, 135/2.5 e altri vetri tra il 1968 e il 1985.
Nikon D300, D70IR, 1 Nikkor AI, 2 Nikkor AIS, 1 Nikkor AF, 2 Nikkor AFD, 1 Nikkor AFS, 1 Tokina , 1 Sigma, 2 Metz.
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Bacheca utente
san1948
nuovo utente


Iscritto: 12 Gen 2012
Messaggi: 1
Località: bergamo

MessaggioInviato: Ven 13 Gen, 2012 6:21 pm    Oggetto: vecchi obiettivi su digitali mirrorless Rispondi con citazione

Complimenti al Sig. Pasi, ho letto la relazione sulle possibilità di montare degli obiettivi utilizzati sulle reflex per adattarli alle digitali compatte o mirrorles. Utilissima spiegazione, molto chiara, molto tecnica, molto esauriente, credo che a molte persone amanti delle fotografia avrebbe fatto piacere acquisire queste informazioni. Nuovamente grazie. Sandro
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Invia email Bacheca utente
GattoQ
utente


Iscritto: 17 Dic 2011
Messaggi: 90
Località: cesenatico

MessaggioInviato: Sab 14 Gen, 2012 7:31 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Grazie Pasi per la dettagliata spiegazione...
che però mi fa rimpiangere le vecchie fotocamere
e da una parte non mi induce alla prova di un adattatore e vecchie ottiche.

Mi interessa invece utilizzare un MTO 500 su Canon... spero senza problemi e calcoli.
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Invia email Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
v.ivanhoe
nuovo utente


Iscritto: 08 Lug 2012
Messaggi: 3
Località: Bologna

MessaggioInviato: Dom 08 Lug, 2012 10:00 am    Oggetto: Rispondi con citazione

si potrebbe montare un obiettivo zeiss su una nuova digitale nikon?
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
MisterG
moderatore


Iscritto: 19 Dic 2003
Messaggi: 13978
Località: Monza

MessaggioInviato: Dom 08 Lug, 2012 10:09 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Pasi ci sarebbe da aggiornare almeno la sezione evil Wink
_________________
Vendo Canon 2XII, SD 32e64GB. My flickr
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
Pasi
moderatore


Iscritto: 15 Dic 2007
Messaggi: 10977
Località: Romagna

MessaggioInviato: Lun 31 Dic, 2012 4:14 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

MisterG ha scritto:
Pasi ci sarebbe da aggiornare almeno la sezione evil Wink

Ci ho messo una toppa... Wink

_________________
Marcello Absit iniuria verbis!
Tubi Kenko: una recensione - Che manuale prendo? - Adattare vecchi obiettivi su corpi nuovi
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
visualdrome
nuovo utente


Iscritto: 06 Lug 2012
Messaggi: 18
Località: Genova

MessaggioInviato: Mer 19 Giu, 2013 9:58 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Ciao a tutti.
Vorrei montare su una MarkII un obbiettivo Pentax-A Zoom 28/80mm 3.5/4.5 (58mm).

Qui la foto dell'obbiettivo

Ho trovato un rivenditore (Lolli) che ha l'adattatore ma dice che devo:
- limare la sporgenza in palstica a forma di trapezio che darebbe fastidio allo specchio
- forse dovrei limare anche la levetta di metallo, vicinissima alla forma di plastica, che potrebbe dare fastidio alla macchina.

Per tagliare la forma di plastica non ci sono problemi (penso/spero) ma per quella di metallo forse si.

_________________
www.visualdrome.net
Canon5DMk2 - Canon 28mm 1.8 - Olympus 35mm 2 - Zeiss 50mm 1.4
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Invia email Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
gainni
utente


Iscritto: 21 Apr 2012
Messaggi: 168

MessaggioInviato: Mar 01 Ott, 2013 3:22 pm    Oggetto: Pentax 28-80 su Canon Rispondi con citazione

Ciao,
trovi adattatori che arrivano dalla cina con conferma della messa a fuoco a pochi euro in rete.
L'ottica Pentax poi è un modello da kit e vale poco, se vedi che tocca sullo specchietto (profa con una EOS a pellicola prima) la levetta per apertura del diaframma si può di solito smotare eliminando qualche vitina.

Visto il valore dell'ottica se non hai voglia di perdere tempo scremando la lente e stando attento alla polvere puoi limare via tutto Smile
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Bacheca utente
jlk
utente


Iscritto: 12 Gen 2014
Messaggi: 161
Località: Varese

MessaggioInviato: Dom 02 Feb, 2014 5:49 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Interessante la tabella dei tiraggi e la notizia dell'adattatore programmabile
_________________
entusiasta del micro 4/3. Ora il mio corredo non ha buchi da 7 a 300 Wink
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Bacheca utente
antonio-p
utente


Iscritto: 29 Mar 2008
Messaggi: 139
Località: Savona

MessaggioInviato: Gio 27 Mar, 2014 10:11 pm    Oggetto: elmarit R 28 2,8 ultima versione 11259 su 6D Rispondi con citazione

Sto usando un elmarit R 28 2,8 11259 su 6D in liveview e chiaramente così non può battere lo specchio.
Pasi , secondo te , se abbassassi lo specchio , sbatterebbe ?
Grazie
Antonio
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Bacheca utente
dapog
nuovo utente


Iscritto: 19 Lug 2006
Messaggi: 47

MessaggioInviato: Mar 22 Apr, 2014 10:40 am    Oggetto: Rispondi con citazione

ciao, sono in possesso di queste vecchie lenti manuali
Carl Zeiss Distagon T* 28mm f/2.8
Nikon AI-s 24mm f/2.8
Nikon AI-s 50mm f/1.4
Minolta MD 50mm f/1.7
Yashica ML 50mm f/1.7
Yashica ML 135mm f/2.8

sapreste dirmi, tra canon e nikon (parlando di full frame), quale macchina gestirebbe meglio queste lenti?
so che le lenti con attacco contax/yashica sulle canon vanno senza problemi, mentre su nikon richiedono un adattatore con vetrino che diminuirebbe la qualità finale. però non ne sono molto sicuro
per la lente minolta ho trovato degli adattatori con vetrino sia per canon che per nikon ma non ho info sulla qualità
qualcuno riesce a consigliarmi?

grazie
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Bacheca utente
arxmenny
nuovo utente


Iscritto: 12 Ago 2015
Messaggi: 1

MessaggioInviato: Mer 12 Ago, 2015 3:38 pm    Oggetto: Nikon D60-D5100 e vecchi obiettivi Rispondi con citazione

Salve a tutti. Io posseggo una Nikon D60 e una Nikon D5100.
Inoltre posseggo i seguenti obiettivi:

Canon Lens FD 50mm f1.8
Canon Lens FD 28mm f2.8
Osawa MC 135mm f2.8
Hanimex Hmc 300mm f4

Sapete dirmi se esiste qualche adattatore per le mie macchine digitali?
Grazie mille.
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Bacheca utente
Pasi
moderatore


Iscritto: 15 Dic 2007
Messaggi: 10977
Località: Romagna

MessaggioInviato: Mer 12 Ago, 2015 4:37 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

No, perdi la messa a fuoco all'infinito.
Potrebbe anche esserci qualcosa su ebay per collegare meccanicamente ottica e macchina, ma non lo sfrutteresti. Triste

_________________
Marcello Absit iniuria verbis!
Tubi Kenko: una recensione - Che manuale prendo? - Adattare vecchi obiettivi su corpi nuovi
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
Mostra i messaggi a partire da:   
Nuovo argomento   Intervieni in questo argomento    Indice del forum -> Obiettivi Tutti gli orari del forum sono CET (Europa)
Vai a 1, 2  Successivo
Pag. 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi iniziare nuovi argomenti
Non puoi rispondere ai messaggi
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare gli allegati in questo forum



Tutti i contenuti presenti sul sito sono di proprieta' esclusiva degli autori, sono vietate la riproduzione e la distribuzione degli stessi senza previa esplicita autorizzazione.

Visualizza la policy con cui vengono gestiti i cookie.

© 2003, 2016 photo4u.it - contatti - based on phpBB - Andrea Giorgi