photo4u.it


Dubbi rapporto tempo/apertura e tempo/iso

 
Nuovo argomento   Intervieni in questo argomento    Indice del forum -> Tecniche di ripresa
Mostra argomento precedente :: Mostra argomento successivo  
Autore Messaggio
Hunter85
nuovo utente


Iscritto: 07 Gen 2021
Messaggi: 7

MessaggioInviato: Dom 10 Gen, 2021 8:14 pm    Oggetto: Dubbi rapporto tempo/apertura e tempo/iso Rispondi con citazione

Buongiorno, nuovo iscritto e assolutamente ignorante...da 2/3 settimane sto provando a capire qualcosa con una sony DSC R1 trovata nell immondizia come nuova.

Ho dei dubbi.
Nel rapporto tra apertura e tempo esposizione ad esempio:
Tralasciando quando voglio un soggetto vicino a fuoco e lo sfondo sfocato dove ho capito come usare l apertura.
Non ho assolutamente capito la differenza, in una foto panoramica o di un soggetto lontano, tra usare un apertura ad esempio 14 o16 e tempo x, e un apertuura 5 o6 e tempo piu breve di esposizione?
Se in entrambi i casi risulta tutto a fuoco e correttamente esposto?
Ci sono differenze che non vedo?
Lasciando perdere quando le aperture alte (chiuse) sono troppo buie per quella foto, o le aperture basse sono troppo luminose....in tutte le situazioni(tantissime) in cui giocando tra tempo e apertura si ottiene lo stesso risultato tra diaframma chiuso e aperto, COSA DEVO PRIVILEGIARE??

Nel rapporto tra iso e tempo esposizione (accantoniamo apertura per il momento):
A cosa serve l iso alto se la foto peggiora in qualità?
Io userei SEMPRE ISO SUPER BASSI e tempi lunghi, no??
D accordo ci vuole il treppiede...
Ma anche qui, tralasciando un soggetto in movimento che non permette di aumentare il tempo di esposizione dove l iso alto è obbligatorio....
Con soggetto fermo a che serve un iso superiore a 200? Se basta aumentare il tempo? Tralaltro con questa sony, iso piu alti di 800 sono inutilizZbili.

Non so se mi sono spiegato nelle mie perplessità...ricordo che fino a 2/3 settimane fa non sapevo nemmeno cosa fossero questi parametri, quindi mi scuso se dico bestialità Smile
Intanto grazie delle risposte...

_________________
....Se questa é la miseria, mi ci tuffo con dignità da re...
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Bacheca utente
_Alex_
staff tecnica


Iscritto: 22 Ago 2004
Messaggi: 5026

MessaggioInviato: Lun 11 Gen, 2021 6:30 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Non hai detto bestialità, sono quasi tutte cose corrette.

Come regola generale gli iso vanno tenuti bassi quanto basta per avere tempi decenti di scatto, se il soggetto è fermo e puoi/vuoi usare il treppiede li metti al valore minimo.
Ogni foto, comunque, fa storia a sé: potresti scattare ad un monumento senza elementi di disturbo intorno ed allora gli iso bassissimi vanno bene, oppure avere il problema di eliminare le scie dei fanali delle macchine che ci passano vicino (caso frequente a Roma, ad esempio) ed essere costretto ad alzare gli iso per avere tempi veloci e scattare mentre non passa nessuno.
Ovviamente se vuoi le scie riabbassi gli iso.

Insomma, dipende da quello che vuoi ottenere e non è possibile dare una risposta univoca, se non quella di valutare volta per volta.

L'unico vero errore nella tua domanda risiede nella questione della profondità di campo:
quando selezioni un piano di messa a fuoco (che non è nemmeno piano e si parla di curvatura di campo) quello che è a fuoco è SOLO quel piano, chiudendo il diaframma tu hai una SENSAZIONE di messa a fuoco di una parte davanti al soggetto ed una parte dietro dovuta al fatto che i fasci luminosi (di sezione vagamente circolare, ovvero 'sformati' alla forma delle lamelle del diaframma) che compongono l'immagine diventano sempre più piccoli proporzionalmente a quanto hai chiuso il diaframma.
Quando essi sono più piccoli delle dimensioni di un pixel ti sembrano a fuoco, ma in realt non lo sono, semplicemente il nostro sistema obiettivo/sensore/occhio non è più in grado di apprezzare il fatto che sono sfocati.

Da questo deduciamo che se vogliamo ottenere un panorama on tutto a fuoco dobbiamo chiudere abbastanza da riuscire ad avere questo risultato, senza chiudere troppo (altrimenti finiremmo per avere problemi di diffrazione dall'obiettivo) ed in modo da avere il tempo corretto di esposizione secondo le nostre esigenze.
Alla bisogna alzare gli iso.

In definitiva, bisogna trovarsi sul posto e valutare caso per caso, tanto per cambiare...

_________________

Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato Invia email Bacheca utente
Mostra i messaggi a partire da:   
Nuovo argomento   Intervieni in questo argomento    Indice del forum -> Tecniche di ripresa Tutti gli orari del forum sono CET (Europa)
Pag. 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi iniziare nuovi argomenti
Non puoi rispondere ai messaggi
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
Non puoi allegare files in questo forum
Puoi scaricare gli allegati in questo forum



Tutti i contenuti presenti sul sito sono di proprieta' esclusiva degli autori, sono vietate la riproduzione e la distribuzione degli stessi senza previa esplicita autorizzazione.

Visualizza la policy con cui vengono gestiti i cookie.

© 2003, 2016 photo4u.it - contatti - based on phpBB - Andrea Giorgi