photo4u.it

Iniziative in corso che potrebbero interessarti:
HoS - Hall of SelfPortraits - by photo4u.it
Dietro le quinte di p4u: FdS e Vetrine
Iiniziativa: Critica al buio
Iniziativa: Il Confronto
Sfogliando le photogallery: Max
photo4ustory una foto dal passato ...

blasfemia
blasfemia
blasfemia
Canon EOS 20D - 53mm
1/640s - f/5.6 - 400iso
blasfemia
di hologhost
Ven 03 Feb, 2006 10:41 pm
Viste: 348
Autore Messaggio
hologhost
utente attivo


Iscritto: 09 Ago 2004
Messaggi: 2782
Localit: Roma

MessaggioInviato: Ven 03 Feb, 2006 10:42 pm    Oggetto: blasfemia Rispondi con citazione

tra l'uomo ed il divino esterno...
_________________
don't touch my s5000 and my 20D and my om-1 with all its objectives
-la rivoluzione ebbe inizio quando eva mangi la mela.... nonostante tutto continua...-
user # 1580
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
300dpi
utente attivo


Iscritto: 26 Dic 2004
Messaggi: 905
Localit: Spoleto

MessaggioInviato: Mar 07 Feb, 2006 10:25 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

che ?
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato [ Nascosto ] Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
hologhost
utente attivo


Iscritto: 09 Ago 2004
Messaggi: 2782
Localit: Roma

MessaggioInviato: Mar 07 Feb, 2006 10:28 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

cosa?
_________________
don't touch my s5000 and my 20D and my om-1 with all its objectives
-la rivoluzione ebbe inizio quando eva mangi la mela.... nonostante tutto continua...-
user # 1580
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
300dpi
utente attivo


Iscritto: 26 Dic 2004
Messaggi: 905
Localit: Spoleto

MessaggioInviato: Mar 07 Feb, 2006 10:29 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

la tua immagine
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato [ Nascosto ] Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
hologhost
utente attivo


Iscritto: 09 Ago 2004
Messaggi: 2782
Localit: Roma

MessaggioInviato: Mar 07 Feb, 2006 11:13 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

hmmm...

ex lava

_________________
don't touch my s5000 and my 20D and my om-1 with all its objectives
-la rivoluzione ebbe inizio quando eva mangi la mela.... nonostante tutto continua...-
user # 1580
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
bradipo
utente


Iscritto: 05 Gen 2006
Messaggi: 153
Localit: Monfalcone - saltando il confine

MessaggioInviato: Mer 08 Feb, 2006 4:25 am    Oggetto: Rispondi con citazione

...pare tu abbia scoperto cosa succede a nominare lilith...

in fin dei conti la sorte del blasfemo non poi cos male, se sei nel giusto.

Prometeo stato liberato dai vincoli, alla fine...

_________________
Libert l'ho vista dormire nei campi coltivati
a cielo e denaro, a cielo ed amore,
protetta da un filo spinato.
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
Rebis
utente attivo


Iscritto: 01 Nov 2005
Messaggi: 2145
Localit: Roma[IT]-Wuppertal[DE]

MessaggioInviato: Mer 08 Feb, 2006 8:56 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Da una crepa nell'asfalto, si passa alle crepe della coscienza. Cos' un'offesa a Dio, se non l'insinuazione che esista la mancanza dell'essere?

Partiamo dall'origine: dando per scontato che la definizione di "Dio" sia abbastanza scontata ed uguale per tutti voi, passiamo alla concezione di blasfemia.

Come pretendete, voi mortali, infimi, creati dal fango, fatti di polvere, di pensare solo lontanamente che un'entit quale descritta dalla vostra stessa (limitata) definizione di Dio, possa mai essere "offesa" da una vostra azione temporale? Come si f ad offendere Dio (la cosa che sfugge alla comprensione di ogni uomo proprio per DEFINIZIONE)?

Ecco che il profondo senso dell'immagine dell'autore arriva a sorreggere un significato che, dopo quanto detto, sembrerebbe non poter trovare appoggio su nessun significante.

In effetti non v' parola alcuna che possa costituire filosoficamente blasfemia. Ogni cosa che facciamo o diciamo contemplata ed ammessa dal Creatore, che assurge in tal senso al ruolo di Gran Censore.

Come rappresentare un offesa a Dio, dunque?

La risposta nell'immagine: crepe di coscienza, ovvero mancanza frattale di autoconsapevolezza. Se la nostra mente funzionasse cos in modo da darci solo l'impressione di esistere, dovremmo sperimentare, per ragioni probabilistiche, anche crepe di autopercezione della propria esistenza. L'assenza dell'anemos, del soffio divino. La consapevolezza di un materialismo senza scopo, di un'umanit priva di disegni superiori. Eccola, signori: la blasfemia in persona!


Ok! Ok! Ok! Ok! Ok! Ok!

_________________
[...] In una notte di luna Chiyono stava portando acqua in un vecchio secchio di legno fasciato di bamb. Il bamb si ruppe ed il fondo del secchio cadde. In quel momento Chiyono fu liberata; disse: "Non pi acqua nel secchio, non pi luna nell'acqua". Ovvero: l'Arte di mangiare pane e sottilette per 120 giorni, comprare una 350D**BG-E3**Σ APO 70-300 Macro**Tamron 17-50 2.8**5D Mark II**17-40 f4 L**Metz 58, pagare cash e non battere ciglio.
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
hologhost
utente attivo


Iscritto: 09 Ago 2004
Messaggi: 2782
Localit: Roma

MessaggioInviato: Mer 08 Feb, 2006 9:19 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

uno per volta...
_________________
don't touch my s5000 and my 20D and my om-1 with all its objectives
-la rivoluzione ebbe inizio quando eva mangi la mela.... nonostante tutto continua...-
user # 1580
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
hologhost
utente attivo


Iscritto: 09 Ago 2004
Messaggi: 2782
Localit: Roma

MessaggioInviato: Mer 08 Feb, 2006 9:29 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

bradipo ha scritto:
...pare tu abbia scoperto cosa succede a nominare lilith...

in fin dei conti la sorte del blasfemo non poi cos male, se sei nel giusto.

Prometeo stato liberato dai vincoli, alla fine...


qualcuno mormora che prometeo sia stato relegato alla dannazione per sempre...
nonostante questo sono d'accordo con te... il giusto che molto relativo..

_________________
don't touch my s5000 and my 20D and my om-1 with all its objectives
-la rivoluzione ebbe inizio quando eva mangi la mela.... nonostante tutto continua...-
user # 1580
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
hologhost
utente attivo


Iscritto: 09 Ago 2004
Messaggi: 2782
Localit: Roma

MessaggioInviato: Mer 08 Feb, 2006 9:31 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

lavori in corso..

stanotte troppo sonno... riinvio a malincuore..
credo..
si dai...

_________________
don't touch my s5000 and my 20D and my om-1 with all its objectives
-la rivoluzione ebbe inizio quando eva mangi la mela.... nonostante tutto continua...-
user # 1580
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
bradipo
utente


Iscritto: 05 Gen 2006
Messaggi: 153
Localit: Monfalcone - saltando il confine

MessaggioInviato: Gio 09 Feb, 2006 12:57 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

...questa foto anche una buona rappresentazione di quello che successe nel cervello di Heisenberg quando si rese conto che la particella subatomica sfuggiva senza possibilit di ricorrere a niente altro che al caos stesso per definirla correttamente... Prometeo soffr molto, ma, in quanto immortale, l'eternit assume un valore relativo per lui.
Si vocifera anche che fu liberato su questa terra... ma, foss'anche finito nell'ade, sarebbe sotto la custodia di Persephon, che , in fin dei conti, sua mamma, e d'accordo con lui.

_________________
Libert l'ho vista dormire nei campi coltivati
a cielo e denaro, a cielo ed amore,
protetta da un filo spinato.
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
hologhost
utente attivo


Iscritto: 09 Ago 2004
Messaggi: 2782
Localit: Roma

MessaggioInviato: Gio 09 Feb, 2006 4:16 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

bradipo ha scritto:
...questa foto anche una buona rappresentazione di quello che successe nel cervello di Heisenberg quando si rese conto che la particella subatomica sfuggiva senza possibilit di ricorrere a niente altro che al caos stesso per definirla correttamente... Prometeo soffr molto, ma, in quanto immortale, l'eternit assume un valore relativo per lui.
Si vocifera anche che fu liberato su questa terra... ma, foss'anche finito nell'ade, sarebbe sotto la custodia di Persephon, che , in fin dei conti, sua mamma, e d'accordo con lui.


povero heisenberg... particella... no onda... hmmm no particella... hmmmmmmmm cacchio nessuna dei due.... secondo me sono rimasti troppo legati a concetti vecchi, la chiamavano muccolina e facevano prima senza confusioni alcune... cmq andata com' andata.... alla fine Mr. H. ha capito ed ha SCOPERTO l'indeterminazione.... indizio di un universo simulato??...

prometeo invece stato molto pi fortunato... la stima degli uomini in cambio di un martirio... in caso tramutabile in pernottamento tenebroso eterno (come hai detto giustamente relativo) con la mamma....

ma i miti non sono gli uomini... anche se gli si avvicinano tanto...

due zollette??

_________________
don't touch my s5000 and my 20D and my om-1 with all its objectives
-la rivoluzione ebbe inizio quando eva mangi la mela.... nonostante tutto continua...-
user # 1580
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
bradipo
utente


Iscritto: 05 Gen 2006
Messaggi: 153
Localit: Monfalcone - saltando il confine

MessaggioInviato: Gio 09 Feb, 2006 4:49 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Citazione:
ma i miti non sono gli uomini... anche se gli si avvicinano tanto...


Niente di strano, guarda Galileo e pensa a Prometeo... e considera che gli uomini creano i miti a rappresentare le tensioni dell'inconscio, i miti fanno parte della cultura che forgia l'anima degli uomini.

E l'indecisione tra materia e onda a livello subatomico ha un retrogusto marcatamente platonico, mentre la differenza tra luce e tenebre si fa una questione di fotoni nella retina, che non detto che serva, per vedere.
Per rappresentare s che serve la luce, per solo se serve la retina altrui come interfaccia.
Una donna molto saggia usa dire ''dipende da che occhio tieni chiuso nel guardare le cose''.

Una, grazie... Java va bene un p aspro, s di vita.

_________________
Libert l'ho vista dormire nei campi coltivati
a cielo e denaro, a cielo ed amore,
protetta da un filo spinato.
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
hologhost
utente attivo


Iscritto: 09 Ago 2004
Messaggi: 2782
Localit: Roma

MessaggioInviato: Gio 09 Feb, 2006 9:16 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

Rebis ha scritto:
Da una crepa nell'asfalto, si passa alle crepe della coscienza. Cos' un'offesa a Dio, se non l'insinuazione che esista la mancanza dell'essere?

Partiamo dall'origine: dando per scontato che la definizione di "Dio" sia abbastanza scontata ed uguale per tutti voi, passiamo alla concezione di blasfemia.

Come pretendete, voi mortali, infimi, creati dal fango, fatti di polvere, di pensare solo lontanamente che un'entit quale descritta dalla vostra stessa (limitata) definizione di Dio, possa mai essere "offesa" da una vostra azione temporale? Come si f ad offendere Dio (la cosa che
sfugge alla comprensione di ogni uomo proprio per DEFINIZIONE)?

Ecco che il profondo senso dell'immagine dell'autore arriva a sorreggere un significato che, dopo quanto detto, sembrerebbe non poter trovare appoggio su nessun significante.

In effetti non v' parola alcuna che possa costituire filosoficamente blasfemia. Ogni cosa che facciamo o diciamo contemplata ed ammessa dal Creatore, che assurge in tal senso al ruolo di Gran Censore.

Come rappresentare un offesa a Dio, dunque?

La risposta nell'immagine: crepe di coscienza, ovvero mancanza frattale di autoconsapevolezza. Se la nostra mente funzionasse cos in modo da darci solo l'impressione di esistere, dovremmo sperimentare, per ragioni probabilistiche, anche crepe di autopercezione della propria esistenza. L'assenza dell'anemos, del soffio divino. La consapevolezza di un materialismo senza scopo, di un'umanit priva di disegni superiori. Eccola, signori: la blasfemia in persona!


Ok! Ok! Ok! Ok! Ok! Ok!


Senza noi la necessariet di dio non la vedo... ma non vojo imbattermi in orde barbaro-cristiane che invadano la mia personale visione e quindi tronco qui questo ramettino... in ogni caso siamo fondamentalmente d'accordo sulla non praticabilit della blasfemia perch creata da colui che creato ... ma con questa blasfemia ci riferiamo solo al dio silente lontano... e il dio dentro noi stessi a che fine si destina... ??... sar forse solo una mia impressione... per il tuo "se la mente funzionasse cos" mi pare una possibilit non una necessit... ma pare proprio che la mente funzioni cos.. ma non con crepe... la quasi totalit del meccanismo usa l'assenza di percezione... ti faccio un esempio pratico... muovo il braccio in alto... la sequenza penso di muoverlo parte l'impulso e lo muovo ed ho il feedback dell'avvenuta azione... la realt che l'impulso partito prima del momento in cui ho avuto la consapevolezza di decidere di alzare la mano... capisci... la consapevolezza viene dopo l'impulso... quindi se funzionasse un'idea probabilistica della mente dovremmo sperimentare non l'assenza di autopercezione che la norma... ma la pienezza totale dell'esistenza.. l'unione di noi stessi con tutto... ovvero la divinit... non pratico forse non fattibile... quindi l'assenza di autopercezione non conseguenza dell'ipotesi "probabilistica" il modo di funzionare proprio... forse questa la chiave dell'anima.. chiss...

tuttavia qui m'imbarazzo troppo ad andare oltre.. poich si pu ragionevolmente pensare che il corpo che abbiamo ora sia solo una proiezione dell'anima in questo universo , tra le infinite negli universi possibili che potrebbero esistere contemporaneamente al nostro come conseguenza dello spalmamento quantistico....

ma questo argomento esula dalla foto... e quindi non prendetelo troppo in considerazione...

saluti...

pasticcini anche a te??

_________________
don't touch my s5000 and my 20D and my om-1 with all its objectives
-la rivoluzione ebbe inizio quando eva mangi la mela.... nonostante tutto continua...-
user # 1580
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Visita il sito di chi scrive Bacheca utente
Rebis
utente attivo


Iscritto: 01 Nov 2005
Messaggi: 2145
Localit: Roma[IT]-Wuppertal[DE]

MessaggioInviato: Ven 17 Feb, 2006 12:46 pm    Oggetto: Rispondi con citazione

hologhost ha scritto:

Senza noi la necessariet di dio non la vedo...


Infatti Dio un fattore umano. Che esista o no (rispettando tutti i pareri comunque inverificabili scientificamente) il NOSTRO concetto di Dio proprio dell'uomo e la necessit di trovargli giustificazione insita nell'insicurezza esistenziale che ci caratterizza.

hologhost ha scritto:

[...]per il tuo "se la mente funzionasse cos" mi pare una possibilit non una necessit... ma pare proprio che la mente funzioni cos.. ma non con crepe... la quasi totalit del meccanismo usa l'assenza di percezione... ti faccio un esempio pratico... muovo il braccio in alto... la sequenza penso di muoverlo parte l'impulso e lo muovo ed ho il feedback dell'avvenuta azione... la realt che l'impulso partito prima del momento in cui ho avuto la consapevolezza di decidere di alzare la mano... capisci... la consapevolezza viene dopo l'impulso... quindi se funzionasse un'idea probabilistica della mente dovremmo sperimentare non l'assenza di autopercezione che la norma... ma la pienezza totale dell'esistenza.. l'unione di noi stessi con tutto... ovvero la divinit... non pratico forse non fattibile... quindi l'assenza di autopercezione non conseguenza dell'ipotesi "probabilistica" il modo di funzionare proprio... forse questa la chiave dell'anima.. chiss...


No, non mi hai capito. Il fatto che tu cammini senza pensare ai movimenti da fare non significa che non si ha percezione delle proprie gambe. Quella anche detta propriocezione. Ti assicuro che ci sono patologie per le quali viene meno la propriocezione di una gamba, ad esempio e si deve PENSARE a come muoverla per camminare. Ma questa non la consapevolezza di cui accennavo. L'autopercezione (parola che usi tu) del corpo, il cervello ce l'ha continuamente, anche quando dormi, solo che tu non ne hai informazione a livello cosciente sotto forma di pensieri. La consapevolezza d'esistere d'altronde latente... non che tutti i giorni ci pensi. Anzi.

Quante volte ti rendi conto di esistere "uscendo" dal gioco della quotidianeit? Questo esattamente la visione Zen: essere consapevoli sopra le righe del quotidiano. Essere presente nelle azioni. Difficilissimo.

Ma ancora non questo che intendevo. Quello a cui mi riferivo la possibilit di sperimentare assenza di ESSERE frutto delle fluttuazioni quantistiche dell'anima. E' una cosa ben diversa che subire mancanza di propriocezione o di percezione di s. Infatti mi riferivo alla mancanza frattale dell'anemos. Intendevo insomma insinuare che la percezione dell'esistenza come esseri ANIMATI, potesse essere solo simulata da un oggetto puramente materialistico quale il cervello, che in realt fornisce queste illusioni solo come frutto laterale di uno schema ipercomplesso. Mi spiego meglio: se invece di noi fossero importanti solo i nostri geni? solo l'informazione genetica?
Se noi fossimo solo ed esclusivamente la macchina di sopravvivenza dei nostri geni? e per non farci impazzire il cervello simulasse la percezione di un'esistenza oltre il corpo? Se fosse cos non avremmo forse disfunzioni naturali del giochetto che ci tira il cervello? (come tutti dovrebbero sapere, in ogni microprocesso ci sono per forza errori ricorsivi).

Io vedevo questa insinuazione nella tua foto.

Capito quello che volevo dire? Il discorso impiegherebbe un corso di laurea, perci devo mio malgrado arrendermi alla finitezza di queste righe.


A presto.

_________________
[...] In una notte di luna Chiyono stava portando acqua in un vecchio secchio di legno fasciato di bamb. Il bamb si ruppe ed il fondo del secchio cadde. In quel momento Chiyono fu liberata; disse: "Non pi acqua nel secchio, non pi luna nell'acqua". Ovvero: l'Arte di mangiare pane e sottilette per 120 giorni, comprare una 350D**BG-E3**Σ APO 70-300 Macro**Tamron 17-50 2.8**5D Mark II**17-40 f4 L**Metz 58, pagare cash e non battere ciglio.
Vai ad inizio pagina
Vai a fine pagina
Mostra il profilo utente Galleria utente Invia un messaggio privato   Bacheca utente
Mostra i messaggi a partire da:   

 
Vai a:  



Tutti i contenuti presenti sul sito sono di proprieta' esclusiva degli autori, sono vietate la riproduzione e la distribuzione degli stessi senza previa esplicita autorizzazione.

Visualizza la policy con cui vengono gestiti i cookie.

© 2003, 2016 photo4u.it - contatti - based on phpBB - Andrea Giorgi