photo4u.it

Iniziative in corso che potrebbero interessarti:
Contest - Gli oggetti quotidiani
Iiniziativa: Critica al buio
photo4ustory una foto dal passato ...
Sfogliando le photogallery: Mauroq
Dietro le quinte di p4u: FdS e Vetrine
HoS - Hall of SelfPortraits - by photo4u.it
Votazione - Free4U

tziu Carmine
tziu Carmine
tziu Carmine
tziu Carmine
di lodovico
Sab 01 Apr, 2017 10:06 am
Viste: 1241
Autore Messaggio
lodovico
utente attivo


Iscritto: 02 Apr 2008
Messaggi: 4191
Localit: Roma

MessaggioInviato: Sab 01 Apr, 2017 10:07 am    Oggetto: tziu Carmine Rispondi con citazione

(a Teresa Zanetti con affetto)

Supramonte di Orgosolo, 1985 - scansione da negativo


Suggerimenti e critiche sempre ben accetti

_________________
"Di quel viaggio non ricordo pi niente. Ero troppo occupato a fotografare e non ho guardato"

Umberto Eco
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato [ Nascosto ] Bacheca utente
jus
utente attivo


Iscritto: 19 Dic 2008
Messaggi: 15020
Localit: Piacenza

MessaggioInviato: Sab 01 Apr, 2017 10:23 am    Oggetto: Rispondi con citazione

La trovo splendida.
Tutto giusto, tutto ben fatto e poi la posa e come hai inquadrato, da navigato ed attento reporter dove ogni minimo dettaglio funzionale al racconto.
Non solo un caro ricordo ma pure una bellissima foto.
Complimenti e preferita.
Ciao.

_________________
Giuseppe. Vera - Il padrone di casa
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
lodovico
utente attivo


Iscritto: 02 Apr 2008
Messaggi: 4191
Localit: Roma

MessaggioInviato: Sab 01 Apr, 2017 10:40 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Grazie Giuseppe.
Diciamo che l'ottica che avevo non era proprio quella giusta per un ritratto.
Se poi ci aggiungi che tziu Carmine, uomo dolcissimo, non amava essere fotografato e perci gli dovevo tendere dei veri e propri agguati, posso comunque ritenermi soddisfatto del risultato... seppur sicuramente non canonico.

Un saluto

_________________
"Di quel viaggio non ricordo pi niente. Ero troppo occupato a fotografare e non ho guardato"

Umberto Eco
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato [ Nascosto ] Bacheca utente
jus
utente attivo


Iscritto: 19 Dic 2008
Messaggi: 15020
Localit: Piacenza

MessaggioInviato: Sab 01 Apr, 2017 11:01 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Mi ripeto, un risultato notevole.
Non solo il volto, ma tutto qui un ritratto, un racconto, dal corpo dello zio all'ambiente, e poi, ha un che di antico rispettoso.
Sentiremo Teresa cosa ne pensa.
Ciao.

_________________
Giuseppe. Vera - Il padrone di casa
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
teresa zanetti
redazione


Iscritto: 14 Feb 2017
Messaggi: 1704

MessaggioInviato: Sab 01 Apr, 2017 11:18 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Lodovico... Grazie.
Per ora non scrivo altro.
Ci torner dopo, con calma.
Adesso mi godo la dedica in silenzio.
Mi hai commossa.
Tere
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
wizard
utente attivo


Iscritto: 13 Dic 2009
Messaggi: 4603
Localit: L'Aquila

MessaggioInviato: Sab 01 Apr, 2017 11:47 am    Oggetto: Rispondi con citazione

Anche a me piace tutto, soprattutto come hai composto con la postura dello zio. Ottimo il B/N Ok! Ok! Ok!
_________________
Giancarlo Vetrone Reflex: Canon 7D -Canon 550 D - Fuji finepix S3 pro - Nikon 401S- Obbiettivi: Canon 18/55 stabilizer- Canon 24/105 f.4 L USM e 70/200 f.4 L USM -Canon 50 f.1.8 Sigma 70/210 DG f.4/5,6- Nikon 70/210 AF f.4/5,6- Sigma 28 D aspherical f.1,8 - Nikon 35/70 AF f.3,3 -4,5
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
bpphoto
utente attivo


Iscritto: 25 Giu 2008
Messaggi: 5359
Localit: Colmurano (MC)

MessaggioInviato: Sab 01 Apr, 2017 3:00 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Un ritratto reso molto intenso anche dal b/n deciso, ottima anche la posa colta vista anche la ritrosia del soggetto. Ok!
_________________
Paolo
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
teresa zanetti
redazione


Iscritto: 14 Feb 2017
Messaggi: 1704

MessaggioInviato: Sab 01 Apr, 2017 4:12 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Tutto parla in questo ritratto.
Parla il B/N, innanzitutto, che va dalle ombre profonde, sino ai bianchi di luce sfolgorante e racconta un luogo pieno di contrasti, in cui vivere bellissimo e difficile al contempo; paradiso e inferno al contempo.
Parlano le pietre, cos lavorate dal vento, levigate e per inscalfibili, che tanto assomigliano al carattere delle persone di questa Terra tanto amata.
La terra stenta, asciutta e secca, dice tutta la fatica del lavorarla.
Quella pentola sullo sfondo, le poche cose che spuntano dalla bisaccia...
Tutto questo riassunto in tziu Carmine: il volto, come quelle pietre, solcato da rughe profonde. Le mani, come quella terra, grandi e forti, che sanno di lavoro quotidiano, per mungere, tosare, reggere un bastone cui appoggiarsi, camminando dietro al gregge. E l'abito, inconfondibile. Il bianco della camicia, il nero dei pantaloni di velluto a coste, la giacca, gli scarponi che hanno percorso lunghe strade polverose, "su bonette", sempre calcato in capo.

Tziu non propriamente lo zio. E' un appellativo che si attribuisce alle persone pi anziane, cui per l'et e la saggezza, portare rispetto come al fratello del padre.

La posa bellissima. Pare una saetta che percorre tutto il frame.

Ricordo con quale orgoglio tziu Pretu (Piero) Sanna (Pizero), amico carissimo di mio padre, ocche (voce principale) dei Tenores di Bitti, mi raccontava di quando, bambino delle elementari, si era trovato la prima volta da solo in campagna, di notte ad accudire le pecore. E, cantando, aveva scacciato la paura del buio, della solitudine ... Gli tremava la voce e aveva gli occhi lucidi. E non era altrettanto colpito quando mi parlava con confidenza di "Peter", col quale aveva cantato persino in Armenia ... E "Peter" era Peter Gabriel.

Ho piacere di aggiungere il link a una canzone meravigliosa, "Mi torrete a sa mente su passadu" (mi torna in mente il passato), che ci che pare ricordare tziu Carmine, mentre guarda verso un punto che non ci dato di conoscere.

https://www.youtube.com/watch?v=4bKpZJtIoKk

Lodovico, davvero grazie di cuore.
Tere
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
I.K.
utente attivo


Iscritto: 13 Feb 2017
Messaggi: 859

MessaggioInviato: Sab 01 Apr, 2017 4:27 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Ciao Lodovico.
Teresa ha gi detto tutto di questa foto eccezionale.
Aggiungo solo che trovo commovente la posa di tziu Carmine, un pudore antico, che oggi sta ormai scomparendo. Ma questo un altro discorso.
Ti sono sinceramente grato per averla pubblicata.
Francesco


Ultima modifica effettuata da I.K. il Sab 01 Apr, 2017 4:51 pm, modificato 1 volta in totale
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
lodovico
utente attivo


Iscritto: 02 Apr 2008
Messaggi: 4191
Localit: Roma

MessaggioInviato: Sab 01 Apr, 2017 4:40 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

teresa zanetti ha scritto:
Tutto parla in questo ritratto.
Parla il B/N, innanzitutto, che va dalle ombre profonde, sino ai bianchi di luce sfolgorante e racconta un luogo pieno di contrasti, in cui vivere bellissimo e difficile al contempo; paradiso e inferno al contempo.
Parlano le pietre, cos lavorate dal vento, levigate e per inscalfibili, che tanto assomigliano al carattere delle persone di questa Terra tanto amata.
La terra stenta, asciutta e secca, dice tutta la fatica del lavorarla.
Quella pentola sullo sfondo, le poche cose che spuntano dalla bisaccia...
Tutto questo riassunto in tziu Carmine: il volto, come quelle pietre, solcato da rughe profonde. Le mani, come quella terra, grandi e forti, che sanno di lavoro quotidiano, per mungere, tosare, reggere un bastone cui appoggiarsi, camminando dietro al gregge. E l'abito, inconfondibile. Il bianco della camicia, il nero dei pantaloni di velluto a coste, la giacca, gli scarponi che hanno percorso lunghe strade polverose, "su bonette", sempre calcato in capo.

Tziu non propriamente lo zio. E' un appellativo che si attribuisce alle persone pi anziane, cui per l'et e la saggezza, portare rispetto come al fratello del padre.

La posa bellissima. Pare una saetta che percorre tutto il frame.

Ricordo con quale orgoglio tziu Pretu (Piero) Sanna (Pizero), amico carissimo di mio padre, ocche (voce principale) dei Tenores di Bitti, mi raccontava di quando, bambino delle elementari, si era trovato la prima volta da solo in campagna, di notte ad accudire le pecore. E, cantando, aveva scacciato la paura del buio, della solitudine ... Gli tremava la voce e aveva gli occhi lucidi. E non era altrettanto colpito quando mi parlava con confidenza di "Peter", col quale aveva cantato persino in Armenia ... E "Peter" era Peter Gabriel.

Ho piacere di aggiungere il link a una canzone meravigliosa, "Mi torrete a sa mente su passadu" (mi torna in mente il passato), che ci che pare ricordare tziu Carmine, mentre guarda verso un punto che non ci dato di conoscere.

https://www.youtube.com/watch?v=4bKpZJtIoKk

Lodovico, davvero grazie di cuore.
Tere


Si pu dire che una lettura cos, di pancia, come si usa dire, poteva farla solo chi la Sardegna ce l'ha nel sangue... per nascita o per vita acquisita.
Non vorrei cadere in una "Sardinia Connection" dilungandomi sulla sardit...
per vorrei almeno tradurre la prima strofa del canto a tenore che Teresa ci ha indicato.

"mi torrete a sa mente su passadu
chi mi tormentat su coro affligidu
cuddu tempus de rosas fioridu
de lizzos e violas semenadu
troppu lestru pro me sin ch'est annadu
in su menzus istante m'est fuidu
mentzus chi no l'aere connoschidu
ca solu a bi pessare mi n'accoro

No mi des olvidare anima bella
vinas chi tenes palpidos in su coro"


Mi torna in mente il tempo passato
che tormenta il mio cuore afflitto,
ai quei tempi (lontani) di rose in fiore
seminati di gigli e di viole...
mi sfuggito via troppo presto (questo tempo)
scomparso nel momento migliore...
meglio sarebbe stato non averlo mai conosciuto
che (adesso) il solo pensarci mi sconforta.

Non mi devi dimenticare mia anima bella
fino a che avrai vita nel cuore


Si, Teresa, credo proprio che queste parole ben si adattino ai lontani pensieri che traspaiano dal volto di tziu Carmine!

Un saluto a tutti!

_________________
"Di quel viaggio non ricordo pi niente. Ero troppo occupato a fotografare e non ho guardato"

Umberto Eco
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato [ Nascosto ] Bacheca utente
Alfredo Caridi
utente


Iscritto: 14 Gen 2017
Messaggi: 294
Localit: Genova

MessaggioInviato: Sab 01 Apr, 2017 5:39 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Dopo la lettura di Teresa, emotivamente c' poco o nulla da aggiungere.
Una lettura che pu permettersi solo chi questa terra e la sua gente la conosce profondamente nel suo intimo.
Se emotivamente, mi riesce difficile aggiungere qualcosa, tecnicamente e freddamente posso aggiungere una mia opinione.
Una foto come questa che racconta, non dovrebbe avere avere ombre chiuse che rappresentano la negazione di certi aspetti. Non per me un ritratto a "tziu Carmine", ma lo vedo come la descrizione di un popolo e di una cultura, per cui lo trovo troppo circoscritto nel fotogramma. Un minimo di ambientazione a mio parere avrebbe completato il racconto.
Resta comunque un eccellente lavoro.

A.
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
lodovico
utente attivo


Iscritto: 02 Apr 2008
Messaggi: 4191
Localit: Roma

MessaggioInviato: Sab 01 Apr, 2017 6:00 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

I.K. ha scritto:
Ciao Lodovico.
Teresa ha gi detto tutto di questa foto eccezionale.
Aggiungo solo che trovo commovente la posa di tziu Carmine, un pudore antico, che oggi sta ormai scomparendo. Ma questo un altro discorso.
Ti sono sinceramente grato per averla pubblicata.
Francesco


Grazie Francesco per la tua partecipata emozione.
Un saluto

_________________
"Di quel viaggio non ricordo pi niente. Ero troppo occupato a fotografare e non ho guardato"

Umberto Eco
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato [ Nascosto ] Bacheca utente
lodovico
utente attivo


Iscritto: 02 Apr 2008
Messaggi: 4191
Localit: Roma

MessaggioInviato: Sab 01 Apr, 2017 6:10 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Alfredo Caridi ha scritto:
Dopo la lettura di Teresa, emotivamente c' poco o nulla da aggiungere.
Una lettura che pu permettersi solo chi questa terra e la sua gente la conosce profondamente nel suo intimo.
Se emotivamente, mi riesce difficile aggiungere qualcosa, tecnicamente e freddamente posso aggiungere una mia opinione.
Una foto come questa che racconta, non dovrebbe avere avere ombre chiuse che rappresentano la negazione di certi aspetti. Non per me un ritratto a "tziu Carmine", ma lo vedo come la descrizione di un popolo e di una cultura, per cui lo trovo troppo circoscritto nel fotogramma. Un minimo di ambientazione a mio parere avrebbe completato il racconto.
Resta comunque un eccellente lavoro.

A.



Grazie Alfredo per i tuoi appunti che sono tutti assolutamente pertinenti.
Ho detto all'inizio che, per tutta una serie di motivazioni, reputo questo un ritratto non canonico.
Nella stampa, con le ombre andiamo leggermente meglio... ma solo un poco. Se e quando mi potr permettere uno scanner di livello, forse, sar in grado di riportare anche certe sfumature.
In ogni caso le zone in ombra erano piuttosto difficili da gestire con la luce radente laterale e la postura di tziu Carmine.
Per quanto riguarda l'ambientazione... in parte c'.... almeno per chi conosce i dintorni di un ovile nel Supramonte.
Quella pentola non serve per i maccheroni... ma per scaldare il caglio.
Le rocce carsiche calcinate, seppur fuori fuoco, si vedono.
Ma, lo ammetto, io vedo tutto questo perch conosco la situazione.
Un campo pi largo sicuramente avrebbe giovato... ma semplicemente ho scattato scegliendo l'attimo per me buono in quel momento.
Sono certo che oggi farei una foto diversa... dopo 32 anni di esperienza!
Smile

Un saluto e buon fine settimana

_________________
"Di quel viaggio non ricordo pi niente. Ero troppo occupato a fotografare e non ho guardato"

Umberto Eco
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato [ Nascosto ] Bacheca utente
Mostra i messaggi a partire da:   

 
Vai a:  



Tutti i contenuti presenti sul sito sono di proprieta' esclusiva degli autori, sono vietate la riproduzione e la distribuzione degli stessi senza previa esplicita autorizzazione.

Visualizza la policy con cui vengono gestiti i cookie.

© 2003, 2016 photo4u.it - contatti - based on phpBB - Andrea Giorgi