photo4u.it

Iniziative in corso che potrebbero interessarti:
Dietro le quinte di p4u: FdS e Vetrine
Iniziativa: Il Confronto
Sfogliando le photogallery: Tia
Iiniziativa: Critica al buio
HoS - Hall of SelfPortraits - by photo4u.it
photo4ustory una foto dal passato ...

la casa rossa
Vai a Precedente  1, 2
la casa rossa
la casa rossa
la casa rossa
di marco palomar
Gio 30 Mar, 2006 7:17 am
Viste: 1736
Autore Messaggio
vassi
utente attivo


Iscritto: 03 Feb 2006
Messaggi: 1396

MessaggioInviato: Dom 02 Apr, 2006 12:22 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Secondo me e solo a mio modestissimo parere penso che ci sia un fraintendimento grosso. Penso che non sia passato ci che marco intendeva dire e forse non sono riuscito a capirlo neppure io. Quello che si trascurato pi volte in questo forum la tipologia di fotografie "descrittive" e come giustamente dice fabius
Citazione:
ok una foto descrittiva e quindi senza velleit "artistiche"
. Per cui si potrebbe criticare questo tipo di foto esclusivamente sotto l'aspetto tecnico cos come si fa solitamente per le fotografie architettoniche.
Senza nulla togliere a chi mette sentimento ed emozione che comunque avvalora un'immagine fotografica, ritengo che una foto architettonica non debba dare niente di pi che una descrizione di una struttura architettonica mostrandone le sue caratteristiche. Che poi venga apprezzata o meno la figura o l'equilibrio dell'immagine, le alte luci, la simmetria, i 3 come dice marco un discorso puramente soggettivo e verso il quale non si dovrebbe opporre resistenza visto che si voluto sottoporre la propria foto a persone che stanno qua dentro solo per criticare e per essere criticati.

NOTE: personalmente non ho mai fatto una fotografia architettonica, non sono architetto e che di fotografia ne so ancora ben poco dico. Ma dico secondo me la fotografia nel limite descrittivo stata eseguita non molto bene! Il taglio forse poteva comprendere anche l'ultima parte della colonna del cancello, si poteva esporre sul cielo e sarebbe risultato tutto molto pi apprezzabile.
IMHO
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
gian1804
utente attivo


Iscritto: 13 Gen 2005
Messaggi: 1350
Localit: Rep. San Marino - Ravenna

MessaggioInviato: Dom 02 Apr, 2006 12:34 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Ti do' un parere ancora meno tecnico di quelli che hai ricevuto, e se vero che sei umile dovresti accoglierlo come un parere dal peso specifico pari ed uguale al tuo:

Se il cielo fosse stato blu carico bello terso, se il rosso fosse stato saturo e caldo, se avessi usato un banco ottico e un grandangolo sarebbe probabilmente stata una foto leggermente piu' gradevole ma non veicolo di emozioni. Una foto non molto distante da quella che hai postato.
E' vero, siamo in una sezione di architettura, ma piu' precisamente direi che siamo in una sezione di FOTOGRAFIA dedicata alla arrchitettura, dove quindi elementi architettonici vengono, o dovrebbero essere usati per trasmettere emozioni.
Se volessimo dissertare dei coniugi backer (ma non si erano separati? Smile) ci iscriveremmo tutti all'universita'.
Purtroppo o per fortuna siamo gente che cerca emozioni, e allora molto piu sommessamente ci siamo iscritti a qeusto forum. Se su questo forum si posta una brutta foto, di un elemento architettonico incantevole resta per noi una brutta foto.
Tutto qua.
Ci sara' gente che di architettura non capisce nulla, ma qualcosina magari di fotografia capisce oppure piu' semplicemente ascolta solo le emozioni che uno scatto fa o non fa nascere.
Se cerchi altro, forse sono altri i luoghi di discussione che cerchi. Il web grande. Non prendere questo coem un invito ad andartene, ci mancherebbe. Prendilo piuttosto come un invito a rimanere qui, ma magari con una mentalita' diversa e un animo piu' predisposto alle osservazioni e alle critiche.
Se non hai nulla da imparare che cerchi commenti a fare?

_________________
Fujifilm s5500 - Nikon coolpix 2100 - Minolta XE- 1, Minolta XE-7 - Rokkor 28mm 3.5 - Rokkor 50 1.2 - Rokkor 50 1: 7 Rokkor 135 2.8 - Zoom Minolta MD 70-210/4,5-5,6 vivitar 24mm 2.8 Zenitar 16mm Ingranditore Lupo M2, Rodenstock 50mm
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
melarossa
utente attivo


Iscritto: 09 Feb 2004
Messaggi: 9285
Localit: Salento

MessaggioInviato: Dom 02 Apr, 2006 12:39 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

scusa palomar...ma ora proprio non capisco questo tuo attacco al forum...e agli utenti che ne fano parte.
posso ben comprendere la delusione dei nostri commenti...non adatti probabilmente alle tue aspettative...
...come gi detto da max...i forum il nostro forum, tendenzialmente non composto n da critici d'arte n da professionisti...ma piuttosto da un gruppo di amici affiatati forse a volte un p troppo espliciti...che esprimono giudizi, pareri tecnici e non...

ora se vorrai farne parte, per noi un piacere...avremmo una possibilit in pi di confronto e un aiuto per migliorarci nella materia...
altrimenti mi spiace...dovrai frequentare altri bar... altri caff... pi ristretti, dove idee e convinzioni non hanno bisogno di essere discusse...

_________________
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
chinchillart
utente attivo


Iscritto: 15 Apr 2004
Messaggi: 5234
Localit: Ravenna

MessaggioInviato: Dom 02 Apr, 2006 1:47 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

marco palomar ha scritto:
Caro ocio, ho letto con attenzione per un bel po'... poi a un certo punto nella tua prosa fluente mi capitata una frase che mi ha fatto capire quanto poco attento sei stato tu...

"si aggiunga anche un problema di linee cadenti" ...
assolutamente falso, l'immagine stata corretta da me in PS e c' voluto pure qualche ora per renderla assolutamente dritta come ... e gi basterebbe questo a giudicare tutto il resto del tuo commento e l'attenzione con cui qui si guardano le foto...

"L'elemento architettonico rappresentato non di rilievo"...
vorrei sapere in base a quale fai questa affermazione. D che non ti piace questa casa e facciamo prima. A me che -se permetti- ne capisco qualcosa invece questo "elemento architettonico" pare di grande rilievo.
Il significato che io annetto a questo "elemento architettonico" questo: anche in una palazzina apparentemente uguale alle altre e apparentemente sgradevole si pu trovare il germe dell'intelligenza e della bellezza. Del resto in architettura c' una lunga tradizione in questo genere di approccio.

"Anche da un punto di vista estetico manca una certa cura..."
Anche questa frasetta non vuol dire niente se non specifichi che cosa significhi cura, per te, quale sia il tuo criterio di selezione. Ma tu li conosci, ad esempio, i coniugi Becker?. Ripeto: se fosse stata fatta con un banco ottico -di cui non dispongo- questa foto sarebbe perfetta. Questo perch l'aspetto tecnico e materico della fotografia non va sottovalutato.

"...che lascia l'osservatore con l'amaro in bocca"
dipende dalle aspettative dell'osservatore, non trovi?

"Se non vuoi trasmettere emozione, il discorso gi chiuso" Ripeto: vedi le foto dei coniugi Becker e poi ne riparliamo.
Non credo proprio che il problema della fotografia sia riconducibile cos semplicisticamente a quello di trasmettere emozione. Il discorso dell'emozione e della comunicazione in fotografia e nell'espressione artistica in genere molto complesso e anche molto pericoloso, perch se fosse il problema principale allora le foto migliori sarebbero quelle dei compleanni dei bimbi, quelle dei gattini, quelle dei vecchietti di spalle ecc.

"L'umilt sempre un passo in avanti, un acquisizione."
B dovresti iniziare a dare il buon esempio, per esempio evitando di scrivere una risposta superficiale come questa e di fare certi sfoggi di retorica come in "Qual l'alchimia della bella foto?": sebbene condivida il succo della maggior parte delle tue affermazioni, non condivido affatto la tua velleit di sistematizzare in poche battute una materia cos complessa come quella dell'espressione fotografica. Non basta qualche riferimento a Freud per un'impresa del genere, n gli ammiccamenti all’esperienza di Photo4U.

La tua insistenza sul meccanismo proiettivo nell'osservazione di una foto degna di nota, ma -come per il richiamo all'emozione di cui parli anche qui- conduce ad alcuni tipici equivoci:

il primo pi banale pensare che quello che emoziona a me riesca ad emozionare anche gli altri. Non affatto scontato, dipende dal modo in cui si riesce ad elaborare la propria emozione, ad attribuirle significati: e nella foto si vede. Il classico esempio di quelli che si emozionano davanti al mare o a un bel paesaggio e lo fotografano: nella foto, che un pezzettino di carta piccolo e piatto, non rimane nessuna emozione, a meno di adoperare alcuni piccoli accorgimenti. Ma anche quelli che fanno ritratti a persone care, spesso pensano che per il solo fatto di ritrarle tutto il mondo le trover egualmente care. Fare un bel ritratto difficilissimo, e spesso la probabilit di riuscirci inversamente proporzionale con il coinvolgimento emotivo tra fotografo e persona ritratta. A volte il coinvolgimento emotivo invece di lasciare le cose libere di essere come sono, le ingabbia in propri schemi mentali. Ma questo un discorso complesso.

Un'altro equivoco quello di condondere l'emozione con la spettacolarizzazione: un difetto che vedo bene, benissimo, anche nelle tue foto. E' come se non avendo fiducia nella capacit di comunicare attraverso un linguaggio piano e funzionale al carico emotivo della situazione rappresentata, si vadano a cercare parole ampollose, artificiose, elaborate, retoriche, gridate.

Un ulteriore equivoco quello di credere che sia l’emozione il succo di ogni foto. Questo non affatto vero, sia perch sono esistite ed esistono correnti artistiche che predicano una assoluta oggettivit dell’opera, sia perch nella fotografia a mio avviso esiste sempre una valenza documentaria (ma non tutti la pensano cos) che in alcune foto, per esempio quelle di architettura, pu e deve diventare protagonista assoluta.

Ritornando per un attimo alla mia foto, diciamo che non c’ un punto comune: essendo io architetto, fotografo da quasi venti anni, indefesso e pallosissimo ragionatore su problemi di fotografia (oltre che dell’architettura), non ho un punto comune con chi, nel valutare una mia foto, l’affronta in maniera cos a-specifica, come se fosse una delle innumerevoli foto di gabbiani sul mare che si vedono su Photo4U. Anche se la foto l’ho messa io, mi sembra di essere come il fotografo appena pi smaliziato al quale il fotografo pi ingenuo mostrati i suoi primi tramonti.

Ma veniamo un attimo alle tue, di foto. A me pare che rivelino l’irragionevole e infantile fiducia che sia il soggetto a fare le foto: inteso sia come oggetto fotografato, sia come soggetto-fotografo. Cio, per tornare all’esempio che tu fai, mi pare che tu non sia poi tanto diverso dal fotografo di tramonti che tratti con affettuosa sufficienza; perch, come lui, anche tu ancora credi che basti una singolarit come un uccello, una faccia rugosa, un bel bambino, un paio di gambe, il colore deciso di un fiore, il viso di una sposa ecc. ecc. a fare la foto; o al contrario il trucchetto dozzinale di PS. Diciamo che l’emotivit che tanto decanti viene trasposta nello specifico fotografico in maniera didascalica. Cio rende le tue foto descrittive, in senso emotivo ma pur sempre descrittive.

Trovo invece – se mi concedi anche a me l’ineleganza di esprimere le mie idee sulla fotografia- che una buona foto debba, come affermi tu, riescire ad innescare dei meccanismi proiettivi nell’osservatore – e questa una sorta di esca, di zuccherino – ma che questo non basti: perch poi, invece di lasciare l’osservatore fermo in preda a un languore sentimentale – il vecchio rugoso, il simpatico bambino, il tramonto, l’immensit del paesaggio – una buona foto deve condurlo verso altre aperture, altri interrogativi, altri stati d’animo, altre archeologie affettive. E perch questo avvenga deve essere aperta, non chiusa ad una unica interpretazione; ambigua, perch la fotografia stessa che fonda sull’ambiguit il proprio status; ben fatta, cio che non contenga elementi inutili. E’ mio parere personale, non condiviso praticamente da nessuno, che una foto non debba essere troppo ben fatta, per non cadere in un meccanismo aprioristico per cui il fotografo ritiene di essere consapevole di tutti i possibili messaggi della sua immagine. La ambiguit della fotografia rispetto al suo rapporto con la realt (cio la inevitabilit del referente) e la presenza di elementi “ridondanti”, come dice un fotografo-critico di mia conoscenza, sono le cose che a mio avviso differenziano la fotografia dalle altre forme grafiche. Per cui capita, a mio avviso, che in una foto gli elementi pi importanti siano quelli non previsti o non controllati dal fotografo.

E qui mi fermo. Io personalmente sono contento che in questa discussione si parli di fotografia, e non di quattro stupide fotine da commentare un po' velocemente un po’ ipocritamente.


Sei sarcastico, attacchi sul piano personale Ocio e il suo stile di fotografare, attacchi, beffandotene, i suoi articoli e i suoi piccoli, amatoriali, tentativi di comprendere l'arte fotografica, di cui ci rende piacevolemente complici, noi tutti del forum. Secondo me gi qui hai sforato il regolamento del forum stesso..

Poi ci proponi un relativismo disarmante su alcune correnti artistiche d'avanguardia e non, di cui io non conosco e non voglio conoscere i dettagli, per carit.. tutto questo per difendere il fatto che la tua foto penosamente esposta e poco comunicativa sul piano emozionale; e sempre allo stesso scopo adduci che una foto NON deve per forza essere comunicativa sul piano emozionale ma soprattutto essere emozionalmente ambigua per sollecitare forme di pensiero e reazione, nell'osservatore, prive di schemi preconcetti e arcaici o archetipici (come nella foto del vecchio rugoso che tu citi); va bene, e allora? Ti pare che la foto che ci proponi abbia qualcosa a che fare con tutto questo? Ti pare che ci sia una sorta di trasversalit o ambiguit emozionale nella tua foto, atta a suscitare emozioni o non-emozioni non convenzionali? E qui ti contraddici, perch tu stesso affermi che lo scopo della foto era di proporre un soggetto architettonico interessante (e sospetto interessante per gli addetti ai lavori), proponendo quindi un discorso non-artistico, ben lontano da qualsiasi corrente di pensiero artistica o pseudo artistica. Allora perch scomodare i Giganti e la semiotica della fotografia?

Alla fine, paradossalmente, la tua foto equivalente alla foto del gatto del vicino, perch un gatto che ha vinto concorsi di bellezza ed stato premiato per il suo pedigree in diversi concorsi internazionali, ed io sono laureato in gattofilia e sono ben consapevole della preziosit di questo gatto nel mondo gattofilo.

E poi poco importa se la foto stata bruciata, in fondo ho raddrizzato le linee cadenti, e c'ho messo quattro ore in photoshop. Ma perch raddrizzare le linee cadenti e non prevenire una scorretta esposizione? Perch una foto architettonica pu avere una esposizione sballata? Cosa ti costava scattare con tre esposizioni pesate e poi montarle in photoshop per avere tutto esposto correttamente?


Ma andiamo avanti cos, facciamoci del male.. Mah

Roberto

_________________
"The single biggest problem in communication, is the illusion that it has taken place." ~ George Bernard Shaw
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
marco palomar
utente


Iscritto: 01 Ago 2004
Messaggi: 91

MessaggioInviato: Dom 02 Apr, 2006 3:55 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

gian1804 ha scritto:


E' vero, siamo in una sezione di architettura, ma piu' precisamente direi che siamo in una sezione di FOTOGRAFIA dedicata alla arrchitettura, dove quindi elementi architettonici vengono, o dovrebbero essere usati per "trasmettere emozioni."


Tu chiamale se vuoi, emozioni....
Con questa storia mi sarebbe dovuto venire qualche infarto con tutte le foto che si vedono, qui e non solo!
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
marco palomar
utente


Iscritto: 01 Ago 2004
Messaggi: 91

MessaggioInviato: Dom 02 Apr, 2006 4:12 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

...

Ultima modifica effettuata da marco palomar il Dom 02 Apr, 2006 4:16 pm, modificato 2 volte in totale
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
marco palomar
utente


Iscritto: 01 Ago 2004
Messaggi: 91

MessaggioInviato: Dom 02 Apr, 2006 4:14 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

chinchillart ha scritto:

Sei sarcastico, attacchi sul piano personale Ocio e il suo stile di fotografare, attacchi, beffandotene, i suoi articoli e i suoi piccoli, amatoriali, tentativi di comprendere l'arte fotografica, di cui ci rende piacevolemente complici, noi tutti del forum. Secondo me gi qui hai sforato il regolamento del forum stesso..

Poi ci proponi un relativismo disarmante su alcune correnti artistiche d'avanguardia e non, di cui io non conosco e non voglio conoscere i dettagli, per carit.. tutto questo per difendere il fatto che la tua foto penosamente esposta e poco comunicativa sul piano emozionale; e sempre allo stesso scopo adduci che una foto NON deve per forza essere comunicativa sul piano emozionale ma soprattutto essere emozionalmente ambigua per sollecitare forme di pensiero e reazione, nell'osservatore, prive di schemi preconcetti e arcaici o archetipici (come nella foto del vecchio rugoso che tu citi); va bene, e allora? Ti pare che la foto che ci proponi abbia qualcosa a che fare con tutto questo? Ti pare che ci sia una sorta di trasversalit o ambiguit emozionale nella tua foto, atta a suscitare emozioni o non-emozioni non convenzionali? E qui ti contraddici, perch tu stesso affermi che lo scopo della foto era di proporre un soggetto architettonico interessante (e sospetto interessante per gli addetti ai lavori), proponendo quindi un discorso non-artistico, ben lontano da qualsiasi corrente di pensiero artistica o pseudo artistica. Allora perch scomodare i Giganti e la semiotica della fotografia?

Alla fine, paradossalmente, la tua foto equivalente alla foto del gatto del vicino, perch un gatto che ha vinto concorsi di bellezza ed stato premiato per il suo pedigree in diversi concorsi internazionali, ed io sono laureato in gattofilia e sono ben consapevole della preziosit di questo gatto nel mondo gattofilo.

E poi poco importa se la foto stata bruciata, in fondo ho raddrizzato le linee cadenti, e c'ho messo quattro ore in photoshop. Ma perch raddrizzare le linee cadenti e non prevenire una scorretta esposizione? Perch una foto architettonica pu avere una esposizione sballata? Cosa ti costava scattare con tre esposizioni pesate e poi montarle in photoshop per avere tutto esposto correttamente?


Ma andiamo avanti cos, facciamoci del male.. Mah

Roberto


1) Tutto sta nel fatto che se devo fare una foto di architettura il problema n.1 fare vedere l'architettura, non quanto sono originale come fotografo (e se qualcuno di Roma ha avuto modo di vedere le fotografie di Jemolo alla mostra sulle ultime architetture della capitale sapr di cosa parlo). Se per me auspicabile, in generale, che il fotografo si tenga un passo indietro, lasciando la scena al soggetto, lo ancora di pi per una foto di architettura...

2) Il relativismo "disarmante" non tanto relativo, io le mie idee ce le ho ma so che altri ne hanno di opposte. Non le condivido ma le considero. Tutto sta a riconoscersi reciprocamente.

3) Se parli male della mia foto come fatto tecnico non posso che darti ragione; se pensi che anche fotografando una palazzina abbia una specie di dovere morale di far venire i brividi dall'emozione a chi guarda la foto, non siamo d'accordo.

Grazie comunque del commento.
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
Rob612
non pi registrato


Iscritto: 26 Lug 2005
Messaggi: 1795

MessaggioInviato: Dom 02 Apr, 2006 4:53 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

marco palomar ha scritto:
Secondo la mia foto una foto di genere, cio una foto di architettura, che rispetta le regole della foto documentaria di architettura ben fatta.
Mi aspettavo che i frequenatori di una sezione architettura di un forum di fotografia avessero almeno una vaga idea di cosa sia una foto documentaria di architettura.


Io non lo so, cos'e' una foto documentaria di architettura. Non sono un architetto. Ma ho alle spalle anni ed anni di documentaristica vera, di quella che si fa buttando il sangue e chilometri di pellicola (allora si girava in 16 o in 35 a seconda dei casi, di elettronico non se ne parlava neanche) E tra i piu' di 700 documentari sui quali ho lavorato (da portascatole a direttore di produzione) una certa percentuale riguardava proprio l'architettura.

Con noi, naturalmente, c'erano anche i fotografi. I quali sapevano - bene - il loro mestiere e certamentetiravano fuori degli scatti con i controcoglioni, anche quando erano costretti ad usare mezzi di fortuna.

Morale: come ho gi detto, io non sono un architetto, sono uno che fa fotografie (per hobby, anche se ho la tessera da professionista in tasca) e non capisco un cacchio d foto di architettura.

Avrei potuto non rispondere per niente a queto thread oppure rispondere con un facile battuta per allentare la tensione. Ma invece credo di doverti dire onestamente quello che penso.

A me - e sottolineo a me, un coglione qualsiasi che non conta un cazzo - la foto che presenti come un raro esempio di fotografia documentaristica, nell'ordine:

1) Non mi dice assolutamente nulla
2) Tecnicamente, linee cadenti a parte (se dici che ci hai perso del tempo, ovviamente ci credo, anche se non sono convinto del risultato) ha valore zero, nel senso che tutta sbagliata.
3) Dal punto di vista compositivo, vedi il punto 2
4) Dal punto di vista estetico, per quel che mi riguarda - parere puramente soggettivo come del resto tutti quelli espressi al punto precedente - la casa non mi piace
5) Non ci abiterei mai, manco ammazzato, circondato da tutti quei palazzotti pi alti, mi sentirei soffocare. E ringrazio Dio che non sia vicino casa mia, mi darebbe fastidio (e se vicino casa mia, per fortuna non ci ho mai fatto caso).

Per concludere, amico mio, il consiglio assolutamente tranquillo e pacato che posso darti di fare un uso pi frequente di una cosa che mi pare ti manchi un po': l'umilt.

L'umilt di non sparare a zero su quasi tutto quello che vedi qui dentro deridendolo con le frasette tipo "il vecchino piccino con titolo solitudine" (peraltro foto banalissima, posso anche essere d'accordo).

L'umilt di accettare le critiche di gente diversa da te, con cultura, preparazione e forma mentis talmente etrogenee che difficlmente ne troverai uno, qui dentro come fuori, che la pensi ESATTAMENTE come te.

Soprattutto, l'umilt di difendere le tue idee con toni pacati, magari scherzosi e non con l'aggressivit che traspare sistematicamente dai tuoi pochi messaggi.

Poi, ovviamente, fai un po' come ti pare. Il problema non certamente mio.

Edit: dimenticavo, per aggiungere una nota scherzosa: immagino che tu sia architetto. Io invece guarda caso ho studiato ingegneria. Per me, voi siete quelli che fanno a casa d'altri quello che non farebbero mai nella propria Wink
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
gian1804
utente attivo


Iscritto: 13 Gen 2005
Messaggi: 1350
Localit: Rep. San Marino - Ravenna

MessaggioInviato: Dom 02 Apr, 2006 6:28 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

marco palomar ha scritto:
gian1804 ha scritto:


E' vero, siamo in una sezione di architettura, ma piu' precisamente direi che siamo in una sezione di FOTOGRAFIA dedicata alla arrchitettura, dove quindi elementi architettonici vengono, o dovrebbero essere usati per "trasmettere emozioni."


Tu chiamale se vuoi, emozioni....
Con questa storia mi sarebbe dovuto venire qualche infarto con tutte le foto che si vedono, qui e non solo!


pensavo potessi rispondere qualcosa di piu' sensato e non ridurre tutto alla logica del "eh ma anche gli altri postano foto che non danno emozioni".
Quantomeno il tuo argomentare, sopratutto in questo ultimo caso ha suscitato quelle emozioni che tu snobbi spocchiosamente: un sorriso.

_________________
Fujifilm s5500 - Nikon coolpix 2100 - Minolta XE- 1, Minolta XE-7 - Rokkor 28mm 3.5 - Rokkor 50 1.2 - Rokkor 50 1: 7 Rokkor 135 2.8 - Zoom Minolta MD 70-210/4,5-5,6 vivitar 24mm 2.8 Zenitar 16mm Ingranditore Lupo M2, Rodenstock 50mm
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
Spinellino
utente attivo


Iscritto: 15 Dic 2004
Messaggi: 3907

MessaggioInviato: Lun 03 Apr, 2006 12:00 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Un paio di considerazioni tecniche:
1-la prospettiva orrenda: non basta raddrizzare con photoshop le linee verticali per ottenere una prospetiva da banco ottico; a questo punto ha decisamente pi senso lasciare le linee cadenti
2-l'esposizione indecente: anche con una cmpatta si pu fare di meglio
3-la composizione lascia a desiderare: ad esempio la macchina che spunta in basso a sinistra distrae ed antiestetica.
4-il lavoro di unione delle immagini fatto in photoshop di bassissimo livello: anche in questa minuscola versione si possono notare le giunture grossolane

Nacora un paio di considerazioni su alcune cose dette prima:
-la foto di architettura non deve semplicemente rappresentare un elemento architettonico: deve rappresentarlo nel miglior modo possibile, esaltandone ogni caratteristica. Una foto in queste condizioni di luce e con questa (im)precisione tecnica farebbero apparire brutto anche l'arco di trionfo.
-nella fotografia la tecnica importantissima: nessun genere di fotografi prescinde dalla tecnica. Poi si possono rompere alcune regole per raggiungere il proprio scopo, ma si deve sempre avere pieno controlli di ci che si sta facendo. In questa foto non pare che tu volontariamente vada contro ad alcune regole; in questa foto pare che tu non abbia la minima idea di quali siano le regole della tecnioca fotografica.
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
LuK
utente attivo


Iscritto: 09 Dic 2004
Messaggi: 3685
Localit: Torino

MessaggioInviato: Sab 08 Apr, 2006 1:00 am    Oggetto: Rispondi con citazione

...toc toc...

Max permesso???


Ah ah ah

_________________
Eos 30d+Bg+Tokina12/24f4+S24/70F2.8+C70/200F4+C50mm1.8 ---> BERLINO2006 <--- WWW.LUCACLEMENTE.TK
Link utili : Regolamento - Come pubblicare le vostre fotografie - Guida alla navigazione del forum - Il breviario del Don

Non discutere mai con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato [ Nascosto ] Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
BarbaraT
bannato


Iscritto: 03 Dic 2005
Messaggi: 1162
Localit: Roma-Tahiti

MessaggioInviato: Sab 08 Apr, 2006 1:35 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Scusami Marco..ma secondo me hai voluto abbindolare tutti Smile
Questa casa non esiste.. tutto un modellino in scala.. comprese le macchinine..il passo carrabilino Smile Smile

Dai....quei balconi a baldacchino stile "Re Sole"...il trancio di Jungla del Belize nel sopraelevato.....e quel colore ghiacciolo amarena...dai...e' tutto un incubo...altro che l'ecomostro di Matarrese.. Smile Smile


Scusami Marco..ma proprio da buttare giu' e ricostruire..anche se non saprei da dove ricominciare...Smile

Scherzo eh???? Smile Smile

La foto non mi piace molto...non so
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
Daniele Nesi
non pi registrato


Iscritto: 19 Gen 2005
Messaggi: 805

MessaggioInviato: Mar 27 Feb, 2007 9:09 pm    Oggetto: la casa rossa Rispondi con citazione

ciao palo
mi sono imbattuto quasi per caso in sta casa....tu mi stai simpatico...ma, che dire......sembra la foto di un perito assicurativo.
Wink Wink))

PS ma di l l'hanno vista?
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato [ Nascosto ] Bacheca utente
LuK
utente attivo


Iscritto: 09 Dic 2004
Messaggi: 3685
Localit: Torino

MessaggioInviato: Mar 27 Feb, 2007 9:58 pm    Oggetto: Re: la casa rossa Rispondi con citazione

io qua mi ricordo che scrissi

LuK ha scritto:
fa cacare


ma credo che qualche moderatore/admin mi edit il messaggio Mi arrabbio? Diabolico

_________________
Eos 30d+Bg+Tokina12/24f4+S24/70F2.8+C70/200F4+C50mm1.8 ---> BERLINO2006 <--- WWW.LUCACLEMENTE.TK
Link utili : Regolamento - Come pubblicare le vostre fotografie - Guida alla navigazione del forum - Il breviario del Don

Non discutere mai con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato [ Nascosto ] Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
Jager
nuovo utente


Iscritto: 09 Dic 2006
Messaggi: 41
Localit: Italia

MessaggioInviato: Mar 27 Feb, 2007 10:46 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

sec me marco hai sbagliato una cosa.... l'obiettivo della foto... te l'hai postata qui x discutere della sua architettura, ma ti ricordo che non un forum di architetti in primis, e quindi la casa non possiamo criticarla. Certo, potremmo criticare il suo abbinamento con il resto del panorama..... ma che senso avrebbe? siamo fotografi e non ci interessa tanto una discussione su come poteva esser costruita meglio la palazzina.

secondo: spendere tanto tempo a ritoccare una foto, a curarne i particolari... non ne fa per forza una foto bella. non so ke kosa siano le linee cadenti, sono completamente digiuno di tecnica fotografica, e in parte credo sia buona cosa, che da profano fotografo ci che mi piace. Da profano intelligente per, xk non prendo le cose cos come mamma natura me le fa cascare dal cielo, cerco combinazioni tra i vari elementi all'interno della foto particolari, un punto di vista che mi fa pensare a qulcs, insomma cerco degli accostamenti particolari, che vanno oltre la normalit.

Se invece si vuole appunto come magari hai fatto tu far vedere cos' la banalit, la normalit etc etc allora dobbiamo INTRODURRE questo argomento con un buon titolo. C' gente lo fa di lavoro sui giornali, direi che sempre importante un buon titolo, x mettere il ricevente sull'attenti riguardo a particolari pensieri.

La tua foto...come dire... scialba. Cio, non ha assolutamente niente di particolare. E' una finestra aperta di una casa. A te piace molto probabilmente xk hai visto dal vero la casa, hai pensato certe cose, ma la foto non ne ha presa nemmeno 1. Te ricordi cosa hai pensato, noi no.

X farti capire... io l'ho guardata un po'..... riguardata.... e ho detto: E allora?

se tu avessi magari tagliato le macchine, sarebbe potuto venire fuori qulcs... cio come spiccasse questa casa rossa come un pugno in un occhio in mezzo alle palazzine bianche. Lasciando le macchine invece viene fuori un comunissimo scenario che noi non possiamo comprendere. (mi sembra che gli altri commenti gridino all'unisono questa cosa.... quindi non venire fuori chess con "basta non capite niente di fotografia io cerco critici d'alto livello, e sono quelli che mi danno ragione blablabla" (molto probabilmente nn t' passato nemmeno x la testa, ma non ti conosco e quindi metto le mani avanti))

la foto sec me non ha un suo scopo, ecco.


Tutto questo ovviamente detto dalla mia ignoranza fotografica, ma d'altronde per commentare la foto non serve avere un titolo, xk ancora una libert garantita dalla costituzione la libera opinione... cmq sempre disposto a cambiarla con dovute spiegazioni e convincimenti Smile
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
anteriorechiuso
utente attivo


Iscritto: 26 Gen 2007
Messaggi: 2107
Localit: Osasio (TO)

MessaggioInviato: Gio 01 Mar, 2007 12:40 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Foto artistica?

Vomito

_________________
LE MIE FOTO: http://www.flickr.com/photos/anteriorechiuso/sets/72157626199084245/
https://www.flickr.com/photos/anteriorechiuso/sets
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato [ Nascosto ] Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
Mostra i messaggi a partire da:   
Vai a Precedente  1, 2

 
Vai a:  



Tutti i contenuti presenti sul sito sono di proprieta' esclusiva degli autori, sono vietate la riproduzione e la distribuzione degli stessi senza previa esplicita autorizzazione.

Visualizza la policy con cui vengono gestiti i cookie.

© 2003, 2016 photo4u.it - contatti - based on phpBB - Andrea Giorgi