photo4u.it
Menù
Home Home
Forum Forum
Fotografie Fotografie
Le tue Preferite Le tue Preferite
Foto della settimana Foto della Settimana
Foto in Vetrina Foto in Vetrina
i Contest di photo4u.it Contest 4u
Taccuino fotografico Taccuino fotografico
Grandi Memo Grandi Memo
Articoli Articoli
Interviste Interviste
Le recensioni degli utenti Recensioni
Tutorial Tutorial
Eventi Eventi
Libri Libri
Segnalazione concorsi Concorsi
Donazioni Donazioni
utileFutile utileFutile
Lo staff di photo4u.it Lo staff
Contatti Contatti
Benvenuto!
Login
Utente:

Password:

Login automatico
 
photo4u.it - Tutorial
La Riduzione del Rumore
Tutorial: La Riduzione del Rumore
a cura di Oile

Il nostro Oile ci illustra una possibile soluzione per la riduzione del rumore elettronico, attraverso una tecnica un po' laboriosa (e che richiede tempo), ma che è più precisa e riesce a gestire il rumore in modo selettivo.



Frequentando i forum ho notato che moltissimi scatti molto interessanti sono deturpati dalla presenza del rumore elettronico e non esprimono tutta la loro bellezza.

Tutte le apparecchiature elettroniche generano rumore elettronico e anche le nostre macchine fotografiche, tutte, chi più chi meno, non ne sono esenti.

Il rumore è paragonabile alla grana nella fotografia analogica e poco o nulla si poteva per la sua riduzione, al massimo si poteva, modificando le formule degli acidi di sviluppo renderla più fine e dettagliata, comunque era impensabile utilizzare i tempi di scatto che permette attualmente la fotografia digitale.

Fotografando uccelli e animali in genere che si muovono velocemente è necessario utilizzare alti iso, a volte 400-800 o anche di più, ciò ci permette di utilizzare tempi di scatto più veloci, ma di contro emerge maggiormente il problema rumore elettronico.

Non esito ad alzare gli iso per utilizzare un tempo di scatto più elevato, sicuramente è più semplice ridurre il rumore, mentre non è possibile rimediare a un mosso o un micro mosso causato da tempi di scatto troppo lenti.

Esistono svariati software appositamente studiati per la sua eliminazione, un clic e tutto è risolto, ma agiscono indistintamente su tutta l’area del file e hanno di negativo che più o meno riducono o addirittura eliminano i dettagli che forse avremmo il desiderio di evidenziare, “spiattellando” l’immagine.

Personalmente utilizzo una tecnica che ritengo sia molto efficace, anche se più laboriosa e sicuramente richiede molto più tempo, ma è più precisa e riesco a gestire il rumore in modo selettivo.

La riduzione del rumore la eseguo in due tempi distinti:
    1) Inizialmente applico una leggera riduzione del rumore sull’intero file, quindi anche sul soggetto;
    2) Secondariamente applico una seconda riduzione del rumore selettiva, ma più marcata, esclusivamente sullo sfondo e su quelle parti del soggetto dove è particolarmente fastidioso, ed è possibile anche applicarlo con intensità variabile.
Oggetto: [i tutorial di p4u] La Riduzione del Rumore
Autore: ZioMauri29 - Inviato: Mar 11 Mgg, 2010 8:55 pm
Vediamo come procedere:

Apro l’immagine su “Photoshop CS4” (funziona anche con versioni precedenti), ovviamente prima procedo ad un primo accenno di composizione, equilibrio l’immagine con i livelli, se presenti elimino le aberrazioni cromatiche in camera “Raw”, vado a cliccare su “Filtro”, si apre una finestra a cascata, clicco su “Disturbo”, su “Riduci disturbo” e si apre lo strumento di lavoro di “Riduci disturbo”. Ora lavoriamo con lo strumento, ma prima dobbiamo impostarlo e andiamo ad agire sulle regolazioni “Intensità” e “Mantieni particolare”, esse funzionano in combinazione per applicare l’intensità della riduzione del lavoro.

Imposto l’"intensità" su 10 e “mantieni particolare” su 90% (questo valore può avere piccole variazioni in rapporto all’intensità del rumore da trattare.

Riduci disturbo colore” determina il valore di rumore cromatico, consiglio di usare un valore tra 10% e 35%, per non rischiare una diminuzione della fedeltà dei colori, mentre “Evidenzia particolari” su 0%, vi sconsiglio di usarlo, Photoshop ha delle funzioni molto più sofisticate, ma questo è un altro argomento. (Fig. 1)



(Fig. 1)


A questo punto premo l’OK e ho applicato la prima riduzione del rumore.

Proseguo cliccando su “Livello”, si apre una finestra a cascata e su “duplico il livello”, noteremo che a sinistra della nostra tavola di lavoro il livello sfondo si è duplicato in sfondo copia. (Fig. 2)


(Fig. 2)
Oggetto: [i tutorial di p4u] Riduzione del rumore
Autore: ZioMauri29 - Inviato: Mar 11 Mgg, 2010 8:55 pm
Riapro nuovamente lo strumento “Riduci disturbo” (Fig. 3), ma questa volta applico una riduzione rumore molto più marcata, ”Mantieni particolari20%, “Riduci disturbo colore0%, nella finestra a fianco ho la possibilità di verificare l’efficacia direttamente sull’immagine e confermo, OK, se ritengo che la riduzione del rumore non sia sufficiente posso applicarlo più volte (posso controllare ingrandendo l’immagine nella finestra a fianco).



(Fig. 3)


Clicco su “Livello”, si apre una finestra a cascata, clicco su “Maschera di livello” e su “Nascondi tutto”, seleziono “Strumento pennello”, “Durezza100%, “Opacità100%, seleziono un diametro del pennello di grandezza adeguata che mi possa consentire di seguire i contorni del soggetto nei minimi particolari, avendo l’avvertenza di non toccarlo. (Fig. 4)



(Fig. 4)
Oggetto: [i tutorial di p4u] La Riduzione del Rumore
Autore: ZioMauri29 - Inviato: Gio 13 Mgg, 2010 11:17 am
In questa operazione può essere di utilità ingrandire il soggetto al 300–400%, quando ho terminato estenderò l’operazione su tutto lo sfondo e si potrà verificare la scomparsa del rumore.

Se sul soggetto notiamo delle parti particolarmente rumorose potrò, abbassando opportunamente “l’opacità”, percentuale es. 40-50%, variabile a secondo l’intensità del rumore e applicherò lo strumento pennello bianco anche su queste parti. (Fig. 5-6)



(Fig. 5)



(Fig. 6)


Ora duplichiamo ancora il “livello” (livello, duplica livello), nella finestra di destra noteremo che il livello sfondo si è duplicato in sfondo copia 2 e applichiamo una maschera di contrasto (mdc), cliccando su “filtro”, “contrasta”, “contrasta migliore”. (Fig. 7)


(Fig. 7)



Non rimane che unire i livelli cliccando su “Unico livello”. (Fig. 8)


(Fig. 8)


Una tavola grafica potrebbe essere d’aiuto permettendoci di lavorare più comodamente e con maggiore precisione.

Spero che possa esservi di utilità e.. buon divertimento!

Ciao, Elio (Oile).


Copyright © Elio Bonino (Oile)

posting.php?mode=reply&t=442245&sid=90564801aad21a52c0ab83f35687a711

Tutti i contenuti presenti sul sito sono di proprieta' esclusiva degli autori, sono vietate la riproduzione e la distribuzione degli stessi senza previa esplicita autorizzazione.

Visualizza la policy con cui vengono gestiti i cookie.

© 2003, 2015 photo4u.it - contatti - based on phpBB - Andrea Giorgi