photo4u.it

Iniziative in corso che potrebbero interessarti:
Contest - Free4U Contest
Contest - Rinascita e ripartenza
Iiniziativa: Critica al buio
Iniziativa: Il Confronto
Sfogliando le photogallery: i topolini di essedi
Dietro le quinte di p4u: FdS e Vetrine

Il Confronto - 5
Il Confronto - 5
Il Confronto - 5
Il Confronto - 5
di redazione4u
Ven 01 Mgg, 2020 11:09 pm
Viste: 1279
Autore Messaggio
redazione4u
redazione


Iscritto: 11 Gen 2008
Messaggi: 2023

MessaggioInviato: Ven 01 Mgg, 2020 11:11 pm    Oggetto: Il Confronto - 5 Rispondi con citazione





Le due foto per l'iniziativa "Il Confronto" by photo4u.it.
Rispondendo alle proposte di alcuni utenti mettiamo a disposizione di tutti
questo ulteriore strumento di confronto e dialogo sulla passione che accomuna tutti noi: La Fotografia.
La redazione inserirà in critica un'immagine contenente due fotografie di due autori diversi.
(leggi tutto qui...)

Per visionare meglio le due foto, cliccare qui:

RiccardoC.principessa
Ritratto di famigliauno sguardo..per tutta la vita

_________________

>>> Scrivi alla Redazione, inviami un MP oppure una e-mail a: redazione@photo4u.it

Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
littlefà
moderatore


Iscritto: 12 Ago 2011
Messaggi: 11257
Località: Sardegna

MessaggioInviato: Sab 02 Mgg, 2020 2:04 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Eh beh.. qui si va dritti alle emozioni. Due foto che hanno ottenuto il massimo riscontro qui sul forum proprio grazie alla carica emotiva che hanno, che esprimono,trasmettono. Questo sicuramente uno dei linguaggi che le accomuna. Poi ci son altri aspetti piu tecnici, l.uso dei riflessi, giochi di fuoco diversi, il bn... elementi comuni.certo ma al tempo stesso diversi.
Nella prima foto, di Riccardo,c'è vita.. c è quella gioia che vive di piccoli attimi di spensieratezza, piccoli gesti come un sorriso puro e spontaneo che esplode nel gioco, nel vedere la complicità di un papà che immortala la parte più importante del suo cuore. Qui il vetro non è barriera, è parte del.gioco, più che separare include il papà fotografo nel momento, lo rende parte attiva dell attimo. La triangolazione di sguardi è la chiave, insieme al coinvolgimento che ne deriva, per chi vive e per chi come noi osserva.

La seconda foto, di Rosanna ( che abbraccio) non è certo meno emozionante. Ma qui l'emozione si fa più intima, più dolce, meno esplosiva, è tutto più raccolto.Un amore manifestato da uno sguardo rapito, da un sorriso raggiante ma al tempo stesso timido... e qui il vetro diventa quasi una protezione dietro il quale proteggersi dall onda di sensazioni che questo momento regala alla sposa.. il riflesso include lui, ma al tempo stesso è come se per un attimo lo tenesse a distanza, così che tutto vibri in pochi istanti sospesi,in cui lei può vivere le sue emozioni al sicuro, innamorata e felice... e quel vetro ci rende anche spettatori discreti, presenti ma non invadenti.

Due belle foto che non conoscevo e non ricordavo e che per la potenza delle sensazioni che trasmettono son davvero notevoli.. e già che ci sono le preferisco pure .
Bravissimi entrambi

_________________
Fabiana!

Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
Klizio
redazione


Iscritto: 03 Ott 2016
Messaggi: 4302
Località: Cagliari

MessaggioInviato: Sab 02 Mgg, 2020 7:06 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Dopo le parole di Faby .. diventa ostico trovare qualcosa in più.
Però l'iniziativa è davvero lodevole e queste due foto sono molto belle.
Il "trucco" utilizzato dai due fotografi è il riflesso, curiosamente, sempre su un finestrino dell'automobile.
Tra le due foto c'è però la differenza che nella seconda il fotografo non è parte della foto, mentre nella prima si.
Il bimbo interagisce con lui... la madre è raggiante di gioia e quasi non riesce a contenere quella del piccolo stupendo angioletto.
La foto B esprime una tecnica notevole, per pulizia e professionalità, tuttavia non sa regalare la stessa carica vitale della prima.
Quell'attimo preziosissimo colto dalla foto A è magnifico, c'è tanto in quella foto: idea, tecnica, tempismo e intensità.


Ciao

_________________

Nicola



Vedere con gli occhi degli altri, far guardare con i propri.
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
vittorione
utente attivo


Iscritto: 30 Giu 2010
Messaggi: 9999
Località: Roma

MessaggioInviato: Sab 02 Mgg, 2020 9:12 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Situazioni, atmosfere e climi molto più diversi di quanto alcuni aspetti esteriori possano indurre a pensare ad un primo sguardo.

La maggiore differenza, senza assegnare alcun tipo di ordine gerarchico, mi sembra essere la naturalezza e spontaneità, la briosità dello scatto di RiccardoC. rispetto alla maggior sensazione di staticità e trasognata compostezza emotiva dell'altra.

Nel primo scatto la dinamica è imperniata su tre soggetti: gli sguardi rimbalzano dall'una all'altro, e poi sul terzo, il fotografo, direttamente coinvolto dallo sguardo del bambino, in una dinamica circolare molto vivace portatrice di una espressività coinvolgente.

Nella seconda la dinamica è (giustamente) chiusa nel mondo della coppia, non ha altri referenti, gli sguardi vanno altrove e tengono noi all'esterno, osservatori non coinvolti.

A queste sensazioni contribuiscono le scelte spontanee e funzionali di utilizzare nell'un caso un'inquadratura orizzontale, che comprende nel riflesso una porzione del contesto, accrescendo il senso di naturalità della scena e del momento colto nella sua estemporaneità.

Nel secondo l'inquadratura è invece verticale, e taglia fuori ciò che sta al margine dei due, non lascia spazio ad altro che al loro attimo privato.

Dal punto di vista della riuscita sul piano del citato "coinvolgimento emozionale" a me sembra che la prima sappia di genuinità e freschezza, la seconda calchi un po' la mano sull'enfasi degli amorosi sensi, sottolineati dalla scelta dell'autrice di magnificare le alte luci coinvolgendo il bianco degli occhi e del sorriso di lei, scelta che genera un facile effetto oooh.

Pur non essendo una Foto di Matrimonio, ma semplicemente la foto di un matrimonio, si accomoda sul facile divano del cliché di genere, riuscendo nell'intento (i commenti ricevuti ne sono la prova).

E ancor più merito gli deriva dall'aver ottenuto il risultato con uno scatto occasionale e non preparato.

V.

_________________
Nessuna "Verità", solo opinioni personali, al massimo spunti di riflessione.
Vittorio
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
pamar
utente attivo


Iscritto: 03 Feb 2006
Messaggi: 1969
Località: Varese

MessaggioInviato: Lun 04 Mgg, 2020 12:07 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Fra quanti fino ad ora presentati, questo confronto, è indubbiamente (per me) quello più “complicato”.
Complicato per quanto riguarda il parallelo fra le due fotografie proposte. Apparentemente sono due scatti della stessa tipologia; fotogrammi con il soggetto visto attraverso riflessi vari di un finestrino, non in modo completo e pulito. Due scatti entrambi in B&N. Personaggi in occasioni liete e con espressione gioiosa. Eppure, sono due immagini profondamente diverse e raffigurano momenti che poco (pochissimo) hanno da spartire.
Prima di tutto occorre avere ben presente il soggetto: da un lato un bambino piccolo, dall’altro una sposa. In entrambi i casi risulta evidente nel riflesso, un’altra persona. E ‘vero, il bambino è in braccio alla madre (?) ma lo sguardo, l’atteggiamento, mostrano chiaramente che la sua attenzione ed espressione sono direttamente focalizzate dalla persona riflessa. Allo stesso modo la ragazza si rivolge verso l’esterno della vettura e sorride verso l’esterno. Esterno che non vediamo ma conosciamo grazie al riflesso sul finestrino. Ed è qui che immancabilmente emerge una grande diversità fra le due fotografie. Nella prima lo sguardo del bambino è rivolto direttamente e centralmente verso chi guarda la fotografia e, per assonanza, si è portati a credere che si rivolga con lo sguardo verso la persona al di fuori del finestrino della vettura. Nel secondo scatto invece, lo sguardo della ragazza non è diretto verso il fruitore ma laterale, e sempre per associazione appare quasi guardare in modo non diretto lo sposo 8anche se molto probabilmente non è così per un gioco di prospettive ed inclinazione del riflesso). Ne emerge e viene ricreata un’atmosfera meno intima e personale, un momento meno spontaneo. Certo, poi anche le due occasioni hanno poco o nulla da spartire e sottendono sensazioni e sentimento diversi per spontaneità e momento. senza dubbio il gioco di sguardi rimarca e sottolinea le diversità delle occasioni raffigurate.

Marco

_________________
Marco
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
redazione4u
redazione


Iscritto: 11 Gen 2008
Messaggi: 2023

MessaggioInviato: Sab 09 Mgg, 2020 9:40 am    Oggetto: Rispondi con citazione

E' disponibile il Confronto - 6 in questo topic dedicato: LINK



Per info e dettagli dell'iniziativa:

https://www.photo4u.it/viewnews.php?t=721043

Ciao

_________________

>>> Scrivi alla Redazione, inviami un MP oppure una e-mail a: redazione@photo4u.it

Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
Mostra i messaggi a partire da:   

 
Vai a:  



Tutti i contenuti presenti sul sito sono di proprieta' esclusiva degli autori, sono vietate la riproduzione e la distribuzione degli stessi senza previa esplicita autorizzazione.

Visualizza la policy con cui vengono gestiti i cookie.

© 2003, 2016 photo4u.it - contatti - based on phpBB - Andrea Giorgi