x I termini di utilizzo di photo4u.it sono stati aggiornati in base alle attuali leggi europee per la privacy e protezione dei dati (GDPR). Puoi leggere la nuova versione nella pagina Termini di utilizzo e Privacy.
photo4u.it
Menù
Home Home
Forum Forum
Fotografie Fotografie
Le tue Preferite Le tue Preferite
Foto della settimana Foto della Settimana
Foto in Vetrina Foto in Vetrina
i Contest di photo4u.it Contest 4u
Taccuino fotografico Taccuino fotografico
Grandi Memo Grandi Memo
Articoli Articoli
Interviste Interviste
Le recensioni degli utenti Recensioni
Tutorial Tutorial
Eventi Eventi
Libri Libri
Segnalazione concorsi Concorsi
Donazioni Donazioni
utileFutile utileFutile
Lo staff di photo4u.it Lo staff
Contatti Contatti
Privacy policy Privacy policy
Benvenuto!
Login
Utente:

Password:

Login automatico
 
photo4u.it - Articoli
5 minuti con... Anna Marogna
In questa rubrica conosceremo di volta in volta i fotografi amatoriali e professionisti che si affacciano sul nostro portale. Proporremo i loro scatti piu' significativi e interagiremo commentando con gli altri utenti del Forum il racconto della vita fotografica dell'intervistato. In 5 minuti sarà possibile leggere qualche domanda e relative risposte che verranno poste di volta in volta agli utenti scelti dalla redazione, il tutto sarà corredato da qualche foto inedita e se possibile di qualche foto dell'autore per conoscerlo di persona, oltre ai link all'attività o alle pagine social/siti personali per una conoscenza piu' approfondita. Per la 10ma uscita della Rubrica abbiamo scelto di raccontare brevemente Anna Marogna, allo scoccare del primo anno qui con noi, cercando di conoscerla piu' da vicino, grazie alla mini intervista che segue...
Buona lettura a tutti!





Abbiamo chiesto ad Anna di scrivere qualche parola come introduzione...

Un saluto a tutti ed un grazie a GiovanniQ per questa bellissima opportunità!

Mi racconto ed è la prima volta che lo faccio, un po’ timidamente non lo nascondo, non timidissima ma riservata, l’altro lato del mio essere una gemella zodiacale determinata e volitiva quando serve.

Sono una "baby boomer" a tutti gli effetti, nata a Sassari dove i miei genitori si trasferirono da Sorso, cui sono ancora molto legata, un paese dell’hinterland che guarda distese di ulivi, vigne ed il Golfo dell’Asinara.

La mia ‘autobiografia’ è scandita da prima e dopo.

Prima.

Un’infanzia e preadolescenza in una bella, colorata e numerosa famiglia, piena di voci, di caratteri e legata saldamente ai valori della tradizione. Studi classici che hanno contribuito allo sviluppo della passione per la letteratura, la musica, la poesia, l’arte e lasciato una nota di ‘romanticismo‘ incurabile.

Incantesimo spezzato dalla prematura scomparsa di mio padre ed allora diventare grandi in una notte, a 17 anni, è stata una svolta difficile. Imparare a non essere più figli lo è sempre.

Ma l’imprinting ci fu e recuperare nel tempo tante cose è stato l’obiettivo affinché quegli insegnamenti prendessero forma, quei gesti diventassero i miei, quegli sguardi muti che dicevano tutto quello che c’era da dire mi guidassero nel mio cammino.

Tra le passioni trasmesse quella per la fotografia. Lo seguivo fin da piccola osservandolo usare la sua Rolleicord, la magia di quei negativi quadrati e di quegli scatti tra i ricordi più belli che conservo gelosamente.

Dopo.

Una breve incursione nella Facoltà di medicina, che seguii più per una tradizione familiare, anziché ascoltare la mia vera inclinazione umanistica. In seguito qualche anno di lavoro nel campo farmaceutico ed infine la scelta di formare una famiglia che mi ha portato a vivere qui a Udine trenta anni fa.

Il prima, dunque, nella mia isola, sul mio ‘scoglio’ profumato di mirto e di salsedine, di abbacinanti colori così forti da togliere il respiro.

Il dopo è questa terra friulana altrettanto bella, generosa, ospitale che mi ha permesso di crescere due figli meravigliosi.

Ma anche dopo tanti anni, anzi ancor di più, quella nostalgia della terra che è radici, che è casa, abita in me ed a volte è struggente.

Ciao Anna raccontaci qualcosa della tua esperienza fotografica, come e’ nata la passione e come si e’ sviluppata nel corso degli anni? Ami fotografare da sola o in compagnia? Quali sono i tuoi soggetti fotografici preferiti?

Ricevetti, ancora scolaretta, la prima Kodak Pocket Instamatic 100 con cui cercavo di emulare il lavoro paterno. Non feci in tempo a carpire i segreti e per molti anni lasciai quel mondo che mi affascinava.

Finché i miei fratelli (grazie!) mi regalarono una Yashica che purtroppo mi fu rubata quasi subito ed allora presi una Pentax P30 con cui da autodidatta mi dilettavo nei soggetti più disparati.

Fu solo nel 2013 che decisi di fare ‘sul serio’ acquistando una reflex digitale. Mi iscrissi ad un corso base che comprendeva i rudimenti della Postproduzione e mi registrai in un portale fotografico nazionale.

Trascorsi molto tempo ad osservare opere di valenti Autori e soprattutto leggendo commenti, studiando con attenzione ogni scatto proposto, leggendo libri.

Capii che l’unico modo per far fotografia è: SCATTARE e sottoporre il proprio operato all’opinione competente di chi di fotografia si intendeva. E mi buttai.

Le prime furono quelle istintive, naturalmente il mio mare, ma pian piano cominciavo a restringere il campo, ad affinare il mio gusto, a capire quel che volevo davvero imprimere sulla ‘pellicola’.

E quel che volevo era il particolare, il dettaglio.

Devo qui, se mi consentite, ringraziare di questo Bruno Tortarolo, utente di questo sito (Moderatore della Sez.Varie, ndr), che pazientemente mi ha portato a capire ciò che era nascosto “sulla soglia della mia coscienza fotografica”, colui che mi ha insegnato a comporre, l’umiltà di sbagliare, la forza di riprovarci.

Il gesto fotografico è per me solitudine, è astrazione, è raccoglimento. Un parlottare tra me e la fotocamera, una sfida insieme noi due nel cogliere nel modo migliore ciò che ‘ci’ colpisce.

Che tipo di attrezzatura utilizzi per le varie sessioni fotografiche? Che importanza dai al device che utilizzi?

Volendo passare ad una reflex digitale, e senza alcuna infarinatura né esperienza di base, presi la Nikon D90 con lo standard 18/105, desiderando altri ‘orizzonti’ integrai con il 70/300 Nikkor f5.6, un po’ pesante ma non amo il cavalletto, ed un 35 Nikkor f1.8.

Dopo le prime perplessità ho imparato ad amarla, a coglierne le possibilità, una 'nave scuola' dalla quale con un po' di applicazione si traggono scatti che soddisfano la mia passione fotografica.

Ho pensato ad un cambio futuro, più performante e certamente con sensore Full Frame ma per ora va bene.

La reflex rimane, a mio parere, lo strumento con cui misurarsi in fotografia ma lo smartphone è ormai entrato nella mia borsa e qualche scatto in modo discreto o da cogliere al volo per fermare l’attimo l’ho fatto senza peraltro avere intenzione di farne un cavallo di battaglia e ancor meno con chances di sostituire una vera macchina fotografica.

Abbiamo notato, sia nelle foto che inserisci in critica, che nei commenti che doni agli altri autori che il mare per te ha un ruolo fondamentale e di preferenza, per molte ragioni, spiegaci cosa significa per te, quali sensazioni ti fa provare e se cerchi qualcosa in particolare. Raccontaci dei luoghi che ami fotografare e magari anche se hai delle preferenze.

Sono nata con i piedi in acqua, ho nuotato prima di correre, remato prima di andare in bicicletta, imparato a pescare prima di parlare bene o studiare.

Il mare ed il salino del mio luogo del cuore, Stintino sulla punta nord della Sardegna proprio di fronte all’Isola dell’Asinara, sono parte di me.

E’ il mio luogo del cuore, il nido sulle rocce, quella casa ‘sul confine dei ricordi’ come disse il poeta

E poi, Marina di primo nome all’anagrafe, nomen omen, come desiderò contro tutti papà.

Ho iniziato, come tanti, a fotografare quelle albe sul mare, quando c’è il silenzio che un tramonto non sempre regala, ogni giorno uno scatto diverso, perché’ il mare muta ogni momento ed in quei silenzi trovare le risposte, affidare pensieri, o semplicemente sentire il vento, quel maestrale che mi manca così tanto e che ti ‘marchia’ per sempre, che amo allo stesso modo in maniera struggente.

Come dicevo la letteratura è parte importante della mia vita e c’è un brano che credo racconti il mare meglio di me:

“Il mare incanta, il mare uccide, commuove, spaventa, fa anche ridere, alle volte, sparisce, ogni tanto, si traveste da lago, oppure costruisce tempeste, divora navi, regala ricchezze, non dà risposte, è saggio, è dolce, è potente, è imprevedibile. Ma soprattutto: il mare chiama…, Instancabilmente, lo sentirai chiamare…succederebbe in qualsiasi paradiso, e in qualsiasi inferno. Senza spiegarti nulla, senza dirti dove, ci sarà sempre un mare, che ti chiamerà’’ (A.Baricco).

Il luogo principe è questo, trovo sempre qualcosa di nuovo nel porticciolo come nel paese ma ogni luogo ha per me un fascino da scoprire, non il paesaggio quanto piuttosto un dettaglio che rimandi all’insieme.

Sei con noi, qui su photo4u.it da meno di un anno e hai all’attivo già piu’ di mille messaggi, la tua fototeca, per quanto la tua galleria possa essere relativamente piccola con circa 80 foto, ha all’attivo ben 3 Foto della Settimana e 12 Vetrine mensili, che tipo di idea ti sei fatta della nostra community? Come ci hai trovato e come ti trovi qui? Un pensiero che puo’ esserci utile, e se puoi, illustraci pregi e difetti della nostra community.

Si! Un anno tra pochi giorni e sono lieta di ‘festeggiarlo’ con voi qui.

Frequentavo, come detto, un altro sito in cui ho molto imparato ma con amarezza ho dovuto lasciare per una svolta troppo social per la mia indole, refrattaria a diktat di qualsiasi genere.

Purtroppo, per una scelta a mio vedere sbagliata, è stato disperso un patrimonio culturale non indifferente e ciò ha provocato un grande dolore e un vuoto che andava colmato per continuare un certo percorso.

Osservavo photo4u da un po’ di tempo e sono stata accolta qui a braccia aperte come una di casa, transfuga da quel portale che non sentivo più di condividere.

Ciò che mi ha colpito subito è l’estrema cura del format, la qualità delle foto, la varietà di proposte vivaci, l’estremo garbo (inflessibile ma puntuale nell’educazione) della moderazione ed infine, ma non per ultimo, la serietà dei commenti anche ammantati di quella ironia e ilarità che sempre ci vuole.

Sono rimasta piacevolmente sorpresa dei riscontri al mio lavoro, e se la mia Galleria è al momento piccola, è perché photo4u mi è servito da stimolo per guardare meglio, considerando altri punti di vista e, non nascondo, che ho rivisto tanti scatti con nuovi occhi proponendoli con le nuove acquisizioni.

Sono convinta che non smettere di imparare sia la chiave per andare avanti, con la serena umiltà di confrontarsi prima di tutto con se stessi.

Per concludere, osservando ancora una volta la tua gallery, qualche parola su due temi, secondo noi, fondamentali del tuo sentire fotografico, i colori e le forme “minimal”. Parlaci di come produci queste foto molto interessanti, dalla previsualizzazione allo scatto, fino alla post produzione. Riesci sempre a creare quello che ti proponi oppure a volte effettui delle correzioni dopo lo scatto? Qualche pensiero in proposito…

Sono arrivata a questo tipo di scatti che prediligo perché scoprii che l’oggetto apparentemente anonimo poteva essere trasformato in qualcosa di personale e unico.

E oggi è come se il mio occhio fosse allenato a questo, mi viene spontaneo focalizzare un dettaglio eliminando da subito elementi distraenti. Cerco, quindi, di scattare già ciò che mi sono prefissata ed ho previsualizzato, lasciando abbastanza poco margine ‘di manovra’.

Non sempre mi riesce naturalmente, ma ho già in mente la foto finita ed il titolo nel momento del click. Ritengo infatti che lingua ed immagine favoriscano e completino lo scatto.

La post è un elemento fondamentale quasi sempre, fornisce quei mezzi di correzione indispensabili per la lettura ottimale della foto.

Non amo le post troppo invadenti o falsanti, uso soprattutto i gradienti di luminosità, chiarezza e, non essendo esperta, con parsimonia i filtri.

Mi è capitato, credo come a tanti, di vedere un particolare solo dopo un periodo di ‘decantazione’ ma è nel mio carattere essere istintiva sempre come nella vita.

Lavorando fin dal RAW mi pare di colmare ciò che purtroppo non ho potuto frequentare: la camera oscura (palestra di tanti fortunati amatori e non). La post quindi è per me rendere appieno le intenzioni della previsualizzazione.

Il minimal è l’essenza delle cose. La bellezza, infatti, molto spesso si nasconde nelle cose semplici, pulite e uniformi in cui ogni minimo dettaglio riesce a risaltare con estrema efficacia. In esso c’è spesso tutto quello che serve per trasmettere la propria emozione fotografica.

Racchiude già molte informazioni, ma non serve essere ridondanti per capire il soggetto.

Il colore è il complemento che rafforza ed esprime uno stato d’animo, per me, quindi, è importante realizzare una ricerca più approfondita lavorando su questo punto di forza in questo genere per attirare la percezione dello spettatore e raccontargli, o meglio cercando di raccontargli, il mio mondo soprattutto interiore.



Per finire oltre ad ammirare la tua gallery qui su photo4u: LINK

Ti chiediamo di scegliere alcune foto (al max 5) a cui sei piu' affezionato che hai postato nel tempo qui su photo4u e magari scrivere una breve descrizione a corredo.



111 Stintino. Sarò passata mille volte davanti a quel cancelletto
e questa è la prima foto del mio ‘dopo’ fotografico
in cui irruppe il dettaglio.
Link Foto su p4u


Claudia Costantino ha scritto:
Ben vista.
Cromie del tutto gradevoli.
Complimenti anche per il riconoscimento meritato Ciao


ant64 ha scritto:
Semplicemente bella.
Antonio


Bruno Tortarolo ha scritto:
Ciao Anna, sono state dette molte cose su questa foto, sia dal lato tecnico che quello emotivo, tutte assolutamente pertinenti.
C'è un qualcosa che esprime questa foto che non è immediatamente percepibile, c'è occhio senz'altro, attenzione al soggetto, c'è la sintesi di quel noto aforisma di HCB ma c'è soprattutto, a mio parere, una grandissima predisposizione alla Fotografia e non lo penso da ora, per abitudine scorro le gallerie degli autori per averne una idea il più completa possibile e quando mi riesce interagisco personalmente per scavare maggiormente nel 'personaggio' (per questo mi piace molto la rubrica dei 5 minuti con) anche con commenti che a prima vista possono sembrare 'impropri' ma che mi danno il quadro della situazione.
Nella tua galleria Anna trovo davvero questa predisposizione e la trovo nella varietà dei soggetti, mai banali e scontati con una costante ricerca del personale, c'è da lavorare come in me come in tutti qui ma il seme è resistente e quando ti prende non ti molla più, non farlo, non mollare anche a fronte di un commento un po' fuori dalle righe.
La foto è molto bella, a qualcuno non piacerà, ma al di là dei righelli e di tutto il resto c'è l'espressione di una passione davvero forte che vorrei coltivassi per sempre, complimenti.
Bruno


Laki85 ha scritto:
Ottima street! Bianco su blu, blu su bianco, avrei solo alzato un po'la luminosità sulla staccionata e tolto un po' di ciano dai bianchi. Per il resto occhio incredibile! Ok!


essedi ha scritto:
Sarà che io vedo ovunque il lato street ma questa la sento tale!Notevole occhio,gran gusto compositivo,bellissimi anche i cromatismi.Complimenti! Ciao,Sergio. Smile


Cristian1975 ha scritto:
Un grande occhio che chiede il fatidico "SI" alle cromie . Un matrimonio tra visione e colore . E' sempre un bel vedere ma soprattutto complimentarsi di fronte a cosi tanto saper vedere. Una street senza uomo, io avrei azzardato la sezione pur concependo che siamo al limite ...chiaramente non tuo che vai oltre la mera immaginazione. Brava Annetta Amici


gattapilar ha scritto:
Eccellente abbinamento con ottime cromìe, bella bella!
Tanti Auguri e tanta luce per questo Nuovo Anno




Scale. Partendo dal dettaglio del cuore per terra note di musica per il mio animo romantico, colta al volo con il cellulare.
Link Foto su p4u


littlefà ha scritto:
Ti hanno già detto tutto per questa immagine che narra e emoziona. L'anima del pianista che inebriata dalla sua passione per la musica sale sino a sfiorare il cielo.Il cuore,simbolo per eccellenza di emozioni e passione ben ancorato a terra e lui,il pianista, nel pieno del trasporto delle sue sensazioni. Molto molto bella ,bravissima e sensibile tu ad aver unito questi elementi e raccontato così bene queste emozioni,ottima anche la scelta del titolo!Brava Anna Ciao


Bruno Tortarolo ha scritto:
Magnifica foto cara Anna, la scala è elemento basilare nella produzione musicale ed ogni musicista deve averle ben radicate nei pensieri e da questo nasce in me l'idea che come un sogno ciò si materializzi come una immagine tra il sogno e la realtà e se è fantastico "salire" le scale e poi ridiscenderle dall'altro lato, è ancor più straordinario di come si possa "toccare" il cielo con un dito con una perfetta esecuzione, si può volare anche con la musica e i suoi echi eterni specie se, come dimostra quel cuore, il tutto è fatto con amore.
Questo sogno di musicista, come un pensiero che corre materializzandosi, è il sogno di tutti noi che tendiamo a farli reali e questa immagine sembra darne un tangibile esempio. Occhio e sensibilità, c'è molto da imparare da te in un panorama umano a tratti desolante. Un buona serata, Bruno


-Max- ha scritto:
Deliziosamente rappresentata. La figurativa scalata a raccogliere le note liberate dal pianista per collezionarle fisicamente in un proprio scrigno dei ricordi. Ottima Ciao


jus ha scritto:
Cristia per primo ci ha fregati tutti. Smile
Io, metto una stellina e aggiungo ch mi piace molto.
Ciao.


Cristian1975 ha scritto:
" E' tutto un equilibrio sopra la follia"
Arte ed artisti, una realtà , una coincidenza, un vivere in comunione ma senza interessi. Qualcosa che risalta l'emotività in chiave di violino e che non chiede nulla , se non semplicemente di essere ammirata, ascoltata. Una bella sintonia "immaginaria" dove anche solo per pensare di riuscire a "vederla" dobbiamo essere in grado di far battere il cuore, pompare sangue dentro lui e renderlo appunto gigante, proprio come quello che è stato adagiato a terra Smile Ci vuole emozione o meglio, la capacità di sapersi emozionare di fronte a certe vedute. Tu , l'hai trasmessa . Tu .. ti emozioni Smile



Pesce azzurro.
Una facciata urbana in cui la passione
per la geometria si scatenò regalandomi soddisfazioni
Link Foto su p4u


elis bolis ha scritto:
ciao Anna, tu sai quanto mi piacciono queste immagine composte con grande cura ed equilibrio perciò non mi dilungherò (dopo il commento di Bruno non è il caso Smile ) Preferita e non se ne parli più
buona serata
Elis


paolo cadeddu ha scritto:
Una pulizia artistica di rara bellezza... Niente di più di quello che serve.... X me queste immagini sonob scuola.. Me devo ancora imparare molto... Un saluto


Piergiulio ha scritto:
Pulita ed elegante.
Una composizione che sa coniugare l'architettura con la luce. Brava piergiulio Wink


Bruno Tortarolo ha scritto:
Ciao Anna, immagine interessante sotto molti punti di vista. Innanzi tutto il titolo, non è una acciuga ne' una sardina e neppure uno sgombro eppure se ne percepisce la forma con l'occhio e la bocca aperta, cosa che indica una fervida fantasia nel cogliere forme ed indicarne il senso.
Geometrie pulite, bello il gioco di triangoli che si viene a creare intorno al palo e questa volta punto luce sulla parete posizionato bene per rafforzare il concetto di pesce. Tralascio la problematica dei filini che non percepisco come un errore criticabile ma frutto della volontà di voler "spingere" i requisiti verso il proprio ideale in fatto di parametri tecnici, non bisogna dimenticare che spesso il fotoamatore, chiunque sia, potrebbe non essere in possesso degli strumenti per ovviare a quel "problema", per ciò che mi riguarda volgo la mia attenzione a ben altro.
Per quanto riguarda il formato personalmente applico una mia regola che non mi vincola affatto alle misure, preferisco pensare che debba essere il formato ad adattarsi all'immagine e non viceversa, ogni pixel che decido di far rientrare in quella mia foto ha un preciso significato, dilatare o restringere questa mia visione del lavoro finito entro misure fisse ritengo mortifichi la mia creatività. Non so se Anna ha il mio stesso pensiero tuttavia questa sua scelta deve avere un suo perchè e lo ricercherei principalmente in quella barra orizzontale che giace sul terzo e non potrebbe essere diversamente.
Anna, aggiungerei al tuo about di osservarla su sfondo nero anche per mascherare una piccola "magagnetta" nella cornice.
Per tutto ciò una stella ci sta.
Una buona serata, Bruno


Emanuela53 ha scritto:
Bravissima ! Colori belli e vivaci, occhio speciale per le geometrie!!! Bravissima!!! Ciao


Marianna Bitto ha scritto:
Ciao Anna,mi accodo ai complimenti ricevuti,un minimal veramente elegante.Un caro saluto dalla Marianna


gattapilar ha scritto:
Molto bello il gioco di linee ed angoli, con quei punti ovali e le ottime cromìe che valorizzano ulteriormente la composizione, complimenti!


Cristian1975 ha scritto:
Un frame che sprigiona pulizia da tutti i pori, ottime le simmetrie e questo azzurro che si propone con gran forza e carattere assoluto. Adorabile il formato quadrato Annie , una proposta molto curata da quello che decorre inizialmente da un buon occhio, seguito da delicato intervento di post . Molto particolare, brava Ciao


carcat ha scritto:
impressionante, chapeau... Ciao



Riflesso Liberty.
I riflessi, un altro genere oggetto di caccia tra i favoriti.
Link Foto su p4u


randagino ha scritto:
Il Tepidarium! Vedi: questo dentro-fuori io non l'avevo mai notato. E sì che ci sarò stato, di volte... Ah, l'occhio della fotografa!... Very Happy Ok! Ciao


batstef ha scritto:
Complimenti! Riconoscimento meritatissimo Smile


littlefà ha scritto:
Davvero complimenti Anna, un'immagine di grande eleganza,raffinata nella composizione ,preziosa nei contenuti e accattivante nelle cromie.Piacevolissima sotto ogni aspetto. Come sempre brava nel saper osservare e vedere oltre e trascrivere tutto con la tua solita sensibilità artistica. Ciao


jus ha scritto:
Come scritto da mastro Franchino... visionaria e non occorre aggiungere altro;L’altro l’ha già scritto ottimamente Bruno.
Complimenti è da me preferita. Ciao.


Bruno Tortarolo ha scritto:
Una foto che se ci passi non riesci ad andartene subito, si accavallano diversi pensieri, il primo è che sembra 'chiara' ma in quel momento non hai capito ancora bene di cosa si tratti, ci vuole un po', poi capisci che la realtà si fonde e a tratti si sdoppia in due ma restando sempre indivisibile in un gioco di rimandi che Francesco riesce nel miglior dei modi a descrivere rubandomi letteralmente i termini dalla mente.
E allora ha un senso mettere a tacere quella prima impressione perchè far scendere sulla terra questa bellissima visione significherebbe negare la sua vocazione, quella di rendere leggera ed impalpabile perfino una struttura liberty. Una foto che nella sua semplicità 'complicata' mi appaga e ripaga.
E non sfugge che in questo 'tripudio mentale' sia compresa una precisione esaltante, una simmetria straordinaria condita da un allineamento prospettico da manuale, non ti esaltare Anna ma qui c'è da imparare sapendo perfettamente che l'umiltà che dimostri ti porta come a 'nasconderti' ma ormai abbiamo capito il tuo valore in campo fotografico che unito alla tua sapienza letteraria e dialettica ti pone come un esempio da seguire. Complimenti per tutto.


essedi ha scritto:
Immagine stupenda,onirica,dalle splendide tonalità.Complimenti e preferita. Ciao


Francesco Ercolano ha scritto:
Visionaria, eterea e sognante Molto bella, Franco Smile


francodipisa ha scritto:
Notevole! addirittura a prima vista lo avevo scambiato per un Artwork! Ci vuole un occhio particolarmente attento per saper vedere simili possibilità. Foto molto ben realizzata e bella. Stellina.



B61-A62.
Grado, un altro mare ma sempre il gusto del rimando ad esso.
Link Foto su p4u


blackmagic ha scritto:
Foto da manifesto...mi piace molto! Ok! Ciao


-Max- ha scritto:
Un dittico in parilato incasellato perfettamente con tinte calde e zuccherine e ombre che danno corpo alle assenze. Ottima Ciao


Bruno Tortarolo ha scritto:
Un genere che mi affascina, specie come in questo caso se è interpretato con personalità, non uno scatto giusto per farlo. Tecnicamente è stato già espresso il mio pensiero, mi sorprende la sequenza alfanumerica, non mi sorprende (più) il tuo occhio fine nel cogliere la bellezza. Buona giornata


Barbossa ha scritto:
Ottima!


Ringraziamo Anna per la disponibilità a questa mini intervista e ci congediamo da lei ringraziandola, non solo per l'attiva partecipazione visiva, con foto molto belle e di qualità qui sul nostro portale, ma anche e soprattutto per l'attività di commento alle foto altrui.

Sempre puntuale e precisa, con qualità comunicativa fuori dal comune, sempre educata e diretta, indica il proprio suggerimento o critica donando il proprio punto di vista, un valore aggiunto per la nostra community.

A presto con la prossima intervista, chi volesse dare un'occhiata alle precedenti, seguire il seguente LINK

---------------------------------------------------------------------

by GiovanniQ/Redazione photo4u.it
Autore: gattapilar - Inviato: Ven 18 Mgg, 2018 7:59 pm
Molto bella ed interessante questa tua intervista, grazie Anna per le tue immagini e per le tue parole. Sempre grazie anche a Giovanni per l'iniziativa.
Autore: AarnMunro - Inviato: Sab 19 Mgg, 2018 10:20 am
Bella intervista ed ottime foto! Nais tu mit iu!
Autore: randagino - Inviato: Sab 19 Mgg, 2018 11:43 am
Ma dai, che sorpresa! Ora ti conosco un pezzettino di più. Sono proprio contento... Ciao
Autore: Bruno Tortarolo - Inviato: Sab 19 Mgg, 2018 8:38 pm
Un anno, ma pesantissimo; per partecipazione, successo e presenza.
Non posso dire di non conoscerti, una condivisione fotografica lunga un lustro nel quale la comune passione è cresciuta e migliorata, qui di più, a causa o per merito di una critica vera, senza veli e opportunismi, a volte feroce e graffiante, altre incoraggiante e carezzevole.
Usi parole lusinghiere, non sono certo di meritarle essendo lontano dal ruolo di 'insegnante' pur avendo provato a farlo, preferisco, come hai detto, suggerire sommessamente senza pretendere e condurre giustamente alla propria conoscenza e fare in modo che ognuno la scopra autonomamente, scavando in quelle pieghe recondite dove giace il seme della conoscenza, si tratta solo di alimentarlo.
La tua fotografia sarà pure istintiva come il tuo carattere, ma nel momento della riflessione sai darle la giusta posatezza, un esempio per molti, anche per quelli che si ritengono arrivati...spesso prima ancora di partire.
Complimenti per l'intervista e a chi l'ha ideata, un esempio unico nel panorama dei portali di genere.
Autore: Anna Marogna - Inviato: Lun 21 Mgg, 2018 4:23 pm
Grazie di cuore Marisa, Cesare,Alessandro ,Bruno per avermi letto e lasciato il vostro gradimento Smile
@Bruno, la gratitudine è un bel sentimento che và esternato sempre come tutti i buoni sentimenti ,troppo spesso ci si vergogna di riconoscerlo e dirlo.
Ed è per questo che ringrazio ancora moltissimo Giovanni per la pazienza, la cura, e la competenza che dispensa in tutte le rubriche
Un saluto a voi tutti, Anna
Autore: Clara Ravaglia - Inviato: Lun 21 Mgg, 2018 7:51 pm
Ho letto con piacere qui il tuo raccontarti, e ammetto che ti percpisco meglio, e come le tue foto un buona parte ti svelano. Son felice che tu qui da noi ti sia trovata bene, e per photo4u la tua partecipazione attiva, anche nei commenti, e il tuo tipo di fotografia curata, curiosa, elegante, e mai banale , è e sarà un vero arricchimento.

Ciao
Clara Smile Ok!
Autore: batstef - Inviato: Lun 21 Mgg, 2018 8:42 pm
Bellissima storia! Le foto parlano da sole... I miei complimenti (che allargo come sempre anche a Giovanni) Smile
Autore: Anna Marogna - Inviato: Mar 22 Mgg, 2018 7:00 pm
Clara, grazie di cuore per queste parole che sono di sprone, che mi onorano e che mi commuovono
Stefano dopo aver letto la tua di storia bella sono felice ti sia piaciuta !
Grazie ancora a tutti Imbarazzato
Autore: carcat - Inviato: Gio 24 Mgg, 2018 12:45 pm
Ciao Anna,

ho seguito la tua evoluzione fotografica e le affermazioni ricevute nelle foto più recenti che ormai contraddistinguono il tuo "stile", non abbandonarlo... Ciao
Autore: Laki85 - Inviato: Gio 24 Mgg, 2018 12:48 pm
Che piacere leggerti, Anna!
Grande sensibilità fotografica e sempre bello leggere i tuoi interventi sulle foto altrui.
La crescita fotografica è innegabile...
Ciao
Autore: Gianluca Riefolo - Inviato: Ven 25 Mgg, 2018 7:58 am
Complimenti anche da parte mia Anna, per la tua sensibilità fotografica che riesci atradurre alla perfezione con le tue immagini. Brava brava!
Autore: Anna Marogna - Inviato: Sab 26 Mgg, 2018 8:31 pm
Carlo, Giacomo, Gianluca mi emoziona leggere anche le vostre parole e vi ringrazio di cuore per la stima ma sopratutto per seguire l'evolversi del mio lavoro, ho ancora tanto da imparare ma continuerò ,sbagliando anche, ma con lo sprone di tutti voi che mi avete letto ...Vi ringrazio ancora TUTTIIIII Ciao
Autore: principessa - Inviato: Gio 02 Ago, 2018 10:06 pm
Complimenti per l'intervista interessantissima: quante cose si imparano da 5 minuti di lettura ! Brava tu e bravissimo Giovanni ad avere ideato e per come gestisce questo spazio !

posting.php?mode=reply&t=695444&sid=92de40b91ff31f56cd7ef2e969228553

Tutti i contenuti presenti sul sito sono di proprieta' esclusiva degli autori, sono vietate la riproduzione e la distribuzione degli stessi senza previa esplicita autorizzazione.

Visualizza la policy con cui vengono gestiti i cookie.

© 2003, 2015 photo4u.it - contatti - based on phpBB - Andrea Giorgi