photo4u.it
Menù
Home Home
Forum Forum
Fotografie Fotografie
Le tue Preferite Le tue Preferite
Foto della settimana Foto della Settimana
Foto in Vetrina Foto in Vetrina
i Contest di photo4u.it Contest 4u
Top 100 autori Top 100 autori
Top 100 autori Taccuino fotografico
Grandi Memo Grandi Memo
Articoli Articoli
Interviste Interviste
Le recensioni degli utenti Recensioni
Tutorial Tutorial
Eventi Eventi
Libri Libri
Segnalazione concorsi Concorsi
Donazioni Donazioni
utileFutile utileFutile
Lo staff di photo4u.it Lo staff
Contatti Contatti
Benvenuto!
Login
Utente:

Password:

Login automatico
 
photo4u.it - Recensioni
Kenko DG Teleplus Extension tube set
Dopo un annetto d’uso provo a raccontare come mi son trovato con questi tubi di prolunga, con i quali mi sono affacciato al mondo della macro.



Caratteristiche tecniche (Direttamente dal sito della Kenko)
AF/Diaframma: trasmesso
Misurazione TTL/EE: sì
Lunghezza dei tubi: 12mm / 20mm / 36mm
Diametro: circa 62mm
Peso: 72g / 84g / 112g
Disponibili con attacco: Canon EOS – Nikon AF - Sony

Descrizione
Sono i classici tubi di prolunga che s’inseriscono tra corpo e ottica, per consentire la messa a fuoco a distanze inferiori rispetto a quella minima e riprendere particolari più piccoli. Naturalmente fanno perdere la messa a fuoco all’infinito. Non hanno lenti, sono semplicemente dei distanziali con le baionette (maschio e femmina) e i contatti elettrici per la macchina e per l’obiettivo: in questo modo consentono la trasmissione del diaframma e dell’autofocus, veramente comoda. Anche se sono leggeri, mi sembrano piuttosto robusti come costruzione, dopo un anno d’uso non presentano giochi, rumorini, o altro.
Li ho usati sia con Canon 400D che con 40D, per foto a fiori, insetti, e anche piccole cose inanimate, anche se con le macro non sono bravissimo e mi ostino a usarli spesso a mano libera! A una prova al volo, fanno perdere da 1/3 a 1 e ½ stop, a seconda della lunghezza, circa.
Pur provando un po’ con tutti gli obiettivi in mio possesso, principalmente li uso con un 50mm. Usati con un 28mm o focali inferiori, producono ingrandimenti esagerati, ma la distanza di messa a fuoco crolla, arrivando a lavorare a pochi cm (o mm!!) dalla lente. Con i teleobiettivi come l'85mm, il guadagno in termini di RR (Rapporto di Riproduzione) è minore. Ho provato ad usarli un paio di volte con gli zoom, la faccenda si fa un po’ complicata perché modificando la focale si modifica anche la messa a fuoco, ma è un possibile uso creativo.
Una volta li ho provati col Tamron 18-250 alla massima focale. Si verifica un effetto curioso: l’ingrandimento aumenta discretamente, perché il tubo compensa la diminuzione della focale effettiva alle minime distanze di messa a fuoco!

Come ho scritto sopra, perlopiù li uso con un 50mm fisso, il classico cinquantino. I risultati, come qualità ottica sono buoni, ottimi rapportati al prezzo dell’accoppiata, almeno per una macro amatoriale. Con soggetti fermi e un treppiede, si realizzano ottimi scatti. Naturalmente servono un buona testa e un buon treppiede...
A mano libera è più difficile, perché anche utilizzando l’autofocus bastano spostamenti di pochi centimetri, se non millimetri, per uscire dall’area di messa a fuoco: l’obiettivo né alla minima distanza di MAF né alla massima trova il fuoco. Spesso al micro mosso si aggiunge lo spostamento del piano di messa a fuoco… problemi comuni alla macro, ma di cui prima ero “all’oscuro”. Usandoli poi con un cinquantino senza motore ultrasonico, è un po’ un terno al lotto, tra la lentezza dell’autofocus e la precisione. In giornate assolate va bene, meno all’ombra. Spesso faccio più e più scatti, per averne qualcuno buono in fase di revisione.
Inoltre la distanza di messa a fuoco è comunque bassa, è facile disturbare piccoli insetti.

Aggiungo qualche foto, ma non chiedetemi per ognuna con quale tubo abbia scattato, non me lo ricordo...

Questa con un 85mm fisso, chiuso a f/3.5


Questa con un cinquantino a tutta apertura - f/1.8 - perché le luci fuori fuoco risultassero cerchi e non pentagoni:


sempre 50mm, f/2.8


Se la memoria non mi inganna, ho usato solamente il cinquantino più il tubo da 12mm qui:


Questa è un piccolo crop. Accoppiati con un 50mm a f/11. Illuminazione con flash + pannello-foglio di carta:


Un coccinella che ha fatto penare la messa a fuoco:



Conclusioni
In conclusione, per un primo approccio alla macro sono una buona soluzione, specialmente per soggetti fermi. La qualità ottica resta buona, perché non hanno lenti; il costo è comunque basso rispetto ad un vero obiettivo macro. La trasmissione del diaframma e della messa a fuoco sono comode; anche sulla costruzione nulla da obiettare.
L’uso a mano libera è complesso, perché si sommano i problemi (tipici della macro) dati dalla minima area a fuoco, con le difficoltà dell’obiettivo e della macchina di mettere a fuoco. Sono riuscito comunque a tirar fuori qualcosa di buono, ogni tanto. Smile
Su cavalletto, specie con live view, è molto più semplice.
Personalmente mi sento di consigliarli a chi vuole iniziare a giocare con la macro, dati il basso costo, la rivendibilità, e le possibilità creative offerte.

Realizzato per voi da Pasi.
Oggetto: Kenko DG Teleplus Extension tube set
Autore: ZioMauri29 - Inviato: Dom 30 Gen, 2011 3:16 pm
Questo topic rimarrà chiuso, per eventuali commenti e/o scambio di opinioni con l'autore della recensione Pasi, vi rimandiamo alla topic corrispondente in sezione Accessori

posting.php?mode=reply&t=482778&sid=2ba10bd1af1640aae3414f9360364ba4

Tutti i contenuti presenti sul sito sono di proprieta' esclusiva degli autori, sono vietate la riproduzione e la distribuzione degli stessi senza previa esplicita autorizzazione.


© 2003, 2013 photo4u.it - contatti - based on phpBB - Andrea Giorgi