photo4u.it


Max si racconta
Max si racconta
Max si racconta
FUJIFILM X-T2 - 23mm
1/1300s - f/8.0 - 400iso
Max si racconta
di redazione4u
Sab 18 Feb, 2023 7:49 am
Viste: 393
Autore Messaggio
redazione4u
redazione


Iscritto: 11 Gen 2008
Messaggi: 2198

MessaggioInviato: Sab 18 Feb, 2023 8:59 am    Oggetto: Max si racconta Rispondi con citazione

In questi difficili giorni la Comunit di photo4u.it si sta stringendo in un forte abbraccio intorno al nostro caro Amico Max, che ha voluto condividere con tutti noi la tremenda esperienza della malattia.
Molti di noi lo sentono separatamente, o telefonicamente o tramite messaggio, quindi in molti conoscono la situazione attuale che, da ultimo, lo stesso Max ha reso pubblica in un messaggio straziante.
Ma non per questo dobbiamo fargli mancare il nostro affetto.
Ogni piccolo passo, in queste ore, un grande passo.
Ogni abbraccio virtuale, in queste ore, diventa un abbraccio reale.

Nei giorni scorsi abbiamo chiesto a Max di raccontarsi, di scrivere quello che voleva, per lasciarci un ricordo autentico e vero di s.
E lui l'ha fatto con due registrazioni audio nelle quali con la sua caratteristica voce profonda e gentile, con i rumori di sottofondo dell'ospedale, si aperto - come non ha fatto mai - a noi.

Trascriviamo, fedelmente, qui di seguito, il suo racconto.


_______________


Io sono Massimiliano ...


ho 52 anni e faccio limpiegato, alla fine una vita abbastanza normale, comune

Sono sempre stata una persona abbastanza riservata, schivasolitaria .Mi sempre piaciuta la solitudine, per vissuta serenamentenel senso che, mi sempre piaciuto isolarmi, fare delle passeggiate in mezzo ai boschi, a contatto con la natura, soprattutto con un fiume che c vicino a casa mia e che mi infonde sempre tanta serenit, quindi spessissimo vado li a raccogliere i miei pensieri e a fare delle lunghe passeggiate, ovviamente portandomi sempre dietro la mia macchina fotografica.

Nonostante per sia sempre stata una persona che ha sempre cercato la solitudine, non ho mai disdegnato la compagnia, anzi , mi sempre piaciuto stare a contatto con gli amici, con le persone a cui volevo bene, ovviamente per passare dei bei momenti assieme: cene, mangiare insieme, ascoltare musica, trascorrere dei momenti felici condividendo le stesse passioni

Faccio limpiegato quindi niente di eclatante.sono single, per scelta. Ho sempre ritenuto che stare insieme ad una persona, sia una cosa talmente speciale, che fintanto che non avessi trovato la persona giusta, non mi sarei lasciato.. diciamo legare, se poi non ne fossi stato convinto e quindi , ho preferito, per scelta mia, piuttosto stare da solo..

La mia passione per la fotografia abbastanza hobbistica, diciamo che non ho avuto una trasmissione ereditaria per la fotografia, cos come per ogni altra passione. Tutte le passioni che ho, me le sono costruite io da solo : dalla lettura, sono un enorme appassionato di libri, si pu dire che ho una vera e propria bulimia per la lettura. Ho la passione per il disegno, anche se ormai non lo pratico pi da tantissimi anni, la passione per la scrittura. Mi sempre piaciuto scrivere, sin da piccolo, novelle, racconti, poesie. Mi sono cimentato qualche volta in qualcosa di lungo, per poi, anche se le idee cerano , subentrava laccidia, la pigrizia e il blocco da foglio bianco e magari lasciavo li. Per un po di racconti e un po di poesie li ho scritti e di questi ne vado abbastanza orgoglioso sono chiusi in un cassetto ovviamente, un po come i sogni

Come dicevo quindi, tutto il resto, ogni passione, ogni arte, me la sono costruita io . Non ho avuto una famiglia da cui avrei potuto ereditare una macchina fotografica, oppure ereditare non so, una collezione di dischitutto me lo sono costruito da soloe cos anche la fotografia.

In realt della fotografia me ne intendo poco, questa lamara realt! Anche l ho dovuto imparare da solo. Ho guardato in giro, beh, da giovane in realt non guardavo niente, non mi ci mettevo nemmeno ad imparare. Diciamo che , fino alladolescenza, mi accontentavo di macchinettine fotografiche trovate nel Dixan!
La prima macchina fotografica per me stata una Polaroid 1000, ti puoi immaginare! Scatti proprio estemporanei, sfuocati, senza inquadratura, le classiche foto famiglia poi diciamo che la prima vera macchina seria che mi sono comprato io con i miei soldini stata una Eos 300 della Canon a pellicola con un super zoom 28-300 della Tamron, e quella praticamente per tanti anni stata un po la mia gavetta. Anche l comunque, senza badare alla forma, a quante foto, alla composizione.. diciamo che mi piaceva semplicemente di andare in giro in maniera estemporanea, a scattare foto a tutto ci che incontravo.

In realt poi la svolta c stata quando mi son azzardato a pubblicare un paio di volte delle foto, che io ritenevo addirittura carine, su un forum di Yahoo, non mi ricordo nemmeno e la gente ha comunicato a dirmi scusa ma tu da quanto che fai foto? io faccio beh una decina danni e mi chiesero Hai fatto fotografia nel senso che hai seguito un corso? Perch scusa ma la regola dei terzi, linquadratura, qui non esiste nulla qui sono proprio degli snapshot buttati a caso

E da l mi sono detto Eh ciumbia! Ho sbagliato tutto fino adesso! Ed ecco che ad un certo punto, mi sono messo a cercare on line, qualcosa che riguardasse la fotografia e mi sono imbattuto in forum che si chiama photo4 u, e li ho iniziato a pubblicare un po' di foto. Ed ecco che hanno iniziato a scorrere suggerimenti, insegnamenti, giorno dopo giorno. l che ho iniziato a guardare la fotografia sotto unaltra ottica. I primi passi ovviamente nella sezione dei novellini e da l diciamo che ho provato ad imparare un po tutte le regole: tante le ho apprezzate, tante le ho disilluse, non sono ancora bravo ..

La mia visione della fotografia, molto semplicistica, si pu dire quasi banale. Il mio un andare in giro con locchio un po svagato, distratto. Distratto nel senso che mi piace guardarmi attorno, guardare quegli sprazzi, quei tasselli di vita, a cui nessuno darebbe retta , per me sono dei SOSPIRI VISIVI, sono dei SOFFI DI REALT.

Guardo una scena, magari penso gi da solo che non sia eclatante, per, non so perch, nasconde dietro una sorta di sospiro, quasi un bisbiglio, come se quella scena mi dicesse osservami, pu darsi che ne valga la pena! , pu darsi che ci scorgi un tassello di realt che capace di scuotere un emozione.
E allora mi piace guardarmi per terra, guardare angoli da tutti trascurati, guardare magari una carta gi per terra abbandonata, che quasi bisbiglia prova a farmi una foto, magari ho qualcosa da dire! e allora mi accontento e scatto una fotografia.

un po questo il mio approccio con la fotografia: DARE SPAZIO AI SILENZI quasi esaltarli, con magari la pretesa di donare a quella scena un qualcosa di poetico, qualcosa di romantico. Beh, non sempre ci riesco alcuni scatti infatti li faccio ma li tengo li nel cassetto senza neanche pubblicarli.
Per il resto io non ho una grande cultura fotografica, nel senso che di autori ne conosco pochi a livello di storia..a livello proprio didella parte culturale della fotografia.

Ho degli autori che si, mi piacciono: Ghirri, Ghirri uno di questi, perch vedo nella sua fotografia quello scorgere dei panorami che sembrano avere poco da dire e poi nascondono un messaggio, un soggetto umile che ad un certo punto tu lo osservi e dici sembra banale, eppure c li quel qualcosa, quelloggetto che ti dice osservami! E questa una cosa che mi piace, che invidio in chi riesce a catturare queste scene e cerco nel mio piccolo appunto di riprodurle, non di scimmiottare, ma di riprodurre.
Un altro autore che mi piace tantissimo Salgado, il suo modo di raccontare lumanit, i suoi bianco neri con un miliardo di sfumatureuninvidia profonda!
Si poi c anche Ansel Adams, per sono ormai autori canonici un po datatipaesaggi bellissimi , i bianco neri, per hanno dato quello che dato i paesaggi sono infatti un po banali
Non mi rifaccio effettivamente un po a nessuno, non sono un paesaggista. Ogni tanto ci provo, per ho i miei limiti e quindi preferisco rifugiarmi nei miei piccoli tasselli di realt.

Ho fatto poca macrofotografia, anche se un campo che mi affascina; tecnicamente non sono molto bravo, manca anche un po lattrezzatura, non mi ci sono mai cimentato veramente.

Poi ad un certo punto diciamo che mi sono voluto regalare la Fuji, e per me stato un cambio abbastanza importante, , perch mi ha messo in mano un attrezzatura comoda , senza spaccarmi la schiena con enormi macchine fotografiche, mille obbiettivi, mi ha dato un modo di affrontare la fotografia pi spensierato, meno machiavellico, meno meccanico. Mi ha dato la possibilit di mettermi una macchinetta piccola al collo, andare in giro ed essere probabilmente ancora pi prolifico di foto, per forse un po meno di qualit Boh, sta agli altri giudicare io mi accontento e me la godo, diciamo per me un giocattolo con cui poter andare in giro con aria, diciamo, scanzonata a farea prelevare, questi piccoli francobolli, queste piccole scene di realt, anche quotidiana magari appunto banali, per , che mi danno soddisfazione.

Per altro non so si, mi piace molto il concetto di Less is more , in effetti mi piace la fotografia minimalista, mi piace isolare un contesto, una scena, un oggetto.. non sempre ci riesco..( ecco perch non sono un paesaggista, non sono bravo a ritrarre grosse scene) perch poi mi accorgo che lobbiettivo invece di restringersi tende ad allargare, tende ad includere ed in realt bisognerebbe proprio escludere, dovremmo fare proprio il contrario.
Se non erro era Fontana che diceva pi stringi pi eleggi .. pu essere, boh, non so!

Un altro mio modo di vedere la fotografia, quello di essere sempre un po insoddisfatto, perennemente insoddisfatto.

A volte le foto non so neanche se valgano la pena, e allora mi metto ad elaborarle certosinamente ottenendo ovviamente il risultato opposto a quello che avrei voluto ottenere.

Mi arrovello, elaboro, continuo a rivedere una foto, cerco di salvarla a tutti i costi: a volte mi soddisfa, mi accontento, a volte non mi soddisfa, non mi accontento, provo a postarla lo stesso sperando A volte cestino.. e poi magari mi chiedo , e se invece il mio giudizio falsato perch ci ho messo troppo a ..diciamoarrovellarmici sopra?
E allora mi viene il dubbio, magari scarto quelle buone e conservo quelle cattive! E non so mai come comportarmi poi con la mia produzione fotografica.

Lideale sarebbe che qualcuno le osservasse tutte e mi dicesse Massi, tu non sai neanche giudicare le tue stesse foto!
Un po un cruccio questo.

Magari ho il timore che scarto quelle che in realt gli altri salverebbero e conservo quelle che magari gli altri dicono ma che schifo.

Poi alle volte mi comporto esattamente in maniera opposta, in tutta spensieratezza , scatto foto in JPEG, cos come vengono, le butto l e dico ma chi se ne frega, prendetela cos com !

Ehm .. per il resto non lo so sempre un po difficile parlare di s stessi , non si sa mai cosa dire, non si sa mai se interessa,..

Ad esempio, ho detto di essere una persona molto riservata, quindi qualcuno si potrebbe porre la domanda Allora come mai ti sei aperto cos intimamente su una cosa cos delicata?

La risposta probabilmente potrebbe essere che in quel momento ero terrorizzato, spaventato..

Ho voluto condividere un momento molto fragile, molto intimo con il forum perch sento che in fondo li cerano tante persone che anche se non ho mai visto di persona, per con ognuna di esse ho stretto un legame volente o nolente , ci si sentiva, ci si scriveva, ci si commentava ,ci si criticava, sempre con garbo, con amicizia e quindi mi sono sentito un po a casa

Si proprio come una seconda famiglia e ho voluto includervi, perch ho sentito che avevo bisogno di tutto il vostro appoggio.. Ed ero sicuro che sarebbe arrivato, mi sarebbe ritornato..

E cos stato E cos stato . E sono stato veramente emozionato.

E niente penso di aver detto tutto.

Probabilmente ho dimenticato tante cose..

Ad esempio, mi piace anche laspetto tecnico, tecnologico della fotografia.
Laddove non arrivo con la cultura, mi piace anche approfondire gli aspetti tecnici Un po la vedo come una sorta di compensazione, il fatto che anche l non sono una cima, anzi! Per mi sempre piaciuto dare una mano ai nuovi arrivati, sempre sperando di non aver detto delle cose assurde e di averli traviati, depistati, deviati si aspetti tecnici che li hanno poi rovinati, anzich migliorati.
Son sempre un po azzardato! Per mi sempre piaciuto nel mio piccolo spiegare quelle poche cose che ho imparato: IO HO RICEVUTO E QUINDI DO IN CAMBIO .

Alla fine quello il modo in cui mi sono sempre descritto, una scimmia che ha imparato a schiacciare un bottone di una scatoletta che fa immagini! .

Si, di fatto mi vedo un po cos ..

Credo davvero di aver detto tutto..

....a posto.

Max

__________________

>>> (Invia a Max il tuo messaggio)
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
Mostra i messaggi a partire da:   

 
Vai a:  



Tutti i contenuti presenti sul sito sono di proprieta' esclusiva degli autori, sono vietate la riproduzione e la distribuzione degli stessi senza previa esplicita autorizzazione.

Visualizza la policy con cui vengono gestiti i cookie.

© 2003, 2016 photo4u.it - contatti - based on phpBB - Andrea Giorgi