photo4u.it

Iniziative in corso che potrebbero interessarti:
MiniRaduno p4u Roma EUR 28 Settembre 2019
Contest - W la Scuola
HoS - Hall of SelfPortraits - by photo4u.it
Sfogliando le photogallery: Mauroq
Dietro le quinte di p4u: FdS e Vetrine
photo4ustory una foto dal passato ...

Samyang 8mm fisheye per nikon e chip dandelion: si può fare.

 
Nuovo argomento   Intervieni in questo argomento    Indice del forum -> Obiettivi
Mostra argomento precedente :: Mostra argomento successivo  
Autore Messaggio
roby02091987
utente


Iscritto: 19 Apr 2010
Messaggi: 224

MessaggioInviato: Gio 14 Apr, 2011 6:32 am    Oggetto: Samyang 8mm fisheye per nikon e chip dandelion: si può fare. Rispondi con citazione

Premessa: questa semi-guida è più che altro una descrizione di come ho installato il chip dandelion sull'ottica samyang 8mm fisheye per NIKON, in modo da poter usare l'esposimetro anche sui corpi macchina non pro.

Il chip dandelion è compatibile, secondo il sito ufficiale, con tutte le reflex nikon, tranne F4, F60 e F90x. La modalità programmazione non è compatibile con F5 e D1X/H.

DISCLAIMER: Non mi assumo alcuna responsabilità per eventuali danni a cose o persone. Se decidete di eseguire questa operazione sulla vostra ottica, lo fate a vostro rischio e pericolo.

Allora, iniziamo con il materiale occorrente:
- Samyang 8mm fisheye per nikon (ovviamente)
- Chip dandelion per nikon (lo trovate su ebay oppure su leitax)
- Trapanino/fresetta tipo dremel o simili (io ne ho usato uno cinese da 20€, non serve roba uber)
- Lime varie di piccole dimensioni
- Cacciavite molto piccolo per le viti della baionetta
- Foglio di polistirolo (almeno 1 cm di spessore)
- Sacchettino che si può sigillare
- Nastro adesivo

1 - Prima di tutto, determiniamo dove va messo il chip.
Dobbiamo basarci sulla linea bianca che indica l'apertura e la distanza di messa a fuoco selezionate in quel momento.

Il chip deve essere messo in modo tale che il quarto pin sia in corrispondenza di questa linea (vedi cerchio rosso nell'immagine). In alternativa, possiamo basarci sulla "sporgenza" della baionetta. Come si vede dall'immagine, il quarto pin deve essere giusto giusto al suo interno (vedi cerchio giallo).

Fig 1:


Mettiamo il chip nella posizione corretta e segnamo, con una matita, i punti tra i quali andremo ad asportare il materiale.

Fig 2:


2 - Procediamo con lo smontaggio della baionetta

Per evitare che si ripeta ciò che mi è successo qui , consiglio vivamente di fissare la ghiera dei diaframmi con del nastro adesivo. In questo modo evitate di perdere la preziosa (e minuscola) pallina che fa fare i tipici "scatti" alla ghiera.

Ora, per procedere allo smontaggio, dobbiamo svitare le 4 viti che tengono ferma la baionetta (vedi cerchi rossi in foto).

Fig 3:


(le viti sembrano spanate, ma non lo sono, colpa della pessima illuminazione)

Una volta rimosse le viti, consiglio vivamente di metterle subito nel sacchettino sigillato, per evitare di perderle.

Ora, solleviamo la baionetta. Dovreste sentire due "scatti", è tutto regolare.

Fig 4:


Questa immagine mostra come appare ora la nostra ottica.
Nel cerchio rosso vediamo la levetta che controlla direttamente il diaframma. Nel cerchio blu, vediamo la forcella che fa parte del meccanismo che collega la ghiera dei diaframmi con la levetta che controlla il diaframma (quella nel cerchio rosso). Tale forcella viene mossa da quella specie di cerchio color oro, a sua volta collegato direttamente alla ghiera dei diaframmi tramite il pezzetto, sempre color oro, evidenziato nel cerchio verde.
Per il momento, questa parte non ci interessa, possiamo benissimo metterla da parte, al sicuro e lontana dal banco di lavoro.

Ecco come si presenta la parte che, al momento, ci interessa:
Sopra (Fig 5):


Sotto (Fig 6):


Nella parte sotto, vediamo l'altra parte del meccanismo che collega la levetta del diaframma alla ghiera dei diaframmi e alla levetta che il corpo macchina andrà a muovere.

In particolare, la forcellina nel cerchio rosso in fig 6, andrà ad innestarsi nella levetta evidenziata dal cerchio rosso nella figura 4.
Il cilindretto evidenziato dal cerchio blu (anche se non sembra, vi assicuro che è un cilindretto), andrà ad innestarsi nella forcella evidenziata dal cerchio blu in figura 4 (in questo caso, i colori non sono casuali).

3 - Passiamo all'azione: facciamo un po' di limaia

Ora non ci resta che rimuovere tutto quell'alluminio per far spazio al nostro chip.
Avrete sicuramente notato che la forcellina e il cilindretto (figura 6, cerchi rosos e blu) sporgono oltre il piano della baionetta. Se la lavoriamo senza le dovute precauzioni, è molto probabile che questi elementi vengano piegati o, peggio, rotti.
È proprio qui che ci viene in aiuto il foglio di polistirolo. Appoggiando su di esso la baionetta, il cilindretto e la forcellina sprofonderanno dentro il polistirolo, quindi non correremo alcun rischio di piegarli o romperli.
Il foglio di polistirolo è la soluzione che ho provato e funziona alla perfezione, ma non è obbligatorio usarlo se avete delle soluzioni alternative Wink .
Ora non ci resta che procedere al taglio.

ATTENZIONE: consiglio vivamente l'uso di una mascherina ed occhiali di protezione

Per il lavoro "grosso" ho usato il dremel cinese con il disco da taglio. In parole povere, questo disco "mangia via" materiale per uno spessore di circa un paio di mm per ogni taglio. Facendo più tagli in sequenza, con un po' di pazienza, si arriva a rimuovere tutto il materiale che ci interessa.

ATTENZIONE: durante questa lavorazione, il metallo della baionetta si scalda parecchio. Consiglio di fare numerose pause in modo da non scaldarlo eccessivamente, per evitare eventuali deformazioni.

È necessario rimuovere l'alluminio fino al livello dell'aggancio della baionetta (comunque lo potete vedere da soli anche solo appoggiando il chip).

Una foto (pessima) del banco di lavoro, con dremel cinese e baionetta mezza "scavata", il tutto sul foglio di polistirolo:


Una volta terminato il lavoro "grosso", sono passato al lavoro di fino, utilizzando delle piccole lime manuali, provando di volta in volta a far entrare il chip.

Una volta che il "solco" è di dimensinoi tali da far entrare correttamente il chip, non ci resta che rimontare l'obiettivo, incollare il chip sulla baionetta e programmarlo.

4 - Montaggio obiettivo

Ecco, questa parte è la più rognosa di tutte. Armatevi di santa pazienza.

Prima di tutto, recuperiamo il pezzo principale dell'obiettivo e portiamo la ghiera dei diaframmi nella posizione di massima apertura. State attenti a non estrarla, o rischiate di perdere la sferetta. Rimettete il nastro adesivo appena l'avete spostata.

Riporto qua, per comodità, la figura 4 e la figura 6 (state attenti, nel testo che segue, ai riferimetni a figura e colore).

Fig 4:


Fig 6:


Ora che la ghiera è sulla massima apertura, la forcella (cerchio blu, figura 4), dovrebbe essere bloccata, con la parte più grossa parallela (o quasi) alla ghiera dei diaframmi (dalla prospettiva di figura 4, dovrebbe essere quasi orizzontale).

Ora inseriamo la baionetta in obliquo, facendo in modo di inserire la levetta dei diaframmi (cerchio rosso, figura 4) nella forcella segnata in rosso in figura 6. Teniamo, per il momento, sollevata la parte di baionetta che ha il cilindretto (cerchio blu, figura 6).

Muoviamo la linguetta del diaframma (quella solitamente mossa dal corpo macchina) verso la posizione di tutta apertura.
Tenendo la linguetta in posizione, ruotiamo la baionetta in senso antiorario in modo da far coincidere il cilindretto (cerchio blu, figura 6) con la forcella precedentemente bloccata dalla ghiera dei diaframmi (cerchio blu, figura 4).
Quando coincidono, abbassiamo la baionetta.

Ora ruotiamo (poco) la baionetta in modo che i buchi delle viti coincidano con i filetti fatti nel corpo della lente. Verifichiamo che il diaframma funzioni a dovere, sia tramite la linguetta che tramite la ghiera.
Una volta verificato il buon funzionamento del diaframma, possiamo riavvitare le 4 viti.

Ora, non ci resta che incollare il chip nel buco appositamente creato.
Come colla, io ho utilizzato della pattex millechiodi, e per ora sembra tenere alla grande. Il tizio cecoslovacco che ha fatto questa modifica prima di me, ha usato della colla UHU. Vedete un po voi quale è la soluzione migliore. Occhio a non usare colle che sciolgono la plastica del chip.

5 - Programmazione

Per la programmazione del chip (necessaria), vi rimando a questa guida:

http://www.peleng8.com/pic/programming_nikon_en.pdf

Ricordatevi che, partendo dai parametri di default, dovete modificare (tra parentesi le sezioni da seguire nella guida alla programmazione):

- Apertura massima (changing aperture): f/3.5
- Focale (changing focal length): 8mm
- Manual focus (AF/MF switch): di default è impostato autofocus, voi selezionate questa funzione una volta per scegliere manualfocus.
- Apertura minima (lens function): f/22 (importante, altrimenti la macchina non vi permette di selezionare diaframmi all'infuori di f/3.5).

Ricordatevi che, da questo momento, il vostro samyang sarà equivalente ad una lente AF o AF-D (eccetto per l'autofocus), quindi la ghiera dei diaframmi dovrà essere fissa alla minima apertura, ossia f/22.
FINE.

Come promesso, ecco la foto del risultato finale:



Come potete vedere da voi, il lavoro, dal punto di vista estetico, è tutt'altro che perfetto:
Ho fatto una sbavatura sull'alluminio sulla sinistra dell'alloggiamento del chip, mentre vicino alla lente c'è un segno provocato da un mio errore con il dremel (per fortuna la lente non c'era, altrimenti l'ottica sarebbe diventata un fermaporta).
Altri erroracci li potete vedere nel metallo sotto a pin 1 del chip (vedi figura 1), dove ho limato via un pochino di baionetta vera e propria.
Inoltre la pattex millechiodi non aiuta, dato che non è trasparente, ed un pochetto si vede (occhio a non scambiarla con il colore dell'alluminio vero e proprio... si vede appena appena).
Inoltre, nella parte destra, potete vedere che il chip e l'alluminio non combaciano perfettamente.

Questi difetti di lavorazione sono puramente estetici e non pregiudicano in alcun modo le funzialità dell'ottica.
Si aggancia e si sgancia dalla baionetta esattamente come faceva prima della modifica, senza resistenze o giochi anomali ed il chip fa il suo lavoro alla perfezione.

A dirla tutta, ad eccezione del segno provocato dal dremel verso il centro, tutti 'sti difetti oserei dire che quasi non si notano, a meno di non andarli a cercare ogni volta. Dalla foto possono sembrare errori enormi, ma vi assicuro che, lente alla mano, non sono niente di che e, ripeto, sono puramente estetici.

Nel complesso (sferetta del diaframma a parte... maledetto felino Muro ) posso solo ritenermi più che soddisfatto del risultato ottenuto Very Happy .

Spese sostenute:
- chip dandelion: 30$ spedito
- dremel cinese con accessori: 20€ (tanto mica lo uso solo per questo...)

Tempo impiegato: circa un paio d'ore.

Spero che abbiate apprezzato la semi-guida e che vi sia d'aiuto, nel caso voleste chippare anche i vostri fisheye.
Se avete critiche/domande/quellochevolete, non esitate a scrivere Smile

EDIT: 13/05/2011 (si, un po' in ritardo XD): come rimettere in posizione la sferetta per gli scatti del diaframma (se l'avete persa):

Allora, oggi finalmente mi è arrivata la spedizione con le sferette.

La dimensione corretta è di 1,5mm di diametro, quindi è una roba veramente piccolissima.
Ecco una foto con la sferetta vicino ad una moneta da 1 €cent, giusto per avere un'idea delle dimensioni:



Inutile dire che se ve ne cade una sul pavimento... al 99% è persa.

Dove trovarle? Io le ho trovate in internet, sia su ebay che da micro-tools.de e le ho ordinate da quest'ultimo sito, anche se mi è costata più la spedizione (5€) che le sferette (1,39€ per il pacchetto da 5).
Comunque è sufficiente cercare "ball bearings" per trovare queste cosine (ocio a non prendere i cuscinetti ).

Le sferette delle penne a sfera, invece, sono troppo piccole (1mm di diametro) ed entrano nella molla. Se vi succede una cosa del genere, prendete una calamita, tirate fuori la molla (con le sferette al suo interno) e togliete le sferette con qualcosa di veramente sottile (tipo con un punto di pinzatrice raddrizzato).

Passiamo all'azione:

Prima di tutto: smontare la baionetta, in modo da trovarsi nella situazione di figura 4 (vedi istruzioni precedenti per il da farsi).
Ora estraiamo la ghiera dei diaframmi, tirando verso l'alto.
Fatta questa operazione, l'ottica si presenterà così:

Fig 7:



Nel cerchio rosso vediamo una molla che esce fuori da un buco sull'ottica: quello è il punto dove andrà la nostra sferetta. Notate che ho leggermente estratto la molla per farla vedere meglio... normalmente dovrebbe essere a filo con il "corpo" dell'ottica. Nel caso sia leggermente fuoriuscita nello smontaggio, semplicemente rispingetela dentro.

Attenzione: la molla è semplicemente inserita nel forellino e non è bloccata in alcun modo, state attenti a non perderla.

Nel cerchio verde, invece, vediamo una linguetta color oro. Questa linguetta è la connessione tra la ghiera dei diaframmi e il cerchio dorato che si vede in figura 4 e si va ad innestare in un incavo della ghiera dei diaframmi. Questa linguetta è la stessa che si vede in figura 4, sempre cerchiata in verde.

Ora passiamo alla ghiera dei diaframmi vera e propria:

Fig 8:



Come vedete ci sono le varie scanalature che corrispondono ai vari scatti della ghiera... si va da f/22 (cerchio rosso) a f/3.5 (cerchio blu). Se siete abbastanza bravi e coraggiosi, potete ricavarvi i mezzi stop mancanti, dove c'è spazio.

Nel cerchio verde, si vede l'incavo dove andrà ad innestarsi la linguetta dorata che andrà a collegare la ghiera dei diaframmi al diaframma vero e proprio.

Ora, per rimontare la sferetta, fate così:

Mettete l'obiettivo in orizzontale, con la molla e il forellino verso l'alto.
Appoggiateci sopra la sferetta ed eventualmente schiacciatela un pochetto giù con uno stuzzicadenti o qualcosa di simile.
Una volta che la sferetta è in posizione, prendete la ghiera dei diaframmi e, tenendola obliqua rispetto all'obiettivo, fate coincidere uno dei solchi delle varie aperture (un'apertura qualunque) con la sferetta e appoggiateci sopra la ghiera, sempre mantenendola obliqua.

Ora controllate l'incavo (figura 8, cerchio verde) e fate in modo che la linguetta dorata (figure 7 e 4, cerchio verde) sia al suo interno.
Una volta fatto questo, fate una leggera pressione sulla ghiera dei diaframmi in modo da mandarla in posizione (non vi preoccupate, va in posizione con una facilità estrema e con veramente poca pressione, sembra fatta apposta per questa operazione).

Adesso, muovendo la ghiera, dovreste sentire i tipici scatti: missione compiuta!

Ora non resta che rimontare tutto, esattamente come è spiegato poco sopra, nella sezione 4 "montaggio obiettivo".

FINE!

P.S. : sono lo stesso che ha scritto su hwupgrade, solo che ho usato nick diversi.


Ultima modifica effettuata da roby02091987 il Dom 25 Mar, 2012 4:44 pm, modificato 3 volte in totale
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Bacheca utente
lamb
utente attivo


Iscritto: 26 Ott 2006
Messaggi: 2851
Località: Bari, Torino, Uppsala, Amburgo, Londra, poi di nuovo Torino, sigh...

MessaggioInviato: Gio 14 Apr, 2011 8:15 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Apprezzatissimo, questo andrà presto nei grandi memo Nikon e/o Obiettivi.
Grazie!

_________________
Ascolta, una volta un giudice come me giudicò chi gli aveva dettato la legge: prima cambiarono il giudice e subito dopo la legge.
Konica AutoReflex, Hexanon 21/4, 28/3.5, 40/1.8, 57/1.2, 85/1.8, 135/2.5 e altri vetri tra il 1968 e il 1985.
Nikon D300, D70IR, 1 Nikkor AI, 2 Nikkor AIS, 1 Nikkor AF, 2 Nikkor AFD, 1 Nikkor AFS, 1 Tokina , 1 Sigma, 2 Metz.
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Bacheca utente
Mostra i messaggi a partire da:   
Nuovo argomento   Intervieni in questo argomento    Indice del forum -> Obiettivi Tutti gli orari del forum sono CET (Europa)
Pag. 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi iniziare nuovi argomenti
Non puoi rispondere ai messaggi
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare gli allegati in questo forum



Tutti i contenuti presenti sul sito sono di proprieta' esclusiva degli autori, sono vietate la riproduzione e la distribuzione degli stessi senza previa esplicita autorizzazione.

Visualizza la policy con cui vengono gestiti i cookie.

© 2003, 2016 photo4u.it - contatti - based on phpBB - Andrea Giorgi